Tavano Day

Tavano Day

Francesco  Tavano is back.   Sarebbe sembrata un’utopia fino a qualche tempo fa, ed invece Ciccio, il figliol prodigo è tornato a casa, in quell’Empoli da sconosciuto ai più lo aveva preso dalla Rondinella (via Fiorentina) e lo aveva lanciato nel grande calcio come uno dei talenti di maggi

Commenta per primo!

Francesco  Tavano is back.   Sarebbe sembrata un’utopia fino a qualche tempo fa, ed invece Ciccio, il figliol prodigo è tornato a casa, in quell’Empoli da sconosciuto ai più lo aveva preso dalla Rondinella (via Fiorentina) e lo aveva lanciato nel grande calcio come uno dei talenti di maggior successo. Basti pensare alla grande asta che si scatenò intorno a lui nell’estate del 2006 vinta dal Valencia per 10 milioni di euro.   Dicevamo che Tavano è tornato, ed oggi è stato ufficialmente presentato alla stampa e ad un nutrito guppo di tifosi, nella sala conferenze dello stadio “Castellani”, una sorta di nuovo primo giorno di scuola vista la visibile emozione del giocatore. Un Tavano che in poche parole ha fatto una dichiarazione d’amore alla nostra squadra ed alla nostra città, culminata proprio con la firma apposta ieri. I termini del contratto, spiegati assieme al Presidente Corsi, seduto da buon padre di famiglia accanto a lui, si racchiudono in un biennale da 160 mila euro a stagione, che poi con i premi dovrebbero arrivare a quei 200 mila pattuiti nel corso dell’ultimo incontro. C’è già l’opzione per il terzo anno. Ciccio sa di non essere quello di 5 anni fa e di venire da una stagione, diciamo anche due, non positivissime, e lo ammette con grande onestà mettendosi a disposizione di mister Aglietti alla stregua dei suoi più giovani compagni per i quali ha avuto parole di grande stima.   L’effetto Tavano però è importante, non è un giocatore come un altro, non ce ne vogliano i sopracitati compagni più giovani ed anche quelli meno giovani e questo lo si è capito da subito, dai messaggi piovuti sul nostro sito e dalle diverse persone che oggi erano ad aspettare il giocatore per una foto od una stretta di mano, al grido unisono di : “bentornato Francesco”.   Francesco come numero di maglia ha scelto, manco a dirlo, il 10.   Nella lunga conferenza, il Presidente Corsi ha anche parlato di mercato, andando al di la dell’arrivo di Francesco, sottolineando che salvo offerte da capogiro l’ossatura rimarrà quella della passata stagione, con l’innesto di un giovane terzino sinistro da affiancare magari a Gorzegno che in settimana si incontrerà con la società.   A breve saranno online sia la conferenza stampa sia un’intervista esclusiva rilasciataci dal giocatore.   Al. Coc.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy