Tavano preoccupa meno del previsto

Tavano preoccupa meno del previsto

Nel post partita di sabato non ci abbiamo voluto marciare su, ma ovviamente non è passato inosservato il cambio adoperato da mister Sarri nel quale era stato sostituito Tavano. Un Tavano che aveva rischiesto espressamente quel cambio.   Un piccolo sentore, un lieve “crack” (inteso come rumo

Commenta per primo!

Nel post partita di sabato non ci abbiamo voluto marciare su, ma ovviamente non è passato inosservato il cambio adoperato da mister Sarri nel quale era stato sostituito Tavano. Un Tavano che aveva rischiesto espressamente quel cambio.   Un piccolo sentore, un lieve “crack” (inteso come rumore) che lo aveva messo in guardia ed intimorito, al punto che non ha voluto effettuare altri sforzi, terminando li la sua partita. Una situazione che, come detto, li per li, non ci aveva fatto pensare a niente di particolarmente grave, se non poi, leggendo qua e la alcune disamine che avevano messo in giro un certo allarmirsmo.   Abbiamo quindi contattato in mattinata il fisioterapista dell’Empoli FC, Simone Capaccioli, per capire con esattezza cosa fosse successo e l’eventuale grado di preoccupazione a cui saremmo dovuti sottostare. E’ però lo stesso Capaccioli a tranquilizzarci e di conseguenza lanciare un messaggio di maggiore serenità a tutti i tifosi azzurri, sottolineando l’intelligenza di Francesco nel prevenire quello che, forse, sarebbe potuto diventare un problema serio, dando retta al rumore, al messaggio, che il suo fisico gli aveva lanciato.   Il fisioterapista azzurro ci fa sapere che non ci sono assolutamente problemi particolari, andando subito ad escludere eventuali risentimenti ai legamenti. Anche a livello muscolare la situazione non desta preoccupazione. Il giocatore sarà messo a riposo per qualche giorno ma l’obbiettivo è quello di averlo regolarmente a disposizione per la gara di sabato prossimo contro il Padova. Dimostrazione questa che c’è serenità riguardo la situazione creatasi.   Saranno poi i prossimi giorni a dare dei verdetti più precisi (che cercheremo di monitare dandovene riscontro), quando verranno fatti in maniera più minuziosa determinati accertamenti clinici.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy