Mercato Azzurro | All’orizzonte solo i rinnovi

Mercato Azzurro | All’orizzonte solo i rinnovi

Inutile negare che qualcosa, almeno nelle ultime 48 ore di mercato (quest’anno la fine sarà il 2 settembre), ci aspettiamo, che sia da una parte sulle uscite e dall’altra sulle entrare, regalando perché no a Sarri un’alternativa importante a Verdi sulla trequarti, come fatto capire proprio d

Commenta per primo!

Inutile negare che qualcosa, almeno nelle ultime 48 ore di mercato (quest’anno la fine sarà il 2 settembre), ci aspettiamo, che sia da una parte sulle uscite e dall’altra sulle entrare, regalando perché no a Sarri un’alternativa importante a Verdi sulla trequarti, come fatto capire proprio dallo stesso mister. Ma detto questo, e stando ai fatti, il mercato azzurro nei prossimi giorni potrebbe vivere di soli rinnovi.   Dopo quelli portati a casa dal portiere Pelagotti e dal centrocampista Croce, nei prossimi giorni potrebbe arrivare quello più atteso, ovvero quello di Francesco Pratali. “Il Pampa”, che ha il benestare della società, ha più volte ribadito che firmerà soltanto quando si sentirà a tutti gli effetti pronto per essere a disposizione del mister. Ci sono però altri nomi sulla lista del Ds Carli che presto potrebbero imboccare le salite di Monteboro per recarsi in sede.   Il portiere titolare Bassi è uno di questi. Dopo che il mercato non ha dato al portierone di Sarzana, almeno in questa stagione, la situazione per il salto di categoria, è ovvio che l’Empoli dovrà tutelarsi dato che Bassi è a scadenza 2014. Ci sono però da tenere sott’occhio anche le situazioni di Tonelli, Shekiladze e Signorelli, giocatori che sono appunto in predicato di prolungare il loro rapporto con la società azzurra.   Sul fronte uscite si cercherà di collocare nei prossimo giorni il terzo portiere Dossena ed il difensore francese Gigliotti che ha ottimi estimatori in Lega Pro anche se lui vorrebbe giocarsi le sue carte in B, possibilmente ad Empoli. Verranno poi valutate anche le situazioni dei giovani ex Primavera che, con la panchina a 7 posti potrebbero rischiare soltanto di perdere un’annata.   Nico Raffi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy