Meteore Azzurre | 5a puntata: Pierre Giorgio Regonesi

Meteore Azzurre | 5a puntata: Pierre Giorgio Regonesi

La quinta puntata del viaggio che ci farà riscoprire quei calciatori passati da Empoli e dei quali si sono perse le tracce.   LA PARENTESI AZZURRA – Terzino sinistro e mancino naturale, Pierre Giorgio Regonesi arrivò a Empoli nel 1999, forte di tre anni passati all’Atalanta, squadra con la

Commenta per primo!

La quinta puntata del viaggio che ci farà riscoprire quei calciatori passati da Empoli e dei quali si sono perse le tracce.   pierre regonesi empoliLA PARENTESI AZZURRA – Terzino sinistro e mancino naturale, Pierre Giorgio Regonesi arrivò a Empoli nel 1999, forte di tre anni passati all’Atalanta, squadra con la quale aveva fatto anche tutta la trafila giovanile. Il calciatore era molto promettente, tant’è che su di lui aveva messo le mani anche la Juventus, che ne aveva acquistato la comproprietà dagli orobici per 5 miliardi di lire. In azzurro rimase per una stagione e mezza, collezionando diciotto presenze in B, condite anche da due reti. Da ricordare soprattutto il gol segnato al Ravenna (1-1), degna conclusione di un’azione personale partita praticamente da metacampo.   LE STAGIONI SUCCESSIVE – Chiusa la parentesi empolese, Regonesi tornò a giocare a Bergamo ma non nella squadra che lo aveva lanciato, bensì nell’Albinoleffe. Con i lombardi vi rimase fino al 2006, contribuendo da protagonista alla loro promozione dalla C1 alla B e realizzando ben 14 reti totali. Conclusasi questa esperienza passò al Rimini, disputando coi romagnoli quattro stagioni complessive, di cui tre in Serie B. Erano gli anni del miracoloso Rimini che arrivò prima quinto e poi settimo nella serie cadetta: soprattutto in questi due anni Regonesi si distinse per l’ottimo rendimento e per le tante partite giocate. Nel 2010 tornò al suo precedente club, l’Albinoleffe, concludendovi di fatto la sua carriera professionistica.  

Regonesi (il secondo in piedi da sinistra) con la maglia del Casazza
Regonesi (il secondo in piedi da sinistra) con la maglia del Casazza
CHE FINE HA FATTO – Nel 2014, a 35 anni, Pierre Regonesi si svincola dall’Albinoleffe e decide di accasarsi al MapelloBonate, squadra militante nel campionato di Serie D. Dopo una stagione nella quale la compagine bergamasca riesce a salvarsi, decide di cambiare casacca e di scendere di due categorie: stavolta firma per il Casazza (anch’essa bergamasca), squadra che sta lottando con le unghie e con i denti per non retrocedere in Prima Categoria.     Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy