Punti di Svista | “La maratona ha parlato”

Punti di Svista | “La maratona ha parlato”

La gara giocata ieri con il Bologna non sarà certo di quelle che finiranno nei ricordi più importanti di questa meravigliosa stagione. Sicuramente a tratti è stata una gara anche divertente con un altro episodio molto dubbio che ha fatto arrabbiare non poco sul momento (poi con l’obbiettivo impor

Commenta per primo!

La gara giocata ieri con il Bologna non sarà certo di quelle che finiranno nei ricordi più importanti di questa meravigliosa stagione. Sicuramente a tratti è stata una gara anche divertente con un altro episodio molto dubbio che ha fatto arrabbiare non poco sul momento (poi con l’obbiettivo importante già conquistato tutto passa velocemente) e con la squadra che, dobbiamo dirlo, si è impegnata ed ha onorato la sfida. Ma, come detto, la partita non sarà di quelle da cerchietto rosso. Eppure ieri è successa una cosa molto importante.   emp_bol (20)Al minuto 23′ del secondo tempo, dal cuore pulsante del tifo azzurro, nel centro della maratona inferiore è spuntata uno striscione che ha attirato l’attenzione di tutti. “RESTA CON NOI MARCO GIAMPAOLO”, questo quanto scritto. E se la parte testuale non fosse stata sufficientemente chiara, è partito un coro che scandiva le stesse parole, durato almeno un paio di minuti buoni. Un messaggio importante, un messaggio diretto che lascia poco spazio a fantasie e congetture, un messaggio che esprime nitidamente quello che vuole la tifoseria azzurra. Di per se la cosa ha fatto ulteriore clamore poichè ad Empoli, anche se da qualche anno è cambiato qualcosa, attestati cosi forti ad personam non sono certo all’ordine del giorno, e da sottolineare che la maratona non si era espressa in maniera cosi forte nemmeno per Maurizio Sarri per il quale, nessuno lo puo’ negare, fino alla malagestione post campionato, c’era un amore viscerale ed incondizionato. Ma forse per Sarri la sensazione era già a fuoco ed il fatto che potesse esserci il passo d’addio, per i più, era certezza.   Adesso il discorso è diverso. Intanto dobbiamo evidenziare ancora una volta come il forte sentimento verso l’attuale allenatore sia davvero figlio di un percorso durato tutta la stagione, con le parti che inizialmente erano sulle proprie e che poi, in maniera spontanea, naturale e non certo di circostanza, si sono legate in maniera forte. Il discorso dicevamo che è diverso perchè ad oggi non ci sono certezze e sono diverse le variabili che potrebbero determinare il risultato. In molti pero’ alberga la stessa sensazione che da un po’ di tempo a questa parte, su queste pagine ed in TV, andiamo esprimendo, con quindi una percezione che il matrimonio non sia cosi certo di una prosecuzione. Ed allora la voglia di dire, di urlare, quello che la tifoseria vuole. Certo ci saranno da far incastrare alcuni tasselli e, come detto anche dallo stesso mister abruzzese, l’assetto manageriale della prossima stagione sarà indicativo per una prosecuzione o meno del rapporto. Di fronte pero’ a quello che i cuori azzurri hanno chiesto non si puo’ essere indifferenti e chi di dovere dovrà, nelle proprie valutazioni, tenere di conto di quanto pubblicamente espresso dalla nostra gente, quella vera, quella che c’è sempre stata e sempre sarà al fianco dei nostri colori.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy