TNAS, restituiti 2 punti al Padova

TNAS, restituiti 2 punti al Padova

Continua la campagna sconti del Tribunale di Arbitrato per lo Sport che ormai sta coprendo di ridicolo il lavoro svolto dalla Procura Federale nell’ambito delle inchieste sul calcioscommesse. Quest’oggi a beneficiare della clemenza del TNAS  è stato che il Padova che si è visto commutare i du

Commenta per primo!

Continua la campagna sconti del Tribunale di Arbitrato per lo Sport che ormai sta coprendo di ridicolo il lavoro svolto dalla Procura Federale nell’ambito delle inchieste sul calcioscommesse. Quest’oggi a beneficiare della clemenza del TNAS  è stato che il Padova che si è visto commutare i due punti di penalizzazione in un’ammenda di 50 mila euro.

 .

Contestualmente è stata pure ridotta la squalifica al centrocampista Vincenzo Italiano che da tre anni passa a nove mesi (il calciatore non è più tesserato per il Padova). A breve dovrebbe essere decisa anche l’istanza dell’Empoli per il punto di penalizzazione per responsabilità presunta, la sanzione più lieve e incomprensibile scaturita dalle decisioni estive. La restituzione, visto l’andamento, appare una semplice formalità. Questo il testo del comunicato del CONI riguardante il Padova che, con questi due punti, aggancia proprio l’Empoli e la Juve Stabia a quota 34 in zona play off:

 

Il Collegio arbitrale della controversia tra il Sig. Vincenzo Italiano e Padova Calcio SpA nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha depositato oggi il lodo arbitrale. Questo il testo del dispositivo:

“Il Collegio arbitrale, definitivamente pronunciando, nel contraddittorio delle parti, disattesa ogni altra istanza, deduzione ed eccezione, così provvede:

1. Accoglie parzialmente la domanda di arbitrato e, per l’effetto, riduce a mesi 9 (nove) la sanzione della squalifica per il Signor Vincenzo Italiano e a un’ammenda di € 50.000,00 (cinquantamila/00) la sanzione per la Società Calcio Padova;

2. condanna il Signor Vincenzo Italiano e la Società Calcio Padova, in solido tra loro, al pagamento di 2/3 delle spese di lite in favore della F.I.G.C. che liquida, per questa quota, in € 1.500,00 oltre spese, generali, iva e c.p.a.; compensa il restante 1/3;

3. fermo il vincolo di solidarietà, pone a carico del Signor Vincenzo Italiano e della Società Calcio Padova, in solido tra loro, il pagamento di 2/3 degli onorari del Collegio arbitrale;

pone a carico della F.I.G.C. il pagamento del restante 1/3; liquida complessivamente gli onorari del Collegio Arbitrale in € 6.000,00 oltre accessori;

4. fermo il vincolo di solidarietà, pone a carico del Signor Vincenzo Italiano e della Società Calcio Padova, in solido tra loro, il pagamento di 2/3 dei diritti amministrativi per il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport; pone a carico della F.I.G.C. il pagamento del restante 1/3;

5. dichiara incamerati dal Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport i diritti amministrativi versati dalle parti.”

L’istanza riguardava la squalifica a 3 anni a carico del soggetto fisico e la penalizzazione di 2 punti in classifica a carico della società (riferimento C.U. n. 002/CGF 2012/2013).

.

.

alessandromarinai.wordpress.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy