Mister MARTUSCIELLO nel pregara: “Vogliamo la vittoria”

Mister MARTUSCIELLO nel pregara: “Vogliamo la vittoria”

Niente cabala per il mister: è il suo esordio ufficiale al “Castellani” e vuole passare il turno

Domani sabato 13 agosto, Stadio “Castellani”, ore 20.45, si gioca Empoli – Vicenza. Si ripropone per la terza volta l’incontro con i biancorossi in occasione del debutto di un allenatore sulla panchina azzurra, e sempre in gare di Coppa. Era successo con Sarri e lo scorso anno con Giampaolo. Due sconfitte su due. Ma per mister Martusciello non deve valere il detto: “non c’è due senza tre” perché lui questa gara la vuole vincere.

“Sarà una gara difficile e speriamo in un mio esordio positivo sia per il risultato che per il futuro a cui andrò incontro sulla panchina dell’Empoli. Spero che avrò capacità e la fortuna per attraversare questo Campionato con grandi successi. Ci sto mettendo tutto quello che occorre: cuore, passione, lavoro. Perciò posso dire che la fortuna non la aspetto ma me la vado a prendere. L’obiettivo è passare il turno e confermare quanto di buono si à fatto fino qui. Sappiamo che il Vicenza è una squadra forte, con un allenatore (Franco Lerda, nd.r.) bravo e che stimo. Spero che la nostra squadra offra qualcosa in più in termini di maggiore conoscenza degli schemi e del nostro gioco. Ho visto i giocatori carichi, si sono impegnati molto, pur non sapendo chi di loro scenderà in campo. Ancora non ho comunicato l’undici titolare perché nasce da quello che ho visto dai giocatori durante la settimana. Diciamo che ho avuto conferma su alcune scelte mentre per altre mi trovo un po’ in difficoltà. E questo è un bene, ben venga questo tipo di reazione da parte dei giocatori, perché testimonia che c’è da parte di tutti disponibilità ed applicazione. Poi sta a me capire quali sono quelli che possono in questo momento darmi di più ma non posso che elogiare tutti per la professionalità e l’impegno dimostrati, fin dal primo giorno del ritiro al quale, peraltro, si sono presntati già preparati. Questo a testimoniare che, al di là dell’aspetto professionale, sono persone perbene anche fuori dal campo. A chi mi dice che il Vicenza ha diversi giocatori indisponibili rispondo che sì, è vero, ma l’allenatore è bravo e cercherà comunque di metterci in difficoltà. Il Vicenza è una squadra che sa quello che vuole. Prevedo che partirà in sordina e che ci costringerà ad una gara che richiederà, da parte nostra, grande applicazione. Un po’ come successe sabato scorso nella gara col Nantes nella quale la nostra prestazione è stata importante. Da parte mia e della squadra, al di là della cabala (nei due precedenti di Coppa il Vicenza ha vinto ma l’Empoli poi ha conquistato la salvezza in Campionato, n.d.r.), vogliamo passare il turno. La Coppa Italia è una manifestazione importante e che consente inoltre di far scendere in campo quei giocatori che nelle gare di Campionato hanno avuto meno spazio. Saponara? Al di là delle voci di mercato che lo riguardano ha avuto una reazione straordinaria, da molto tempo non lo vedevo così. E’ felice di giocare e sta fornendo prestazioni che vanno ad esaltare le qualità sue e di tutto il gruppo. Le notizie di mercato destabilizzano forse l’esterno ma non certo lo spogliatoio e tantomeno Riccardo”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy