Punti di Svista | “Che la festa continui”

Punti di Svista | “Che la festa continui”

Adesso lo possiamo dire, senza più quell’alone di virtuale che sempre c’era, per quanto i giochi a tutti sembravano già fatti da tempo. Adesso ci sono i numeri, adesso c’è addirittura l’aver superato quota 40, quella che ti mette al riparo sempre e comunque, con meriti propri e non potend

Commenta per primo!

Adesso lo possiamo dire, senza più quell’alone di virtuale che sempre c’era, per quanto i giochi a tutti sembravano già fatti da tempo. Adesso ci sono i numeri, adesso c’è addirittura l’aver superato quota 40, quella che ti mette al riparo sempre e comunque, con meriti propri e non potendo far attaccare qualcuno ai demeriti altrui. Lo possiamo dire, lo vogliamo urlare: SIAMO SALVI !!!!!!   IMG_7922Una salvezza che è il coronamento di un percorso fantastico, iniziato tra mille difficoltà nel giugno del 2012. L’Empoli si era appena salvato, ma allora fu una cosa ben diversa, per paure e per emozioni, e la ripartenza, la ricostruzione, non era assolutamente facile. Un’estate convulsa che ci portò a battere la notizia dell’arrivo come allenatore un certo Maurizio Sarri. E sarebbe da andare a riprendere i tanti commenti che arrivarono, proprio sulle pagine di pianetaempoli.it, di scetticismo verso questa scelta. Le prime nove giornate che davano ragione a chi non avevano creduto e poi, poi Lanciano. Da li una cavalcata infinita di emozioni: playoff, promozione ed ora, la salvezza. Una salvezza meritata, quasi mai messa in discussione. Una squadra che già dalla prima gara di Udine, persa, aveva fatto capire a tutti che non sarebbe stata quella cenerentola che i grandi guru del calcio italiano avevano già indicato con le famose griglie di partenza che si fanno ad inizio stagione. Un gruppo fantastico che, potendolo vivere da vicino da veramente la sensazione di una famiglia, ha sempre fatto quadrato ed è cresciuto anche in quei punti, più mentali che tecnici, che potevano rappresentare un gap con il salto di categoria. Ed un allenatore, quello in cui nessuno credeva nel giugno 2012, che ha fatto letteralmente innamorare tutta Empoli, sorpassando di gran lunga tutti i suoi predecessori nei cuori della tifoseria.   La salvezza, la matematica, è arrivata ieri a Torino, vincendo 1-0. Poco da dire sulla partita, decisa da un clamoroso regalo del portiere avversario ma con un Empoli nettamente superiore agli avversari. E’ dal minuto 94 che inizia il bello. Gli abbracci in campo, la corsa sotto il settore ospite ad omaggiare quei 50 valorosi che anche in un giorno ed in un orario cosi improbabile era li. Il dopo gara, commosso ed emozionato come non mai, le dediche, che in questi casi sono un proforma ma non certo per il sentito pensiero che va ai compianti Giacomo Corsi e Silvio Nacci. E poi….. empoli27Poi il ritorno a casa, si perché c’era una festa da mandare in scena. Una festa improvvisata ed assolutamente non programmata. C’era però voglia di tornare ad Empoli e correre sotto quello che è il cuore pulsante del tifo azzurro. Una serata ovviamente diversa da quella del 30 maggio, ma ugualmente emozionante, anche per il sottoscritto che, nelle vesti di conduttore (grazie immenso a chi ha sempre creduto e tutt’ora crede nel mio e nel nostro lavoro) ha chiamato uno ad uno i ragazzi davanti a mille cuore festanti. Siamo sAlvi…ma la festa non è finita.   Cosa potremmo chiedere di più a questa squadra, a questi ragazzi? Niente, saremmo davvero egoisti ed ingordi, ma, una cosa da chiedere c’è e loro lo sanno bene visto che proprio due senatori come Maccarone e Valdifiori mi hanno sradicato il microfono di mano per intonare un “chi non salta è fiorentino”. Il derby. Si gioca domenica, è la madre di ogni partita, arriva con (forse per la prima volta) una distanza di valori tecnici non cosi distanti e c’è voglia di provare a fare quello che non siamo nella storia mai riusciti a fare. Ed allora che la festa continui fino a dopo le 19:45 di domenica prossima   ORA E SEMPRE….FORZA EMPOLI !!!!   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy