Pro Vercelli-Empoli: le probabili formazioni

Pro Vercelli-Empoli: le probabili formazioni

I piemontesi sono alla ricerca della conferma per poter sperare in una difficile salvezza, gli azzurri invece per cercare di trovare quel playoff che a questo punto farebbe sorridere anche qualcun’altro. Domani, giovedi 28, alle 20:45 si giocherà nel mitico stadio Piola di Vercelli. Vediamo le ulti

Commenta per primo!

I piemontesi sono alla ricerca della conferma per poter sperare in una difficile salvezza, gli azzurri invece per cercare di trovare quel playoff che a questo punto farebbe sorridere anche qualcun’altro. Domani, giovedi 28, alle 20:45 si giocherà nel mitico stadio Piola di Vercelli. Vediamo le ultime:   In casa azzurra si festeggia il rientro in gruppo dei nazionali Saponara e Regini ed anche quello di Francesco Tavano che, fermatosi ieri per un problema ad un ginocchio, è tornato regolarmente a disposizione. Non è invece ancora rientrato l’altro nazionale, Hysaj, che arriverà nel pomeriggio e partirà subito con la squadra. I quattro citati sono tutti in predicato di partire titolari, anche perchè, ancora una volta, si dovrà fare di necessità virtù. A livello tattico è scontato dire che si partirà con il 4-3-1-2, si sta però provando anche il 4-4-2 che potrebbe essere adottato in corso d’opera a seconda dell’evoluzione del match. Come già fatto capire, in difesa, rientreranno Regini al centro ed Hysaj sulla sinitra. Conferme poi per Romeo (in ballottaggio pieno con Tonelli che ancora ha un po’ di dolore nella parte facciale colpita a Brescia) e Laurini. In mezzo al campo non ci saranno variazioni rispetto al Bari, con quindi il trio Moro-Valdifiori-Croce, ma questo potrebbe essere poi il reparto maggiormente ritoccato durante il match anche per dare forze, un ricambio, a chi le sta giocando veramente tutte. Detto già anche di Saponara, si conferma il tandem offensivo Tavano-Maccarone. Regolarmente a disposizione sia Levan che Accardi (i due andranno in panchina) mentre non ce la fa Coralli che non recupera da una botta presa durante quei pochi minuti giocati domenica sera. Un problema anche per Shekiladze che verrà valutato meglio domani. In panchina, assieme al secondo portiere Pelagotti, dovrebbero andare Tonelli (o Mori), Accardi, Casoli, Signorelli, Pucciarelli e Mchedlidze. Gli indisponibili sono Pratali, Ferreira, Camillucci e Corali. Mister Sarri sa che la squadra è stanca, mentalmente e fisicamente, ed è questa l’unica ma grande preoccupazione del tecnico alla vigilia. Sarri sa bene che domani si troverà di fronte una squadra che giocherà all’arma bianca per tenere aperta la speranza della salvezza.   Braghin, che farà partire i suoi con il 4-4-2, recupera Grossi ma deve fare ancora a meno di diversi elementi che non riesce a recuperare. Fra questi anche l’ex Vinci che va tra gli indisponibili assieme ad Erpen, Modolo, Greco e Fabiano. Oltre a questi, il tecnico dei bianchi farà a meno per squalifica di due elementi molto produttivi come Eusepi ed il giovane De Silvestro. Confermata quindi la difesa a quattro con Abbate, Borghese, Ranellucci e Scaglia. In avanti spazio ad Iemmello accanto a Ragatzu. Dentro, a centrocampo, l’altro ex Cristiano. Braghin, presentando la gara, fa pochi giri di parole, i suoi si giocano tutte finali di coppa, e di fronte si troveranno sempre squadre sulla carta più forti. Fa quindi leva sull’aspetto psicologico caricando i suoi a pallettoni, mettendogli di fronte alla vita o la morte (calcistica ovviamente).   Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni:  

VALENTINI BASSI
ABBATE LAURINI
BORGHESE ROMEO
RANELLUCCI REGINI
SCAGLIA HYSAJ
SCAVONE MORO
GENEVIER VALDIFIORI
APPELT CROCE
CRISTIANO SAPONARA
IEMMELLO TAVANO
RAGATZU MACCARONE

    Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy