Posticipo | La Samp batte la Reggina sotto il segno dell’Empoli

Posticipo | La Samp batte la Reggina sotto il segno dell’Empoli

C’è un Empoli che insegue la permanenza in serie B, quello contemporaneo, e c’è un pezzo di Empoli, facente parte della storia, che invece sta lottando per tornare in Serie A. La Sampdoria supera la Reggina per 3-1, nel primo dei tre posticipi della giornata numero 39 della serie cadetta andato in

I grandi ex azzurri della Samp: il brasiliano Edèr e il bomber Nicola PozziC’è un Empoli che insegue la permanenza in serie B, quello contemporaneo, e c’è un pezzo di Empoli, facente parte della storia, che invece sta lottando per tornare in Serie A. La Sampdoria supera la Reggina per 3-1, nel primo dei tre posticipi della giornata numero 39 della serie cadetta andato in scena all’ora di pranzo, grazie alle prodezze degli ex empolesi Edèr e Pozzi.

.

Pozzi cala addirittura una straordinaria tripletta.

Doriani in vantaggio già dopo tredici minuti. Giocata del brasiliano Edèr sulla sinistra, palla in mezzo e conclusione in rete di Pozzi. Sulla conclusione di Pozzi c’è una sfortunata deviazione decisiva di un altro ex empolese, Gabriele Angella che devia la conclusione dell’attaccante blucerchiato beffando il proprio portiere Belardi.

.

La partita dunque si mette subito nei binari giusti per la Sampdoria che al minuti 36 raddoppia. Munari lavora un bel pallone per Pozzi che si fa trovare smarcato in area di rigore. Nicola si inventa un gol incredibile infilando il pallone tra palo e portiere.

Si va al riposo sul 2-0 Samp. Nella ripresa la squadra blucerchiata cerca di dettare i ritmi della partita, nonostante la Reggina si dimostri squadra viva. Tra i blucerchiati si fa male Juan Antonio, al suo posto entra un altro ex empolese, Pasquale Foggia.

.

Al 14′ la Sampdoria triplica. Il gioiellino blucerchiato Obiang serve in area di rigore Pozzi che lascia partire un bolide di sinistro che si infila sotto la traversa; 3-0 Samp e tripletta di Nicola Pozzi.

.

Due minuti dopo mister Iachini decide di sostituire Pozzi con Pellè, lo stadio Marassi si alza tutto in piedi per la standing ovation per l’ex azzurro.

Un altro ex, Edèr, è ispiratissimo e sfiora più volte il poker blucerchiato. Al 26′ la Reggina realizza il gol con Melara, e per una decina di minuti prova a forzare nel tentativo di riaprire il match. Ma la Samp regge bene l’urto dei calabresi che pian piano perdono convinzione e lucidità, così nel finale la Sampdoria sfiora ancora il quarto gol prima con Edèr poi con Foggia.

.

Finisce così: Sampdoria-Reggina 3-1; la formazione ligure, con gli ex empolesi assoluti protagonisti, ora è in piena zona Play Off, lo stadio Luigi Ferraris scoppia in festa… la serie A da stasera è più vicina.

.

Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy