TV | Un anno dopo, il dietrofront del Sindaco sullo stadio

TV | Un anno dopo, il dietrofront del Sindaco sullo stadio

La questione stadio non si placa, crediamo anzi che questo tormentone ce lo porteremo dietro per molto tempo visto l’interesse e gli interessi che va a toccare. La societá azzurra ha raccontato il progetto, il Comune ha detto la sua, l’Atletica Empoli pure e la gente, giustamente, sta facendo altre

Commenta per primo!

La questione stadio non si placa, crediamo anzi che questo tormentone ce lo porteremo dietro per molto tempo visto l’interesse e gli interessi che va a toccare.

La societá azzurra ha raccontato il progetto, il Comune ha detto la sua, l’Atletica Empoli pure e la gente, giustamente, sta facendo altrettanto. Anche noi, il nostro pensiero, condivisibile o meno, lo abbiamo espresso.

C’è però un qualcosa che merita di essere riesumata, ed anzi facciamo i complimenti a chi ha avuto l’idea di postarla sul social, ed anche a “Il Tirreno” che oggi ha fatto un pezzo intorno a questo.

Lo scorso maggio, nel 2014, noi di PE siamo andati ad intervistare tutti i canditi a Sindaco di Empoli, ponendo loro alcune domande (le stesse per tutti) e toccando la questione stadio. Brenda Barnini, rispose a precisa domanda cosi:

Per onestá nei confronti dei tifosi c’è da dire che per immaginare un nuovo stadio all’inglese  che favorisca anche l’accesso delle famiglie, c’è bisogno di mettere in campo risorse economiche che non esistono nel bilancio comunale. E quindi prima di tutto deve intervenire fortemente la societá, come sta avvenendo altrove, e perchè no, altri soggetti privati”.

Parole che sono suonate giuste, ci mancherebbe, parole che in qualche modo avrebbero oggi trovato anche una risposta ed una soluzione. Capiremo cosa ci riserverà il futuro su questa delicata questione. Noi vi riproponiamo l’intervista completa realizzata in quel maggio 2014.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy