Roma-Juve, gara social

Roma-Juve, gara social

Per gli amanti della Serie A, lunedì è un giorno cerchiato in rosso sul calendario: andrà in scena la sfida tra la Roma di Rudi Garcia e la Juventus di Massimiliano Allegri. Per questo match, però, la Roma avrà un partner particolare: Google. Già, proprio l’azienda americana di Mountain V

Commenta per primo!

Stadio_Olimpico_Roma-300x225Per gli amanti della Serie A, lunedì è un giorno cerchiato in rosso sul calendario: andrà in scena la sfida tra la Roma di Rudi Garcia e la Juventus di Massimiliano Allegri. Per questo match, però, la Roma avrà un partner particolare: Google.

Già, proprio l’azienda americana di Mountain View stringerà, per l’occasione, una partnership speciale con l’AS Roma di James Pallotta, per permettere ai tifosi di poter vivere l’emozione della partita grazie ai social network. In che modo però poter trasmettere l’emozione e l’adrenalina dello stadio sui tablet e sugli smartphone? “Questo non è più un mondo per i media tradizionali – racconta Sean Foley, vicepresidente del Raptor Group, che aggiunge – Sono stato a tanti eventi sportivi, ma niente è come quello che ho vissuto a Roma”. Far vivere emozioni ai tifosi che non possono esserci. L’idea stuzzica, e non poco: ma come fare? Grazie a Youtube sarà possibile seguire il viaggio in bus di tutta la squadra verso lo stadio, e alcuni droni forniranno varie prospettive: a proposito di prospettive, l’altra innovazione è legata agli “shoeselfies”, che sono una panoramica a 360° degli scarpini che Totti, Florenzi e compagni indosseranno per l’occasione. Con le immagini poi, su Google +, sarà possibile consultare una “fotosfera”, che permetterà di esplorare più a fondo ciò che succederà nella partita. “Quando ci sono 3 miliardi e mezzo di amanti del calcio, noi pensiamo a come poterli coinvolgere – spiega Max Goldstein, manager delle partnership sportive di Google – E’ qualcosa al quale siamo molto attenti. I social invece vengono utilizzati per controllare i risultati, seguire la propria squadra ed i propri giocatori preferiti. Dare nuovi strumenti, per noi, vuol dire portare le persone nel gioco grazie alla tecnologia”. Nuovi poteri e nuove tecnologie però non devono mettere da parte il cuore del calcio e del tifoso; questo l’invito del giornalista Paul Tomkins. “Non so quanto possa trasmettere, come sensazioni, un club tramite i social, e non so se siano i social il modo giusto per coinvolgere i tifosi in un modo diverso verso la propria squadra”. Garcia ha fatto tendenza, l’estate scorsa ricordate? Il primo allenatore in Italia ad indossare questi occhialini speciali. Già. Ma il calcio social è alle porte dello stadio Olimpico, ancora. E la Roma, con Google, è pronta a regalare nuove, tecnologiche e social emozioni con una partita speciale come quella con la Juventus.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy