PAGELLONE AZZURRO | Laurinì chiude tutto, Maccarone geniale, Saponara gol d’autore, Tavano assist-man…

PAGELLONE AZZURRO | Laurinì chiude tutto, Maccarone geniale, Saponara gol d’autore, Tavano assist-man…

LANCIANO – Per la prima volta non è difficile stilare le nostre pagelle: perchè l’Empoli vince, perchè gioca bene, per alcuni tratti della partita davanti al “bene” ci aggiungiamo anche un “molto”; perchè concede davvero poco agli avversari, e perchè finalmente il primo episodio del match pesa

LANCIANO – Per la prima volta non è difficile stilare le nostre pagelle: perchè l’Empoli vince, perchè gioca bene, per alcuni tratti della partita davanti al “bene” ci aggiungiamo anche un “molto”; perchè concede davvero poco agli avversari, e perchè finalmente il primo episodio del match pesa a nostro favore (miracoloso salvataggio sulla linea del francese Laurinì dopo dieci minuti di partita…).

 

L'Empoli ha appena segnato il gol dell'1-0 con MaccaroneBASSI 6,5 – A sorpresa Sarri lo manda in campo dal primo minuto quando le gerarchie di inizio stagione facevano pensare ad un impiego di Pelagotti. Davide torna a vestire la casacca azzurra in gare ufficiali dopo due stagioni lontane da Empoli, e lo fa in un momento non propriamente felice per i colori azzurri. Quando chiamato in causa si fa trovare pronto, bravo nel finale di gara ad opporsi con i piedi alla conclusione ravvicinata di Vastola e dire NO! all’ennesimo gol subito. Per la prima volta in questa stagione la difesa azzurra esce imbattuta da un match.

 

LAURINI’ 7 – Questo ragazzo, arrivato ad Empoli da Carpi, è alla prima apparizione in Serie B dopo aver calcato tutti i campi di ogni categoria italiana dai dilettanti della D, passando per la LegaPro, ed alla sua prima stagione in B per il momento è una delle continue note positive del campionato azzurro. Nella partita di Lanciano offre la prestazione più convincente da quando è ad Empoli. Chiude la sua fascia di competenza e quando Bassi non ci arriva, al minuto 10, lui si allunga in scivolata e salva lo 0-0. Per noi è l’episodio chiave che, insieme al successivo gol di BigMac, incanala la strada nel verso giusto.

 

FERREIRA 6,5 – Costretto ad uscire per un colpo ad un ginocchio nel secondo tempo. Il portoghese è molto giovane, ed alla prima vera esperienza della carriera nel calcio prof ma contro il Lanciano ha dimostrato che se acquisisce un pò di esperienza e maggiore fiducia nei propri mezzi potrà risultare molto importante per l’assetto difensivo azzurro.

 

REGINI 6 – Entra nel secondo tempo al posto di Ferreira e esegue i dettami tattici del mister.

 

PRATALI 6,5 – Il “Pampa” partecipa all’unica sbandatura difensiva dell’incontro che poteva costare cara ma, come tutti i compagni, deve dire grazie alla fortuna e all’intervento di Laurinì che evita lo 0-1. Poi passato il pericolo e lo spavento cresce a prende in mano la difesa conducendola alla prima gara senza gol incassati.

 

CRISTIANO 6,5 – Oltre a Bassi tra i pali la mossa “a sorpresa” di Sarri è rappresentata dall’impiego dell’ex dell’Albinoleffe come terzino sinistro. Del pacchetto arretrato è quello che soffre maggiormente la manovra degli avversari, ma alla fine la sua prestazione è ampiamente sufficiente. E considerato che spesso ha anche appoggiato gli azzurri in fase offensiva, sfiorando anche il gol nella prima frazione, si va a guadagnare anche mezzo voto in più.

 

HISAJ 6 – Sembrava destinato a giocare dal primo minuto. Riesce comunque ad essere della partita entrando al posto dell’esausto Cristiano, e svolge il suo compito senza commettere sbavature nonostante nel finale dalle sue parti mister Gautieri avesse mandato in campo uno scalpitante Ceccarelli, scuola Lazio…

 

MORO 6,5 – Solita generosa prestazione del capitano che non si risparmia mai, nemmeno sui duelli di centrocampo con il risultato già ampiamente acquisito di 3-0. Nei minuti finali, certamente provato per il match e probabilmente non lucidissimo, prova anche il tiro dalla distanza. Inesauribile…

 

VALDIFIORI 6 – Costretto ad uscire nel corso del primo tempo per un colpo ricevuto da un avversario. Mirko secondo noi stava offrendo una positiva prestazione… davvero sfortunato, ma siamo convinti che sia sulla strada giusta per uscire dal “tunnel” dell’anonimato…

 

SIGNORELLI 7 – Entra a partita in corso per sostituire l’acciaccato Valdifiori, ed entra bene nel match. Insieme a Moro forma un binomio vincente della mediana, e partecipa a numerose azioni d’attacco degli azzurri. L’azione del terzo gol dell’Empoli, che lo vede protagonista con la segnatura, parte proprio dai suoi piedi. Il riscatto del venezuelano è cominciato…

.

CROCE 6,5 – Per la prima volta novanta minuti dopo il brutto infortunio subito a Carrara. Si muove bene, partecipa a tutte le azioni offensive, crea e insieme ai compagni di centrocampo si impegna in fase di ripiegamento. Probabilmente deve trovare la condizione dopo tanto tempo passato lontano dal pallone, lo si capisce quando si avvicina agli ultimi metri di campo quando si nota che non ha ancora acquisito l’ultimo scatto di chi punta all’area di rigore avversaria. 

 

SAPONARA 8 – Il suo voto eguaglia il numero della maglia… 8 perchè il gol del momentaneo 2-0 è una perla di rara bellezza, una ciliegina sulla torta ad una prestazione già da 7,5. La sua composta esultanza è un calcio alla sfortuna avuta dalla squadra tra pali, episodi infelici e infortuni; …è un calcio a questo difficile momento… una voglia matta di iniziare a far bene. 

 

TAVANO 7 – Non segna e quando ci prova non è fortunato. Ma “Ciccio”, che sicuramente non è ancora al top, partecipa a due delle tre azioni-gol inventandosi assist-man.

 

MACCARONE 7,5 – Semplicemente geniale. “BigMac” era il più temuto da mister Gautieri e lo aveva detto anche ieri in diretta tv su Antenna10. “Da solo può fare reparto – aveva detto – figuriamoci insieme a Saponara e Tavano”. Il “Macca” segna il gol dell’1-0, sfiora poco dopo il 2-0, fa il movimento che taglia la difesa avversaria in occasione del terzo gol azzurro e tiene sempre in apprensione la difesa degli abruzzesi… anche quando la palla è relativamente lontana. 

 

MISTER SARRI 6,5 – Non osiamo pensare quante sigarette si sia fumato il tecnico azzurro prima e durante questa delicatissima sfida di campionato. A poche ore dal match aveva detto che contava solo vincere, così è stato.. è ed stato anche bello. Coraggiose le scelte di Bassi tra i pali e di Cristiano terzino sinistro, scelte che comunque hanno fruttato positivamente. Avanti con questo modulo…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy