Mercato Azzurro | La situazione

Mercato Azzurro | La situazione

E’ ancora lungo il tempo che ci separa dalle 23:00 di lunedì 1 febbraio, momento in cui suonerà il gong che metterà fine a questa sessione di mercato rimandando tutto alla prossima estate. Un tempo questo in cui ne sentiremo sicuramente molte e magari, forse, ne vedremo pure. Quello che succede

Commenta per primo!

carli marcelloE’ ancora lungo il tempo che ci separa dalle 23:00 di lunedì 1 febbraio, momento in cui suonerà il gong che metterà fine a questa sessione di mercato rimandando tutto alla prossima estate. Un tempo questo in cui ne sentiremo sicuramente molte e magari, forse, ne vedremo pure. Quello che succede intorno alla società azzurra è molto semplice ed ormai tutti sono allineati. Sono due i giocatori che il mercato in questo momento mette in forte visibilità e sono due difensori centrali: Tonelli e Barba.   Il primo è richiesto dalla Roma, che ha già sparato un colpo mettendo sul piatto 7 milioni di euro, già rispediti al mittente. Si attende la seconda mossa giallorossa, che potrebbe arrivare tra oggi e domani, con il rialzo dell’offerta a 10 milioni di euro, cifra indubbiamente importante ma che potrebbe, adesso, non convincere ancora Carli ed il Presidente Corsi. Privarsi in questo momento di un giocatore come Lorenzo significa in qualche modo andare a stravolgere un equilibrio consolidato, con oltretutto un giocatore che non sta assolutamente facendo pressioni per poter vestire una maglia sicuramente prestigiosa come quella della Roma.   Per Barba ci sono gli occhi del Napoli ma anche quelli dell’Inter, nerazzurri però leggermente più defilati rispetto alla squadra allenata da Sarri che in Federico potrebbe sicuramente trovare un elemento da inserire immediatamente conoscendo bene il gioco difensivo dell’allenatore partenopeo. Anche qui c’è già stato un tentativo che di fatto è andato nettamente fuori bersaglio con i 2 milioni proposti da De Laurentiis; si attende il secondo colpo che però (stando a quanto ci arriva) dovrebbe essere aumentato di un solo milione, poco anche in questa situazione per far privare l’Empoli di un giocatore certamente meno felice di Tonelli (il fatto che no voglia rinnovare il contratto la dice lunga) ma che per Giampaolo è prezioso essendo la primissima scelta dopo i due titolari, come hanno dimostrato le ultime tre gare.   Poco anche per quelli che possiamo definire i movimenti “secondari” con Camporese appetito da alcuni club di B e Dermaku che ha invece richieste in LegaPro con il Lecce su tutte. Il primo difficilmente verrà lasciato andare, salvo fatta eccezione per una specifica richiesta dello stesso, mentre Dermaku negli ultimi giorni di mercato potrebbe essere sistemato.   In entrata c’è sempre il nome di Antei, difensore centrale che piace e sul quale si stanno facendo seri ragionamenti, al netto di una eventuale cessione dei due sopra nominati. Si sa che per entrare nel gioco difensivo dell’Empoli ci vuole tempo e quindi la formula del prestito per un anno e mezzo (visto che a giugno almeno Tonelli lascerà con certezza) è quella più congrua. Il Sassuolo oltretutto avrebbe già fissato in poco più di 3,5 milioni il riscatto. Quello che possiamo aggiungere, mettendoci un po’ di nostro, è che se Antei davvero dovesse arrivare, forse, un pizzico più di “leggerezza” nella situazione Barba ci potrebbe essere. Carli, dal canto suo, continua a ribadire che nessun se ne andrà a gennaio almeno che non arrivi l’offerta che davvero spiazza tutti, ma il ds ( e noi la vediamo come lui) è convinto che nessuno dei calciatori in oggetto, includiamo anche gli altri uomini mercato, non subiranno deprezzamenti in questi 5 mesi e quindi il gioco estivo potrebbe essere ancora più interessante.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy