Mercato Azzurro: Tramite Parma si avvicina Ciofani

Mercato Azzurro: Tramite Parma si avvicina Ciofani

A dire il vero, la notizia, è già un paio di gorni che fa capolino su alcuni siti specializzati in calciomercato, e noi, vogliamo essere sinceri, l’abbiamo un po’ ignorata. Da una parte per il grande lavoro che stiamo facendo verso questo playout e dall’altra perchè, come sempre accade quando

Commenta per primo!

A dire il vero, la notizia, è già un paio di gorni che fa capolino su alcuni siti specializzati in calciomercato, e noi, vogliamo essere sinceri, l’abbiamo un po’ ignorata. Da una parte per il grande lavoro che stiamo facendo verso questo playout e dall’altra perchè, come sempre accade quando le notizie non sono nostre esclusive, volevamo aprofondirla.   Di fatto, e si parla di calciomercato, c’è un giocatore che potrebbe vestire la casacca azzurra nella prossima stagione e questi è Daniele Ciofani, calciatore di proprietà del Parma rientrato in Emilia dal prestito al Gubbio.   Ciofani è un attaccante, classe 1985, ed in stagione ha segnato 7 volte. Prima dell’esperienza in Umbira per lui c’era stata una lunga  militanza nell’Atltetico Roma, contribuendo, due stagioni fa all’arrivo nella finale playoff persa poi con la Juve Stabia. In quella stagione timbrò il cartellino be 16 volte. Ciofani sembra davvero, anche per le informazioni che soprattutto ieri siamo riusciti a reperire, vicino agli azzurri, indipendentemente dalla categoria in cui il prossimo anno giocheremo. C’è un lungo discorso, già avviato, con il Parma che nelle prossime giornate vedrà su tutto il riscatto di Musacci verso i ducali e poi i prestiti di Coppola e Ze Eduardo. Il primo diffiicilmente resterà in azzurro, ma sul secondo, soprattutto se dovessere essere serie B, si cercherà di poter rinnovare il prestito, magari a quel punto in comproprietà.   Una mossa importante quella della dirigenza azzurra volta ad assicurarsi un giocatore prezioso già da subito, perchè (il discorso hainoi va fatto), se gli azzurri dovessero malauguratamente scendere di categoria, si troverebbero ad avere il parco attaccanti praticamente azzerato se non per i ritorni di Pucciarelli e di Coralli (su quest’ultimo da capire alcune cose).   Adesso, cosi come lo è la nostra, pensiamo che anche le teste dei nostri Dg e Ds siano volte al “Menti”, però la semina sta giustamente iniziando, perchè dal 9 giugno, in ogni caso, ci sarà da programmare ed allestire la nuova squadra.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy