Toto-Allenatore: torna in voga anche un vecchio interesse

Toto-Allenatore: torna in voga anche un vecchio interesse

Il conto alla rovescia verso la fine della stagione è iniziato ed infatti domenica sera intorno alle 20:00 il campionato azzurro sarà concluso e tutte le attenzioni (già vive comunque da qualche tempo) si sposteranno su argomentazioni che poco avranno a che vedere con il calcio giocato. Ovviament

Commenta per primo!

baroninovara1Il conto alla rovescia verso la fine della stagione è iniziato ed infatti domenica sera intorno alle 20:00 il campionato azzurro sarà concluso e tutte le attenzioni (già vive comunque da qualche tempo) si sposteranno su argomentazioni che poco avranno a che vedere con il calcio giocato. Ovviamente in cima alla lista degli interessi c’è quello della guida tecnica, situazione seconda solo al ruolo del ds per il quale da qualche tempo non si sta registrando nessun movimento particolare. Marco Giampaolo è stato molto chiaro anche nel corso delle ultime interviste, quelle rilasciate nel dopo gara di San Siro, dove ha fatto capire che i tempi per conoscere il suo specifico futuro non saranno assolutamente dilatati e che al di la di tutto, quello che sarà dovrà essere preso con il sorriso per quanto in questa stagione è successo di bello. Più volte abbiamo esternato la sensazione che ad oggi ci sia un leggera percentuale di vantaggio sul fatto che l’attuale tecnico sia più lontano che vicino al rimanere in azzurro, ma gli argomenti per un Giampaolo-bis potrebbero esserci anche se le parti devono essere convinte al 100% della prosecuzione di questo matrimonio.   Nel frattempo, visto lo scenario non prettamente chiaro, la società si sta guardando intorno ed anche Carli, in una recente intervista, ha esternato come già ci possa essere una rosa di nomi al vaglio per l’eventuale sostituzione di Giampaolo, sottolineando che pero’ sarà molto difficile avere la fortuna per la terza volta di pescare un Jolly dal mazzo. Già detto qualche tempo fa di De Zerbi, attuale allenatore del Foggia che piace ma che potrebbe mancare dell’esperienza necessaria per una stagione di A che si preannuncia difficile, il nome che parrebbe circolare nella stanza dei bottoni è quello di Marco Baroni. Questo è un nome assolutamente non nuovo, per nessuno, infatti tutti ricordiamo di come il dopo playout sarebbe dovuto essere il suo anno, con un paio di colloqui andanti in scena tra l’allenatore fiorentino e la nostra società con tanto di certezza che fosse lui l’allenatore (noi facemmo un titolo a caratteri cubitali) ma arrivando poi ad una fumata nera con la panchina affidata a Sarri. Quattro anni dopo, con un’esperienza maturata da parte dell’ex tecnico della primavera della Juve, si torna a parlare di lui. In questa stagione Baroni è alla guida del Novara che, tornato in B quest’anno, si sta avviando verso la qualificazione ai playoff promozione.   Sicuramente la crescita di Baroni è stata importante, soprattutto nei due anni di Lanciano e visto che il profilo di fatto è sempre piaciuto potrebbe in questo momento rappresentare veramente la prima scelta in caso di cambiamento. Ovviamente sui taccuini dei nostri dirigenti ci sono anche altri nomi, che magari vedremo più avanti, di certo pero’ c’è che tutto dovrà passare dal colloquio tra società e Marco Giampaolo perchè la realtà è che l’interesse primario è quello di poter proseguire un cammino comune iniziato un anno fa e che ha portato l’Empoli al traguardo mai scontato della seconda salvezza consecutiva.   Alessio Cocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy