Marcello Carli: ” C’è molto di Martusciello, sta diventando un grande allenatore. Domenica dobbiamo avere la loro stessa fame”

Marcello Carli: ” C’è molto di Martusciello, sta diventando un grande allenatore. Domenica dobbiamo avere la loro stessa fame”

Il Dg azzurro inquadra la situazione del momento ed incorona i due protagonisti del momento: Levan e Martusciello. Queste le sue parole rilasciate stamane al “Tirreno”

10 commenti

Dietro l’angolo c’è una sfida tosta che se affronteremo anche con solo il 5% in meno di quello che abbiamo messo cui friulani perderemo di sicuro. Il Crotone è una squadra in salute, lo sta dimostrando, e contro di noi si giocherà molto quindi dovremmo avere la stessa fame. Siamo molto felici per la vittoria di domenica scorsa è stata importante ma non decisiva, se pensiamo di essere salvi è la fine. In questo 2017 abbiamo fatto sette punti in tre partite perché stiamo lavorando al massimo ogni giorno e così dobbiamo continuare a fare, non c’è altra strada. Quando segna Levan per me è sempre un’emozione forte perchè so quello che ha passato e come si è comportato. Ma in questo momento, e mi preme dirlo, c’è molto di Martusciello che sta diventando un grandissimo allenatore. Ora entrambi devono continuare così, ma non credo ci sia bisogno di dirglielo, perché l’allenatore non dorme la notte per pensare al bene dell’Empoli ed il georgiano è così umile e generoso che non corre il rischio di rilassarsi. Dobbiamo tutti prendere esempio da loro, perché non possiamo mollare, neanche di un centimetro. In ottica mercato la vittoria sull’Udinese non cambia niente, magari restiamo così, ma qualcosa anche in prospettiva ci piacerebbe farla.”

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Riccardo - 1 mese fa

    Gente, la partita di Crotone e come la trasferta di Cagliari dell’era Sarri: decisiva no, ma importantissima. Non mi piacciono i discorsi sul campionato ormai deciso in coda, mi puzza di bruciato e non vorrei che s’inventassero un rigore inesistente per favorire lo spettacolo di un campionato aperto. Campionato a 18? In Spagna la terzultima ha 13 punti e chi gioca contro REAL e Barcellona rimedia sempre 4/5 gol ….. allora come si mette con lo spettacolo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. S' Ostina - 1 mese fa

      La serie A a 18 o 16 squadre più competitiva? È una bufala…il problema delle ultime in grande ritardo è dovuto in parte a problematiche economiche di qualcuno (Parma Palermo e Verona negli ultimi 3 campionati) ma sopratutto ad un campionato di B di bassissimo livello.
      Con una B migliore avresti campionati di A incertissimi in coda e con qualche sorpresa.

      Altrimenti la via più facile per riequilibrare il campionato è tornare ai 2pt per vittoria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. cuorematto - 1 mese fa

      O distribuire in modo più equo i soldi delle tv

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. S' Ostina - 1 mese fa

    Se è così bravo a fine campionato ci sarà la fila x ingaggiarlo…staremo a vedere…

    Cmq non so la squadra…ma lui è tra le righe mi sembra sicuro di essere già salvo…occhio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mattia aka Kauhsen - 1 mese fa

      S’Ostina sei tornato, che piacere…sarà un mese che non ci si sente…dove sei stato per tutto questo tempo?
      Hai visto l’Empoli? 7 punti in tre partite…che ne pensi di quest’ultimo periodo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. S' Ostina - 1 mese fa

        Scriverei tutti i giorni se questo sito si impallasse un po meno…che penso…che gioca malissimo… rinunciatario…con poche idee a centrocampo…zero in avanti e con una organizzazione difensiva un po approssimativa che che ne dicano tutti.
        Cmq abbiamo fatto 10pt in 5 partite anche se meritati erano 6…dietro continuano a perdere…finché gira bene sfruttare il momento anche x ammortizzare il trittico incombente Intel-Lasssio-Giuve.
        Per me Crotone è fortemente decisiva…visti anche gli impegni di Pescara e Palermo…qui si vedrà davvero se c’è organizzazione o improvvisazione difensiva…se Levan si è davvero svegliato e magari fa più di una conclusione a partita.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mattia aka Kauhsen - 1 mese fa

          L’importante è la qualità, non la quantità…se un tiro in porta vuol dire un gol, che continui così…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. penneggiola - 1 mese fa

    comunque va bene anche cinici, basta vincere. Avanti così e sempre forza azzurro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. penneggiola - 1 mese fa

    Mah….siamo cinici!!! un lo sapevo che aveva cambiato nome..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. deepblue - 1 mese fa

    ….va’ a finire che ha ragione….su Martusciello

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy