Meteore Azzurre | 6a puntata: Ibrahim Abdul Razak

Meteore Azzurre | 6a puntata: Ibrahim Abdul Razak

La sesta puntata del viaggio che ci farà riscoprire quei calciatori passati da Empoli e dei quali si sono perse le tracce.   LA PARENTESI AZZURRA – Il calciatore ghanese Ibrahim Abdul Razak vestì la maglia azzurra nella stagione 2001-2002 – quella della promozione in Serie A con Silvio Bald

Commenta per primo!

La sesta puntata del viaggio che ci farà riscoprire quei calciatori passati da Empoli e dei quali si sono perse le tracce.   EMPOLI CALCIO 2003/04LA PARENTESI AZZURRA – Il calciatore ghanese Ibrahim Abdul Razak vestì la maglia azzurra nella stagione 2001-2002 – quella della promozione in Serie A con Silvio Baldini in panchina – e collezionò in tutto tre spezzoni di gara. Considerato un centrocampista di qualità, venne convocato nel 2001 per la fase finale dei Mondiali Under 20 che vide la vittoria dell’Argentina in finale proprio contro il Ghana: l’azzurro disputò tutte e sette gli incontri di qualificazione, riuscendo a segnare il gol del vantaggio (gli africani si imposero poi per 2-1 dopo i tempi supplementari) contro il Brasile nei quarti. Come detto, però, con la casacca dell’Empoli non riuscì ad imporsi, anche a causa di un carattere un po’ fumantino: dopo il prestito biennale al Saint-Etienne tornò a Empoli la stagione successiva, ma venne presto ceduto a titolo definitivo.   LE STAGIONI SUCCESSIVE – Concluso il rapporto con l’Empoli, Razak si trasferì in Israele: firmò un contratto con il Maccabi Netanya, squadra con la quale rimase per due anni collezionando un buon bottino di 12 gol e 16 assist. Purtroppo per lui, però, un grave infortunio al ginocchio lo costrinse a stare fermo per 6 mesi nel momento forse più fulgido della sua carriera. Passò quindi in prestito all’Hapoel Ra’anana, sempre nel massimo campionato israeliano, ma la sua avventura fu tutt’altro che felice. Decise allora di tornare nella sua terra, il Ghana, e firmò un accordo con il Liberty Professionals, club con il quale era cresciuto. Nel 2009 passò agli egiziani del El-Ittihad con i quali scese in campo però solo cinque volte. Dopo l’Egitto Razak fece ritorno in Israele per vestire, stavolta, le maglie di Hapoel Akko (30 presenze e 3 gol in un anno e mezzo) e di Amutat Hapoel Be’er Sheva (per soli sei mesi, in cui scese comunque in campo 11 volte).   razak_acreCHE FINE HA FATTO – Al termine della sua nuova esperienza israeliana, nel 2012 l’ex centrocampista offensivo azzurro continua il suo peregrinare e approda in Vietnam al Vissai Ninh Binh, con il quale scende in campo ventitrè volte nel massimo campionato vietnamita. Sono queste le ultime tracce che abbiamo del calciatore ghanese, del quale però siamo riusciti a reperire un video con le sue migliori performances nella massima serie israeliana, campionato in cui Razak ha indubbiamente raccolto le sue migliori soddisfazioni calcistiche.     Simone Galli  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy