Toto-Allenatore: il borsino

Toto-Allenatore: il borsino

Non è da oggi che si parla del successore di Marco Giampaolo, e questo forse da una parte è stato un male perchè già da tempo si era capito che l’ex mister di Ascoli e Cagliari non sarebbe stato più il condottiero della nostra squadra. Situazione che è poi divenuta ufficiale sabato durante l’u

Commenta per primo!

Non è da oggi che si parla del successore di Marco Giampaolo, e questo forse da una parte è stato un male perchè già da tempo si era capito che l’ex mister di Ascoli e Cagliari non sarebbe stato più il condottiero della nostra squadra. Situazione che è poi divenuta ufficiale sabato durante l’ultima conferenza pregara. Da oggi, augurando il meglio a mister Giampaolo ed all’uomo Marco (seguiremo anche il suo futuro), si apre definitivamente il capito che dovrà poi dirci chi sarà l’allenatore per la stagione 2016/17. I nomi in ballo sono quattro/cinque, le idee della società sono già abbastanza chiare. Proviamo a riassumere la situazione con una percentuale che possa indicare le possibilità di approdo sulla panchina azzurra:   martusciello giovanniMARTUSCIELLO 75%: La società e lo spogliatoio avrebbero di fatto già trovato in lui, ad oggi allenatore in seconda, il prossimo trainer dell’Empoli. Sarebbe forse la scelta più logica per dare continuità ad un progetto specifico nato quattro anni fa nel quale Giovanni ha avuto sempre un ruolo importante ed attivo. Anche Giampaolo, lasciando, ha di fatto incoronato il “bellu guaglione” come possibile suo successore, ricordando il lavoro prezioso fatto assieme. La scelta pare che sia unicamente nelle mani di Giovanni il quale dovrà decidere cosa vuol fare da grande e se ha voglia di lasciare uno “status” che al momento lo identifica in maniera molto netta. Se Giovanni dovesse accettare la sfida, in tempi molto rapidi sapremmo già chi sarà il nuovo mister e tutti gli altri nomi rimarrebbero con il cerino in mano.   ODDO 50%: E’ il nome che più piace dopo quello di Martusciello. Se Giovanni dovesse dire di no, ed il Pescara non dovesse andare in serie A, potremmo quasi già avere il nome dell’allenatore venturo. Due combinazioni specifiche (la prima fondamentale) son pero’ i paletti che  di fatto potrebbero rendere difficile il suo arrivo in azzurro. Tra gli allenatori emergenti e sicuramente uno dei più bravi e la prossima stagione sarà quasi sicuramente tra i 20 di serie A.   DRAGO 25%: In questa speciale classifica ha superato altri antagonisti, divenendo (anche se è brutta da mettere cosi) la terza scelta. Anche qui vale un po’ il discorso fatto sopra, e quindi dovrebbero esserci alcune situazioni che non si incastrano per arrivare a lui. Dopo il percorso con il Crotone ha dimostrato di essere allenatore molto preparato e pronto per la serie A. Assieme a quello di Giampaolo è sempre stato il nome fatto da Sarri per il suo successore ad Empoli.   DE ZERBI 10%: Piace e lo si segue da tempo. Contro di lui pero’ gioca la giovane età ed un’esperienza tra i professionisti sono in Lega Pro. Si si arriva a lui vuol dire che diverse cose non sono andate come si sperava, oltretutto su di lui c’è forte il Verona che potrebbe offrirgli in B, una panchina importante ed anche diversi soldi.   BARONI 10%: Doveva essere l’allenatore della ricostruzione nella stagione 12/13, ma qualcosa si è rotto e forse quel qualcosa non si è mai risaldato. Profilo tenuto sott’occhio ma ormai molto molto defilato.   Ovviamente poi si sa, il calcio è sempre ricco di sorprese e chi sa che il nome del prossimo allenatore non si stato ancora scritto da nessuno.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy