Mercato Azzurro | La situazione

Mercato Azzurro | La situazione

Le frequenze di “radio mercato” suonano già da diverso tempo ed anche il ritmo azzurro si sta facendo sempre più intenso anche se per adesso ci possiamo definire in un momento di riscadamento. Sono però già diversi i rumors che riguardano sia le entrare sia le uscite e molti di questi piano

Commenta per primo!

Le frequenze di “radio mercato” suonano già da diverso tempo ed anche il ritmo azzurro si sta facendo sempre più intenso anche se per adesso ci possiamo definire in un momento di riscadamento. Sono però già diversi i rumors che riguardano sia le entrare sia le uscite e molti di questi piano piano stanno prendendo una direzione sempre più definita. Poi non spetta certo a noi ricordare di come il mercato sia strano e sempre ricco di sorprese. Ad oggi possiamo dare per certi due arrivi in casa azzurra, con contratti già firmati, due difensori: Colombini dal Tuttocuoio e Dermaku dal Melfi.  Il primo dovrebbe rimanere in prestito in neroverde, il secondo dovrebbe invece essere valutato nel corso del precampionato. Ma vediamo, o meglio, rivediamo, cosa bolle in pentola.   PORTA – Se ne vanno sia Sepe che Bassi, ambedue in scadenza (uno di prestito, uno di contratto) ed ambedue destinati a giocare altrove. Però potremmo dire che l’Empoli ha già tappato i buchi. Dalla Roma arriva in prestito Skorupski e dal Pisa rientra il prestito di Pelagotti. Il primo è già certezza, il secondo dovrà parlare bene con la società ma gli indizi portano ad un ritorno ad Empoli.   carli accardi calistriDIFESA – Questo, comprendendo anche i portieri, è di fatto il reparto che maggiormente verrà rivoluzionato. Se ne va Rugani, che torna dai suoi proprietari (Juve) i quali poi decideranno se tenerlo o darlo in prestito ad altri club. In rampa di partenza anche Mario Rui, appetito da diversi club con sempre al Fiorentina in pole (occhi anche alla Lazio) che però deve sistemarsi per bene con il nuovo allenatore. Partente molto probabile anche l’altro terzino, Hysaj, che ha Napoli e Lazio sulle sue tracce ma soprattutto ha la voglia di fare il salto e quindi è di difficile trattenimento. Le alternative, anche se come termine è sbagliato, sono in casa. Laurini tornerà a fare grandi cose e Barba è stato riscattato dalla Roma divenendo punto fermo della prossima stagione. Si aggiunge Dermaku che è tutto da scoprire e Tonelli. Tonelli (lo abbiamo scritto) lo vorrebbe con se Sarri, ma la sua motivazione è quella di continuare a fare bene con l’Empoli. Un nome caldo in entrata è quello di Bittante, avellinese nell’ultima stagione ma viola di proprietà.   CENTROCAMPO – Qui uno dei gioielli pregiatissimi di questo calciomercato. Mirko Valdifiori. Mirko lascerà Empoli, è arrivato, forse anche tardi, il momento di misurarsi in un top club e su di lui c’è già una bella asta. Il Napoli (anche grazie all’arrivo di Sarri) è da considerarsi in pole, il Toro  ci prova e Milan e Fiorentina restano serie alternative. Il nuovo tecnico non avrà a disposizione nemmeno Vecino, che salvo una situazione particolare in cui l’Empoli si trovi a trattare con i viola, magari proprio per Mirko, tornerà a Firenze in attesa di capire di che colore sarà la sua maglia. Per la mediana ci sono però due nomi importanti sui taccuini azzurri, al di la del ritorno di Ronaldo: Memushaj e Bjarnason. Attenzione poi a Signorelli, ne stiamo parlando poco, che se non avesse soddisfazione dal prossimo progetto tattico, potrebbe chiedere di andare.   ATTACCO – Se in difesa si cambierà molto, qui si cambierà poco. Difficile che resti Simone Verdi (da decidere chi lo prenderà tra Toro e Milan) c’è però la situazione di Saponara che è di forte interesse. Negli ultimi sei mesi “The Magic” si è ripreso con gli interessi tutto quello che il Milan gli aveva tolto e su di lui ci sono i più grandi club italiani. Lui vorrebbe rimanere, l’Empoli vorrebbe che restasse. Se chi compra (10 mln la base d’asta) lo lascia in prestito avrà di certo un canale preferenziale. All’attuale rosa dovrebbe essere integrato un elemento importante, ad oggi il nome di Galano è quello più forte ma piace (anche se un articolo ad hoc non è stato fatto) anche Melchiorri del Pescara. Da non sottovalutare anche la candidatura di Rosseti e Giannetti, attaccanti che a Empoli potrebbero fare il definitivo salto di qualità.   Siamo solo a metà giugno, ci sono ancora due mesi abbondanti di musica da ascoltare.   Alessio Cocchi  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy