PEnsieri Azzurri | “Tutti in piedi al Castellani”

PEnsieri Azzurri | “Tutti in piedi al Castellani”

PEnsieri indubbiamente positivi  quelli che circolano nelle teste e nelle anime di tutti gli innamorati della nostra maglia azzurra, con la vittoria riportata da Palermo che come abbiamo già avuto modo di dire è indubbiamente un mattone davvero importante per la costruzione del nostro obiettivo.

Commenta per primo!

PEnsieri indubbiamente positivi  quelli che circolano nelle teste e nelle anime di tutti gli innamorati della nostra maglia azzurra, con la vittoria riportata da Palermo che come abbiamo già avuto modo di dire è indubbiamente un mattone davvero importante per la costruzione del nostro obiettivo. La gara di Frosinone, certo non distante cronologicamente da oggi, sembra però lontana un secolo, soprattutto in quel particolare clima respirato nell’immediato dopo gara. La squadra gira nei singoli e nel gruppo, ed anche gli episodi sembrano per una volta tanto porgerci un sorriso e camminare dalla nostra parte con la consapevolezza di poterci provare e di poter recitare anche quest’anno un ruolo importante ed affascinante in questo campionato, a differenza dei tanti pensieri (anche nostri) di inizio stagione. Ci sono dei momenti durante l’arco della stagione che rappresentano dei crocevia, crediamo che la partita di lunedì scorso ne rappresenti indelebilmente uno. Vissuta, sentita e vinta adesso però appartiene al passato.   empoli-genoa (1)Si viaggia giorno per giorno, partita per partita, come ci ricorda sempre il nostro allenatore ed allora guardiamo avanti e guardiamo a quanto avverrà domani nel nostro stadio, perché quella di domani è sicuramente una delle giornate più attese da tutto il popolo azzurro e da tutta la città. Stadio tutto esaurito ormai da diversi giorni proprio a dimostrazione della grande frenesia che c’è intorno a questa specifica partita, ma soprattutto grande voglia di misurarsi contro i campioni d’Italia che alla dodicesima giornata, non alla seconda, hanno soltanto un punto in più di noi. Ci arriviamo bene, in salute sia fisica che mentale e con quella libertà psicologica di non essere noi ad avere qualcosa da perdere ed oltre tutto ci arriviamo con la consapevolezza che per la prima volta nella storia il gap tra le due squadre non è così ampio. Sarà dura, sarà la solita battaglia, sarà una gara in cui servirà tanto cuore oltre alle indubbie qualità e doti tecniche, servirà anche la spinta di tutti coloro che saranno sugli spalti a tifare ovviamente i nostri colori in uno stadio che indubbiamente si dividerà al 50% tra tifosi azzurri e tifosi bianconeri. Ci ripetiamo rispetto ad altre gare giocate contro squadre importanti, blasoni, volendo sottolineare che non sono queste le partite dalle quali passa obbligatoriamente la salvezza dell’Empoli. Queste per noi saranno sempre un qualcosa in più, soltanto il pensare fino A qualche anno fa di poter riospitare ancora una volta la formazione juventina poteva assomigliare ad una follia, così come quando per la prima volta nel lontano 1987 le maglie bianconere calcavano il prato del nostro stadio Castellani trafitte da un gol di Ekstroem che mando in visibilio tutti i presenti quel giorno allo stadio.   Saranno novanta minuti intensi, con due squadre che giocheranno per vincere, unicamente per vincere, senza  timori e senza riverenze. Una gara importante e sentita da tutti i nostri ragazzi, cosi come da noi che la vivremo sugli spalti, ma siamo sicuri che per qualcuno, la gara di domani, avrà un sapore speciale. In primis Marco Goamapolo che a quella squadra, consacrando cosi una carriera brillante nel suo avvio, era davvero vicino. Forse anche lui non ha mai ben compreso come mai quel passaggio non si è concretizzato, cambiando di fatto anche il percorso della sua carriera che lo avava riportata a categorie inferiori, in quello che lui ha definito un periodo simile ad un ergastolo. Domani se la troverà di fronte, ed il suo Empoli, il SUO, sarà pronto ancora una volta a stupire con il gioco. Poi c’è Riccardo Saponara che in estate qualche ammiccamento importante lo ha avuto anche se il clamore mediatico è stato principalmente rivolto verso Napoli. Sono in molti a pensare che in Italia la sua prossima squadra possa essere quella, domani avrà tanti occhi addosso da parte dei dirigenti torinesi, e sulle testate nazionali già si sprecano le parole.   La gara di domani però si fonderà, almeno nella sua parte del “pre” con un altro evento sportivo che incollerrà davanti agli schermi milioni di persone in tutto il mondo. Si corre infatti domani l’ultimo gran premio del MotoGP 2015, un finale a cui si arriva sullo strascico della polemica Rossi-Marquez per quanto capitato nell’ultima corsa in Malesia. E’ arrivata la notizia, ieri, che la gara sarà trasmessa anche sul maxischermo dello stadio Castallani, vivendo cosi un pomeriggio già di per se andrenalinico con ancora più intensità, tifando ovviamente per “Il Dottore” nella speranza di sentire urlare il grande Guido Meda “Tutti in piedi sul divano, Rossi c’è, Rossi c’è!!!” e poi fargli eco noi, qualche ora più tardi, con un bel …  “Tutti in piedi al Castellani, l’Empoli c’è, l’Empoli c’è!!”   ORA E SEMPRE… FORZA EMPOLI !   Alessio Cocchi        

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy