Potrebbe essere blucerchiato il futuro di Sarri…

Potrebbe essere blucerchiato il futuro di Sarri…

Speriamo arrivi presto il 31 maggio, o comunque i primi giorni di giugno, e speriamo che mister e società abbiano le idee chiare e quanto prima ci facciano sapere quello che sarà il futuro di Maurizio Sarri. Quello che non vorremmo vivere è una sorta de telenovela e, conoscendo un pizzico l’allen

Commenta per primo!

sarriSperiamo arrivi presto il 31 maggio, o comunque i primi giorni di giugno, e speriamo che mister e società abbiano le idee chiare e quanto prima ci facciano sapere quello che sarà il futuro di Maurizio Sarri. Quello che non vorremmo vivere è una sorta de telenovela e, conoscendo un pizzico l’allenatore ma anche i nostri dirigenti, la concretezza, il rispetto reciproco ma anche quello verso la piazza, dovrebbero prevalere. Intanto, riparte la musica, e ripartono le voci su quello che potrebbe essere il futuro prossimo del mister valdarnese.   La Samp sembrerebbe in questo momento la società più vicina. A Genova si andrà quasi sicuramente ad un cambio in panchina, come confermatoci da chi vive il blucerchiato 24h al giorno ed il nome di Sarri è quello che piace di più. Ad essere precisi, da quanto raccontatoci proprio dal capoluogo ligure, anche il nome di Donadoni è uno di quelli caldi, ma il presidente Ferrero si sarebbe fatto scappare degli apprezzamenti verso il nostro attuale allenatore, mettendolo cosi di diritto in pole position nella griglia che i vari colleghi che seguono la Samp stanno facendo. La panchina della Samp potrebbe essere anche di gradimento a Sarri. Grande club, grandi ambizioni ma anche semplicità, ambiente familiare e piazza paziente (ovvio non paragonabile ad Empoli) che potrebbe dare i giusti tempi per poter esprimere un lavoro che non nasce certo dal caso e dall’improvvisazione.   Poi, ma queste sono considerazioni a margine, lo scenario delle panchine del prossimo anno, non è che diano grandissimi spazi e la Samp potrebbe anche rappresentare il meglio tra le varie opzioni. Ci sarà da attendere e, come detto, sperare che il tutto, comunque vada, si risolva in poco tempo. La speranza, e ci ripeteremo all’infinito su questo, è che il tecnico posso restare ed onestamente di presupposti ce ne potrebbero essere, fosse solo che al momento davvero le possibilità di restare o andare solo pari al 50%. Di questi tempi, lo ricorderete, al secondo anno di Spalletti o del primo Baldini, i tecnici si erano di fatto già congedati da Empoli. E poi c’è la parte emotiva, si quella che per un uomo come Maurizio potrebbe anche fare la differenza. Di certo, per quanto il mondo del calcio si fondi su questo, con fermezza diciamo che non saranno i soldi l’aspetto primario che faranno prendere una decisione.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy