Mercato – Forestieri a breve e non solo

Mercato – Forestieri a breve e non solo

Messi sotto nafta i nomi dei primi papabili candidati a divenire giocatori azzurri, Taddei, Insigne ed anche il ritorno di Dumitru, tutta gente che ad oggi sembra davvero lontana nonostante su ognuno di loro ci sia stata l’attenzione della società, si gurda da qualche giorno alla possibilità dell’

Commenta per primo!

Messi sotto nafta i nomi dei primi papabili candidati a divenire giocatori azzurri, Taddei, Insigne ed anche il ritorno di Dumitru, tutta gente che ad oggi sembra davvero lontana nonostante su ognuno di loro ci sia stata l’attenzione della società, si gurda da qualche giorno alla possibilità dell’arrivo di Fernando Forestieri dell’Udinese.   Il giocatore e la società friulana sembrerebbero d’accordo al passaggio ad Empoli, ci sono però alcuni detteagli che si cerca di mettere apposto, perchè il giocatore che potrebbe arrivare anche domani mattina con la formula del prestito secco fino a giugno, potrebbe interessare a Vitale & C. anche in previsione futura, essendo un classe ’90 e sapendo che il prossimo anno, con la quasi certa partenza di Musacci, Forestieri potrebbe essere una pedina importante per essere quel trequartista puro che ad Empoli verrebbe a mancare.   Udinese ed Empoli hanno non da adesso ottimi rapporti, i casi di Angella e Fabbrini sono gli ultimi in ordine cronologico ma sono quelli aperti in questo momento, operazioni importanti per ambedue le società che hanno ovviamente dei canali preferenziali l’un l’altra. Questo è importante perchè sulle traccie dell’italo-argentino (ricordiamo che il giocatore è nato e cresciuto in Argentina ma ha passaporto italiano con tanto di presenze in rappresentative nazionali azzurre) ci sono altri club di cadetteria, addirittura il Torino che potrebbe offrire come merce di scambio un giocatore molto appetibile a Pozzo come D’Ambrosio.   Forestieri, e qui ci prendiamo la responsabilità di un forte sbilanciamento, dovrebbe arrivare all’ 80%, ma non sarà l’unico arrivo, non sarà lui quindi l’unica pedina che andrà a rafforzare la squadra in questa seconda parte di campionato dove se da una parte c’è una classifica ancora non a rischio, dall’altra c’è un trend davvero negativo da rinsanare al più presto.   La famosa punta di peso, quella sulla quale si stanno concentrando gli sforzi della dirigenza azzurra, arriverà, e in parte la ripartenza di Caturano (visto che qualcuno aveva ipotizzato nel suo rientro una sorta di colmamento del reparto avanzato) ne è la dimostrazione. Difficile ancora fare nomi, quello che possiamo dire è che la caccia è aperta.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy