Scontri prima di Frosinone-Verona: in arrivo Daspo per i tifosi coinvolti

Scontri prima di Frosinone-Verona: in arrivo Daspo per i tifosi coinvolti

Sette persone arrestate accusate di rissa, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e atti osceni, 200 tifosi bloccati in un area di parcheggio, sorvegliati a vista dalla polizia, durante tutto il tempo della partita. Risse, tafferugli, scontri con le forze dell’ordine: Frosinone-Verona è stato m

Commenta per primo!

Sette persone arrestate accusate di rissa, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e atti osceni, 200 tifosi bloccati in un area di parcheggio, sorvegliati a vista dalla polizia, durante tutto il tempo della partita. Risse, tafferugli, scontri con le forze dell’ordine: Frosinone-Verona è stato molto più che un semplice scontro diretto per la salvezza. Gol, assist, doppiette, espulsioni, tutto in secondo piano stavolta, persino il risultato finale di 3 a 2, al cospetto della giornata di follia che ha visto protagoniste le due tifoserie. tifosi verona hellas I 700 supporter dell’Hellas giunti in ciociaria sono stati i mattatori assoluti della domenica: prima, in mattinata, hanno fatto bella mostra delle loro parti intime di fronte a fedeli e bambini di una chiesa in piazzale Europa, poi prima dell’inizio del match i soliti tafferugli e scontri all’esterno dello stadio. Tolleranza zero è stata la parola d’ordine del questore di Frosinone, Filippo Santarelli: 120 proposte per il Daspo, sette arresti per il reato di rissa e danneggiamenti, nove denunce per gli occupanti di uno dei 14 furgoni arrivati dal Veneto al cui interno sono stati trovati fumoni, un bastone e una chiave inglese. Gli scontri tra le due tifoserie sono iniziati due ore prima dell’inizio del match. Un centinaio di supporters scaligeri sono arrivati nel capoluogo ciociaro e sono entrati in contatto con quelli giallazzurri nei pressi di Piazzale Europa e lì sono scaturiti dei tafferugli in pieno centro. Attimi di alta tensione, con l’immediato intervento delle forze dell’ordine che si è reso indispensabile. Gli ultras sono strati trasferiti in un’area recintata, quella dell’ex Permaflex, dove sono poi stati identificati. Carabinieri e polizia hanno presidiato l’intera zona per riportare la calma dopo gli attimi di tensione. I tifosi del Verona in possesso di catene, bastoni e sassi sono stati immediatamente ricondotti verso il casello autostradale. Intanto le indagini sono in corso per individuare anche i tifosi locali che hanno partecipato allo scontro.     fonte: repubblica.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy