PEnsieri Azzurri | “A caccia di un altro record”

PEnsieri Azzurri | “A caccia di un altro record”

E’ stato sicuramente il mercato il grande protagonista di quest’ultimo periodo, un mercato che come abbiamo già avuto modo di dire non ha impattato particolarmente sulla nostra squadra se non a livello di voci. Difficile capire e soprattutto sapere come i protagonisti di questi chiacchiericci a

Commenta per primo!

emp udi (17)E’ stato sicuramente il mercato il grande protagonista di quest’ultimo periodo, un mercato che come abbiamo già avuto modo di dire non ha impattato particolarmente sulla nostra squadra se non a livello di voci. Difficile capire e soprattutto sapere come i protagonisti di questi chiacchiericci abbiano vissuto questo mese, di fatto la squadra ha sempre risposto presente sul campo e se facciamo eccezione per la gara di Napoli (dove non vanno assolutamente dimenticati i meriti dell’avversario) ha sempre fornito prestazioni più che sufficienti. E’ stato cosi anche mercoledì contro l’Udinese, nonostante non si sia visto il miglior Empoli la squadra ha lottato fino alla fine trovando un meritatissimo gol che ha evitato una sconfitta che sarebbe stata veramente beffarda. Non ci si ferma un attimo ed ecco che domani si torna nuovamente in campo in questa settimana davvero intensa. A Bergamo contro l’Atalanta anche per “vendicare” la sconfitta dell’andata.   Se gli azzurri non sono stati toccati nell’undici titolare dall’ultima sessione di mercato, cosi certo non si puo’ dire per gli orobici che hanno visto partire pezzi da novanta come Denis ed il giovane Grassi per vedere arrivare due attaccanti d’esperienza come Borriello e Diamanti. Le gare all’”Atleti Azzurri d’Italia” sono sempre difficili ed ostiche, al di la di una squadra che cercherà proprio dalla gara di domani di rimettersi in carreggiata dopo un buon inizio di stagione, ci sarà da fronteggiare un pubblico sempre caldo al cospetto della posizione geografica della città che ospita. Gara che si preannuncia calda anche per due specifici calciatori azzurri come Tonelli e Livaja. Il primo, è storia recente, è stato vittima colpevolizzata di quanto successo al termine della gara dello scorso anno, con Denis (ormai già in argentina) che lo ha colpito a tradimento negli spogliatoi, il secondo è un ex per niente amato dal pubblico della Dea viste le forti polemiche che ci furono tra lui ed i tifosi nel periodo in cui ha vestito il nerazzurro bergamasco. Al di la però di queste situazione, per le quali alla fine crediamo non possa e non debba esserci niente di trascendentale, ci sarà da fronteggiare una partita importante che, a dispetto del periodo in cui siamo, con quindi ancora molto tempo davanti, potrebbe indirizzare la stagione azzurra.   Da parte nostra c’è l’assoluta certezza che la squadra si giocherà alla morte ogni partita di qui alla fine della stagione, ma con una salvezza di fatto già messa in cassaforte (inutile essere ipocriti) il rischio che la mancanza di un altro obbiettivo (che lo si raggiunga o meno non conta adesso) possa far calare l’attenzione c’è. E da questo punto, scusate il gioco di parole, i tre punti in palio domani possono essere davvero importanti. Nessuna pretesa, ci mancherebbe, però sarebbe davvero fondamentale poter essere attaccati al treno delle meraviglie, continuando cosi a dare un senso ad una stagione che seppur trionfale già cosi, possa in qualche modo fare perdere d’interesse anche a tutto il contorno. Vedremo, la gara è da giocare e non sarà sicuramente semplice. Ci vorrà ancora una volta una prova importante da parte di tutto il collettivo, con la speranza che alcuni singoli possano tornare velocemente ai loro migliori livelli, palesando quella qualità che gli ha contraddistinti fin qui. Andremo a Bergamo senza Croce, infortunato dell’ultimo minuto, con dunque la bella sorpresa stagionale di Buchel dalla quale ci si attende un’altra bella prestazione. E poi adesso, senza voler mancare di attenzioni verso nessuno, c’è però finalmente un Levan in più, ristabilito dall’ennesimo stop della carriera e pronto a mettersi a disposizione per i suoi colori ripartendo ancora da zero e ridimostrando al mondo, soprattutto quello che non ha la fortuna di viverlo ogni giorno, il suo valore. A Bergamo andremo oltretutto a caccia di quella sesta vittoria esterna stagionale che significherebbe record di sempre in serie A.   ORA E SEMPRE… FORZA EMPOLI !   Alessio Cocchi  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy