Settimana prossima la difesa di Levan

Settimana prossima la difesa di Levan

Si discuterà la settimana prossima il ricorso che l’Empoli ha inoltrato per la difesa di Levan Mchedlidze nell’ottica di una riduzione di pena rispetto alla tre giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo. La decisione di Tosel è arrivata in seguito al referto dell’arbitro Valeri, andand

Commenta per primo!

levan rossoSi discuterà la settimana prossima il ricorso che l’Empoli ha inoltrato per la difesa di Levan Mchedlidze nell’ottica di una riduzione di pena rispetto alla tre giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo. La decisione di Tosel è arrivata in seguito al referto dell’arbitro Valeri, andando ad applicare alla lettera quello che il regolamento impone in quei casi. La difesa dell’Empoli, come ovvio, andrà a battere sulla involontarietà del fallo e soprattutto sulla prima decisione arbitrale che, come tutti hanno ben visto, portava l’arbitro romano verso la semplice ammonizione del giocatore.   La difesa pero’, al di la del giallo che sembrava essere la scelta di Valeri, andrà ovviamente a far capire come durante quella specifica azione di gioco, il movimento scomposto da parte del nostro attaccante non possa avere nella sua imputazione la volontarietà. Il contatto sicuramente c’è stato, come evidenzia la fuoriuscita di sangue dal labbro del calciatore del Carpi, ma tra aver commesso un gesto simile con la volontà di procurare danno o meno c’è una significativa differenza.   La differenza pero’ la farà sicuramente l’integrazione di referto che Valeri inoltrerà agli organi preposti e se l’arbitro dovesse mantenere la linea precisa sulla condotta antisportiva di Levan, potrebbe farsi davvero difficile anche la riduzione di una giornata di squalifica. In caso contrario, soprattutto dopo aver analizzato a freddo le immagini televisive (che non possono non essere tenute di conto) si potrebbe anche auspicare un netto sconto di due giornate con quindi soltanto la gara di domenica prossima ad essere negata al nostro “Gigante Buono”.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy