Mercato Azzurro: piace Obodo del Pisa

Mercato Azzurro: piace Obodo del Pisa

Il campionato non è ancora finito e quello dell’Empoli in particolare potrebbe avere anche un pericoloso prologo finale, ma non per questo gli operatori di mercato stanno con le mani in mani.   Ed è notizia di questa mattina, battuta dall’edizione pisana de “La Nazione” che anche gl

Commenta per primo!

Il campionato non è ancora finito e quello dell’Empoli in particolare potrebbe avere anche un pericoloso prologo finale, ma non per questo gli operatori di mercato stanno con le mani in mani.   Ed è notizia di questa mattina, battuta dall’edizione pisana de “La Nazione” che anche gli azzurri sarebbero molto interessati, e di conseguenza sulle sue tracce, al centrocampista ghanese, in forza al Pisa, Kenneth Obodo.   E’ il DG pisano, Lucchesi, vecchia conoscenza azzurra, a far capire che sul giocatore africano si è aperta una vera e propria asta , con molte squadre dell’attuale campionato cadetto, che si sarebbero già mostrate molto interessate verso il giocatore, tra queste, confermato proprio dallo stesso Lucchesi, anche l’Empoli.   Obodo, classe 1985, è il fratello minore del più famoso Christian (nonostante due passaporti diversi) , attualmente in forza al Lecce, pilastro per 5 anni dell’Udinese. Il giocatore, dopo un periodo di appannamento è esploso sotto la “Torre Pendente”, grazie alla mano di Alessandro Pane, uomo da sempre vicino all’Empoli, che potrebbe anche aver consigliato ai nostri dirigenti il calciatore. Obodo è in scadenza di contratto e difficilmente, nonostante ci stiano provando i nerazzurri, prolungherà col Pisa. Le sue caratteristiche principali sono senza dubbio la rapidità e la buona visione di gioco.   Come detto su di lui diversi club, con quello del Grosseto che pare in leggero vantaggio grazie all’arrivo del nuovo DS Minguzzi che ha nei confronti del Pisa un canale che potremmo anche definire preferenziale.   Forse è presto per dire che siamo già nel calciomercato, ma di certo questo sta iniziando a scaldare i motori.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy