Meteore Azzurre | 8a puntata: Marco Pecorari

Meteore Azzurre | 8a puntata: Marco Pecorari

L’ottava puntata del viaggio che ci farà riscoprire quei calciatori passati da Empoli e dei quali si sono perse le tracce.   LA PARENTESI AZZURRA – Anche lui prodotto del vivaio juventino, Marco Pecorari arrivò a Empoli nell’estate del 1997, in contemporanea con la prima stagione in Serie A

Commenta per primo!

L’ottava puntata del viaggio che ci farà riscoprire quei calciatori passati da Empoli e dei quali si sono perse le tracce.   pecorari empoliLA PARENTESI AZZURRA – Anche lui prodotto del vivaio juventino, Marco Pecorari arrivò a Empoli nell’estate del 1997, in contemporanea con la prima stagione in Serie A degli azzurri di Spalletti. Era un difensore promettente, che faceva del gioco aereo e della fisicità le sue darmi migliori: in realtà, però, risultò troppo acerbo per il massimo campionato italiano e la sua esperienza in Toscana durò solo una stagione. Alla fine riuscì a scendere in campo 3 volte, la prima delle quali il 4 gennaio 1998 a Lecce (la partita finì 2-2). In estate tornò alla Juventus per fine prestito, ma fu dal Genoa che riprese la sua giovane carriera.   LE STAGIONI SUCCESSIVE – Come detto, Pecorari ripartì da Genova, sponda rossoblù, ma anche qui la sua esperienza durò solo un anno: nel 1999 passò infatti al Crotone, rimanendovi per quattro e anni e conquistando, tra l’altro, la promozione in Serie B. Svincolatosi dai calabresi, nel 2003 si accasò alla Triestina, che allora stava disputando il campionato cadetto. Dopo due campionati in Friuli tornò finalmente a calcare i campi della A con la maglia del Lecce prima e dell’Ascoli – in prestito – poi. Nel 2007 passò allo Spezia, con il quale riuscì a centrare la salvezza in B: da ricordare, per lui e per i tifosi spezzini, la rete realizzata contro la Juventus che valse la vittoria all’ultima giornata. Dopo aver indossato le casacche di Ravenna e Avellino, nel 2009 venne acquistato dall’Arezzo, con il quale Pecorari scese anche di categoria (in Serie D) per via del fallimento della società. Con la maglia amaranto collezionò quasi cento presenze, con l’aggiunta di quattro reti, e cominciò l’attività – in parallelo a quella di calciatore – di collaboratore della Scuola Calcio.   marco pecorariCHE FINE HA FATTO – Nel 2014 Pecorari passa al Vado, squadra ligure militante nel campionato di Serie D. Ma dura poco la sua esperienza in Liguria, perché a gennaio viene ingaggiato dalla Cossatese, squadra di un comune della provincia di Biella (Cossato) e partecipante al campionato di Promozione. Nel 2015 finisce al Lucento, altra squadra di Promozione, con la quale comincia a collaborare anche in veste di allenatore degli Allievi.   Simone Galli     Puntate precedenti: 7a puntata: Tonino Martino 6a puntata: Ibrahim Abdul Razak 5a puntata: Pierre Giorgio Regonesi 4a puntata: Vincenzo Palumbo 3a puntata: Fabio Artico 2a puntata: Roberto Chiappara 1a puntata: Rey Volpato  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy