ZOOM | L’Empoli subisce un gol ogni 45 minuti di partita… Pettinari, brutto gesto!

ZOOM | L’Empoli subisce un gol ogni 45 minuti di partita… Pettinari, brutto gesto!

Con la sconfitta di Crotone per 3-2, e pertanto con i tre gol subiti all’Ezio Scida salgono a 28 le reti subite: è la peggior difesa del campionato in assoluto. Di contro abbiamo il quarto miglior attacco con 22 reti, in attesa che la giornata odierna venga chiusa con il posticipo di lunedi tra Bar

Con la sconfitta di Crotone per 3-2, e pertanto con i tre gol subiti all’Ezio Scida salgono a 28 le reti subite: è la peggior difesa del campionato in assoluto. Di contro abbiamo il quarto miglior attacco con 22 reti, in attesa che la giornata odierna venga chiusa con il posticipo di lunedi tra Bari e Reggina.

 

Quello delle reti subite è un dato impressionante quanto impietoso. Ventotto reti subite in quattordici gare, cioè due a partita ovvero ad una media di un gol subito per tempo, cioè ogni 45 minuti di partita. Peccato perchè davvero adesso la sensazione è che tutto ciò che di buono viene creato davanti dietro sia maledettamente distrutto.

 

E’ piaciuto comunque lo spirito della squadra dopo che il Crotone è andato sul 2-1, dove nonostante lo svantaggio e l’inferiorità numerica la squadra a tratti è sembrata quasi in 11 contro 11. Non a caso è arrivato lo strameritato pareggio su rigore con Tavano. E’ piaciuto molto meno l’atteggiamento dopo aver raggiunto il 2-2. La sensazione avuta è stata quella di una squadra con la pancia piena, insomma come se il 2-2 avesse dato la netta sensazione di un approdo, un punto di arrivo. Nei successivi cinque minuti al gol del pareggio l’atteggiamento degli azzurri è stato punito con il gol-vittoria di Calil… una fotografia perfetta della disastrosa difesa azzurra, con tre attaccanti del Crotone nell’area piccola senza maglie azzurre… un immagine che dice tutto.

 

Nonostante la sconfitta comunque la sensazione è che questo Empoli sia molto cresciuto e nettamente diverso da quello visto all’opera in occasione della sconfitta precedente contro l’Ascoli di quasi un mese fa. Quindi voltare pagina, ricaricare le pile, e sotto con il Grosseto dell’ex Somma… e ora vediamo di vincere anche i derby.

 

PETTINARI, BRUTTO GESTO – Ci dispiace doverlo sottolineare. Ma il comportamento del giovane attaccante del Crotone non ci è piaciuto per nulla e ha macchiato una partita “maschia” ma certamente non cattiva da parte dei protagonisti in campo. Due espulsioni e tante ammonizioni, frutto però del gioco e non della cattiveria: Signorelli ha commesso un brutto fallo ma probabilmente neanche lui in campo si è reso conto dell’entrata che ha fatto. Mazzotta, che per uno strano gioco del destino era stato colui che aveva subito il fallo da rosso di Signorelli, è l’altro espulso nella ripresa per intervento da ultimo uomo in area di rigore su Maccarone.

Invece un cartellino rosso lo avrebbe meritato anche Pettinari perchè quando Moro palla al piede si è fermato per un risentimento muscolare, e contestualmente compagni e avversari, lui, Pettinari si intende, si è involato verso la porta di Bassi e meschinamente ha provato a fare il 4-2… fortuna per lui che il tiro è finito fuori. Con il suo comportamento ha rischiato di accendere un bruttissimo parapiglia in campo andando anche contro ai principi di lealtà sportiva tanto sbandierati dalla Lega di Serie B… e pensare che attorno ai rettangoli di gioco e sulle maglie “campeggia” lo slogan “respect”…

Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy