Mercato azzurro | The green day?

Mercato azzurro | The green day?

Mentre in casa azzurra ci si appresta a tornare al lavoro, con la squadra che alla spicciolata sta rientrando dai vari luoghi di vacanza (molti sono già da giorni già ad Empoli) per presentarsi giovedì pomeriggio al raduno che darà il via alla stagione, gli operatori di mercato azzurri, capitan

Commenta per primo!

Mentre in casa azzurra ci si appresta a tornare al lavoro, con la squadra che alla spicciolata sta rientrando dai vari luoghi di vacanza (molti sono già da giorni già ad Empoli) per presentarsi giovedì pomeriggio al raduno che darà il via alla stagione, gli operatori di mercato azzurri, capitanati dal DS Marcello Carli, torneranno quest’oggi a Milano per cercare di portare giovedi un altro elemento nella rosa di Sarri. Ovviamente il nome caldo è quello di Simone Verdi.   La storiella ormai la sanno anche i bambini, inutile rifare tutto il percorso. La notizia, la cronaca da raccontare, è solamente quella che si dovrà lavorare per cercare di limare le richieste granata e far si che lo stesso Torino ratifichi alla stregua del Milan il passaggio in prestito del giocatore. Lo stesso Marcello Carli, al quale chiedevamo quante chance ci fossero di vedere già giovedi pomeriggio l’ex Primavera Milan, ci palesava il suo ottimismo, anche se, parallelamente, ci sottolineava di come, in questo mercato, ci voglia calma, perché anche spostare qualche decina di miglia di euro, ha la sua difficoltà.   Di certo c’è che la società empolese è concentrata sull’obbiettivo e non ha, al momento, il nome di un probabile sostituto su cui virare. Questo non certamente per mancanza di idee, ma perché ormai il giocatore è quello voluto anche da Sarri e la trattiva per 2/3 è portata a casa. Lo stesso Verdi, che per il momento, essendo tra due fuochi, non vol rilasciare dichiarazioni ufficiali, ha già abbondantemente espresso le sue volontà a tutti, compresa quella Juve Stabia che, tramite Toro, sperava ancora di poterlo avere per il prossimo anno.   Vedremo se sarà la giornata buona o se dovremmo ancora aspettare qualche giorno per poter dare ufficialità di un trasferimento che è molto, molto vicino.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy