Nicola Pozzi: “Sarà emozionante tornare al Castellani”

Nicola Pozzi: “Sarà emozionante tornare al Castellani”

Se non ci saranno particolari colpi di scena nel prossimo mercato, nella prossima stagione di serie B, al “Castellani” ci sarà un ritorno eccellente, quello di Nicola Pozzi. Gli abbiamo rubato alcuni minuti per un saluto e per alcune considerazioni.   Nicola, inutile parlare della stagione

Commenta per primo!

Se non ci saranno particolari colpi di scena nel prossimo mercato, nella prossima stagione di serie B, al “Castellani” ci sarà un ritorno eccellente, quello di Nicola Pozzi. Gli abbiamo rubato alcuni minuti per un saluto e per alcune considerazioni.   Nicola, inutile parlare della stagione della Samp. Ti abbiamo letto in volto il tuo grande rammarico per come è finita: C’è poco da aggiungere se non continuare a chiedere scusa ai nostri tifosi ribadendo che noi abbiamo fatto tutto il possibile fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche e tornare subito in serie A.”   Quasi alla stregua del capitano Palombo, ti sei preso molto a cuore questa maglia dichiarandole fedeltà anche in B: Ci mancherebbe. Ho avuto molto da loro, dalla gente in particolar modo e devo provare a restituire il loro affetto impegnandomi al massimo. Sarebbe meschino andare via nel momento del bisogno, la società sa perfettamente quali sono le mie volontà ed il fatto di riscendere in serie B è l’ultimissimo dei miei problemi.”   Scendere in B significherà inevitabilmente incrociare l’Empoli. Sarà la tua prima da avversario, come la vivrai? Intanto, come ti ricorderei, c’eravamo lasciati augurandoci di ritrovarci da avversari, magari in serie A e non in B. Come la vivrò? Cerco di non pensarci, sarà sicuramente un’emozione grandissima. Quello che ho vissuto ad Empoli sarà irripetibile, ed alla società azzurra sarò grato a vita per avermi lanciato nel grande calcio credendo fin da subito nelle mie possibilità ed aspettandomi nel momento del mio infortunio. Siamo professionisti ed in campo darò il massimo per la mia squadra, ma sarà una grande giornata.”   E’ presto per parlare di Empoli e Samp 2012, ti chiedo semmai un giudizio sulla stagione appena terminata degli azzurri: Ho seguito spesso l’Empoli, sono venuto anche un paio di volte allo stadio. E’ stato un buon campionato, c’erano diversi giovani alla prima esperienza tra i professionisti, non era facile. Ha fatto un buon lavoro anche Aglietti che ho avuto il piacere di conoscere la scorsa stagione, l’aver sfiorato i playoff è stato un buon risultato. Sono sicuro che il prossimo anno, se l’ossatura della squadra rimarrà pressochè invariata, farà un campionato da protagonista.”   Buone vacanze ed a presto: Un saluto a tutta Empoli in attesa di riabbracciarci”.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy