IMG_20131111_230652Riprenderà oggi, a meno di ventiquattr’ore dal match di terni,  la preparazione degli azzurri.

 

La squadra dovrebbe scendere in campo verso le 15:00 anche se per oggi non è stato fissato un orario ufficiale visto l’incognita del ritorno che nella nottata dalla città umbra. Il tecnico Sarri però da subito inizierà tenere sul pezzo i suoi per la prossima sfida di campionato che sarà giocata domenica 17 contro il Lanciano.

Molto probabile, che i giocatori utilizzati ieri si limitino davvero a una seduta di massaggi ed al più qualche esercizio fisico in palestra. Da valutare come sempre le condizioni di alcun singoli dove fra tutti spicca il nome di capitan Moro: la speranza è di averlo a disposizione per la partita di domenica prossima.

Alla ripresa mancheranno Rugani ed Hysaj impegnati con le rappresentative Under21 di Italia ed Albania.

 

Al termine della seduta, come sempre, il nostro reportage dal campo.

 

Nico Raffi

CONDIVIDI
Articolo precedenteI numeri del match (Ternana/Empoli)
Articolo successivoDal Campo | si riparte verso il Lanciano senza Moro
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. per la partita con il Lanciamo bisogna entrare in campo con la cattiveria giusta per fare risultato, cattiveria che è mancata in parte con il Bari e del tutto con la Ternana. Basta con le frasi “non siamo il Barcellona” (anche loro hanno i loro problemi) e le polemiche sulle nazionali: le regole dopo quello successo nei play off erano ben note per cui se si è scelto una squadra giovane, credo che sia stata attentamente ponderata la cosa!!!

  2. Devo dire che c’è una cosa che non mi è piaciuta della partita di ieri sera.
    Si vedeva che palla a terra era difficile creare qualcosa
    con quel nubifragio e quel campo di patate.
    Una maossa poteva essere fare un piccolo cambiamento sia tattico che di uomini.
    Modulo 4-3-2-1
    Bastava sostituire Pucciarelli con Michelidze come punta centrale di peso. Subito dietro Maccarone e Tavano pronti a sfruttare le sponde o le penetrazioni centrali vista la forza fisica del centroavanti.
    Sarebbe solo stato un piccolo cambiamento. Probabilmente efficace.
    La riprova non ce l’ho ma qualche volta cambiare in corsa e per tempo è importante.
    La rigidità se sterile non porta a niente.

    • Giusto Dash mi sembra di rivivere l’integralismo del 4411 di 1 anno fa. Certo che non vogliamo fare le pulci a nessuno (sono gratissimo a Sarri per quello che ha fatto e ha dato a Empoli), ma l’evidenza dei fatti ci dice che Saponara (più che Regini) non c’è più e forse qualcosa bisogna inventare anche perché come molti hanno detto, le altre squadre sanno come giochiamo e diventa troppo semplice bloccarci!!!

  3. Si Riccardo.
    Concordo con te che tutti noi siamo grati a Sarri.
    Io spero solo che “il Lupo Sarri” cambi il suo stile di “caccia” per tempo.
    Poi in fondo non penso che ci sia niente di male a provare a giocare con tre punte rispetto al trequartista.
    Va comunque detto che Pucciarelli merita rispetto e attenzione e che anche Verdi è bravo e potrà migiorare ancora.
    Comunque dal 4-3-1-2 al (4-3-2-1 o 4-3-3) non è che cambi tantissimo centrocampo e difesa restano praticamente i soliti.
    Spero che “il Lupo” trovi la voglia e il coraggio.
    Forza Sarri!

  4. Leggo critiche a Pucciarelli (2 reti e 3 assist) e perfino a Tavano e Maccarone, ma vogliamo parlare di Mchelidze (5 reti in 5 anni!!!)?
    Ha detto bene Cagni a tuttomercato, mancano alternative in avanti, non si può sperare che segnino sempre Maccarone e Tavano a 34 anni.
    Entra il georgiano e la partita si mette sempre male.
    Con il Bari con Maccarone in campo nel secondo tempo non hanno mai superato la metà campo, negli ultimi venti minuti Mchelidze non ha toccato palla (ha solo sbagliato un gol clamoroso) abbiamo restituito il pallone agli avversari che ci hanno messi in area di rigore fino a pareggiare. Oltretutto, hanno tolto un difensore (di Maccarone si ha paura, di Mchelidze no…) e inserito un altro attacante.
    Ieri con la Ternana entra il georgiano, non fa il solito niente in avanti e si lascia scappare Ceravolo nell’azione goal.
    Se dopo aver visto Di Natale, Montella, Tavano, Giovinco ecc. ci si scalda per Mchelidze vuol dire che si è perso la testa

      • Non è una questione di concordare, anch’io mi augurerei di sbagliare…
        Riguardati Empoli-Verona 1-1 (partita dominata, al 91 fallo laterale, Romeo affretta la battuta, Mchelidze perde subito palla, contropiede e goal) ed Empoli-Grosetto (3-0, entra il georgiano, cominciano a giocare solo e finisce 3-2 con enormi rischi finali e metà campo più superata). Questo dovrebbe andare a giocare in C, dopo poche partite lo toglierebbero di squadra…

  5. Sarri bravissimo allenatore, forse non di grande corraggio….si devono trovare delle alternative altrimenti concludiamo poco ma molto poco versa la porta avversaria…..nelle ultime 2 partite non + di 3-4 tiri in porta!!

  6. Sembrera’ strano a molti ma i nostri problemi sono principalmente nella fase realizzativa……e non per colpa Tavano- Macca, mi spiego meglio.
    Se in una squadra i gol li fanno solo gli attaccanti, non è un bel segno o almeno sarebbe opportuno che li facessero anche altri. A parte qualche gol di Tonelli e un paio dei centrocampisti se non segnano i 2 la’ davanti x noi fare gol diventa difficile. In questo momento Macca sta’ avendo delle difficolta’ lo vedono tutti, quindi sperare che segni sempre Ciccio non mi sembraun granche'(anche lui può sbagliare dei gol come ieri)…….quindi cominciamo a guardarci intorno e troviamo una punta da area di rigore, lo so’ che toglierebbe spazio a Levan ma se vogliamo puntare in A..lto, secondo il mio modestissimo parere è la prima cosa da fare!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here