Marko Livaja a PE: “Al 2016 chiedo di fare dei gol, in azzurro”

Marko Livaja a PE: “Al 2016 chiedo di fare dei gol, in azzurro”

Abbiamo intervistato quest’oggi l’attaccante azzurro Marko Livaja a pochi giorni dal match contro l’Inter, di cui è un ex. Livaja infatti, dopo essere arrivato in Italia grazie al Cesena, è passato ai nerazzurri di Milano dove si è messo principalmente in mostra in Primavera. Come noto, dopo la c

Commenta per primo!

Abbiamo intervistato quest’oggi l’attaccante azzurro Marko Livaja a pochi giorni dal match contro l’Inter, di cui è un ex. Livaja infatti, dopo essere arrivato in Italia grazie al Cesena, è passato ai nerazzurri di Milano dove si è messo principalmente in mostra in Primavera. Come noto, dopo la compartecipazione con l’Atalanta il “Pitbull” è passato ai russi del Rubin Kazan attuali proprietari del suo cartellino.   Ciao Marko, intanto buon anno, come hai festeggiato il 31 dicembre? livajaGrazie, buon anno anche a voi. Sono rimasto qui ad Empoli in compagnia di Krunic, Cosic e le nostre compagne, abbiamo mangiato tanto (ride, ndr.) e festeggiato il nuovo anno”   Qual’è il tuo personale bilancio del 2015?L’inizio dell’anno, in Russia, non è stato certo eccezionale perchè non ho giocato molto e soprattutto quanto sperato, però poi tutto è cambiato in estate quando sono arrivato qui ad Empoli. Ho giocato spesso e credo di aver fatto bene, l’anno si è chiuso nel migliore dei modi anche per i risultati che la squadra sta ottenendo.”   Tra l’altro sei in crescendo, fisicamente e mentalmente…Si sto bene, fisicamente non ho problemi e mi sento bene in tutti i sensi. Ovviamente c’è spazio per migliorare ancora e per poter fare sempre meglio ma la condizione iniziale, che non era al top, adesso sta arrivando e questo è fondamentale.”   Credo sia scontato chiederti qual’è la fotografia che ti porti dietro dello scorso anno…Senza dubbio il gol nel derby. Oltre ad essere stato il primo gol in questa stagione di serie A, il primo gol con la maglia dell’Empoli, è stato un gol importante per i nostri tifosi vista l’importanza di quella partita. Ancora oggi sono dispiaciuto per come alla fine non si sia riusciti a portarla a casa, non era facile e lo sapevamo, ma quello è sicuramente il momento che fotografo.”   Mercoledi arriva l’Inter ad Empoli, e tu sei un ex della squadra nerazzurra. Che ricordi porti dietro di quella esperienza?Con l’Inter le cose più importanti le ho fatte in Primavera con Stramaccioni dove abbiamo vinto anche lo scudetto. Ho lasciato molti amici a Milano, ho il ricordo dell’esordio con la prima squadra ma non ha rimpianti per come è andata, io avevo bisogno di giocare e li non c’era spazio in quel momento per me, quindi c’è stata la decisioni di andare all’Atalanta. Porterò come dietro sempre un bel ricordo perchè la società nei miei confronti è stata sempre presente ed onesta.”   Che gara ti aspetti mercoledi?Una bella partita. Siamo due squadre che giocano bene e che fanno della velocità la loro arma in più. Loro sulla carta sono favoriti, hanno grandi campioni in squadra, ma noi siamo un grande gruppo e sono certo che faremo un’altra partita importante e gli metteremo molto in difficoltà.”   Quali sono i desideri di Marko Livaja per il 2016?Giocare e segnare, non posso chiedere altro.”   Senti, in settimana ha parlato il tuo procurato circa la possibilità del riscatto del tuo cartellino. Ha detto che è presto e poi sappiamo che sarà soprattutto il Rubin Kazan a dover valutare uno sconto visto l’alto prezzo da pagare ma al netto di questi discorsi ti piacerebbe rimanere ad Empoli?Si, senza dubbio. Mi sto trovando molto bene, con i compagni, con la città con i tifosi. E’ una piazza dove si lavora bene e dove si fa calcio con metodo ma senza grandi pressioni, per me sarebbe l’ideale però per adesso io non penso a questo ma penso al presente.”   Alessio Cocchi    

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy