Il film va iniziato dalla fine, si, perchè quando il nostro stadio all’unisono fischia i propri beniamini vuol dire che il momento è particolare e difficile. Sono davvero rari i momenti in cui tutto lo stadio, dopo aver incitato per novanta minuti, si lascia andare a questo tipo di manifestazione, respingendo pure i calciatori che (stavolta si) erano andati sotto la maratona a salutare e scusarsi. Questo Empoli non piace, non piace l’atteggiamento, non diverte, non segna e non vince più. Ed anche il vantaggio di sette punti dalla terzultima, situazione assolutamente positiva e fortificante verso il raggiungimento del traguardo storico, sembra passare in secondo piano rispetto ad altro. La gara di ieri è stata sicuramente beffarda, una gara che avrebbe visto nello 0-0 il suo risultato più giusto ma che alla fine ha visto uscire i nostri sconfitti addirittura di due gol. Forse questo crollo finale ha fatto innervosire i più, ma ad essere sinceri i mugugni si son protratti per buona parte della gara e forse anche quello 0-0, che sarebbe stato il massimo portato a casa, avrebbe innescato quella reazione.

La squadra ha dei problemi, questo è ormai un dato oggettivo. Se in 27 partire si sono segnati solo 15 gol qualcosa vorrà dire ed anche ieri non c’è mai stata la sensazione netta che si potesse andare a far male. Se si esclude una punizione di El Kaddouri dalla media distanza, respinta di pugno ma senza grandi ansie da Lamanna, l’Empoli non ha mai tirato in porta e tutto quel possesso, tutto quel palleggio è servito solo per fare accademia. Sicuramente non è mai facile giocare contro una squadra che mette nove/dieci uomini dietro la linea del pallone, ma il Genoa non è sembrato cosi impenetrabile, sono semmai mancati i movimenti senza palla in fase di possesso ed anche una certa “arroganza” nel provare a sbaragliare con un tiro da furori. Una squadra che in linea di massima difende bene e con ordine, il primo gol del Genoa arriva per una ciabattata improvvisa dal limite, ma è quando saliamo, quando impostiamo che la squadra si smarrisce come se avesse dimenticato quello che negli anni ha fatto. Se poi i centrocampisti non vanno a rimorchio si fa davvero male ad aggiungere altro. Il discorso non vale per tutti, come non prendere ancora una volta ad esempio Croce che non avrà giocato la sua miglior partita ma ha fatto tanto movimento e spesso si è andato a prendere palla da solo in zone del campo di non sua competenza. Anche da El Kaddouri adesso ci si aspetta di più. Il marocchino ha numeri e qualità, senza ombra di dubbio, ma il cambio di passo non è arrivato e se a differenza di Saponara ha sicuramente maggiore fisicità, per adesso non sta mettendo quella imprevedibilità che ad un trequartista si richiede ed ieri ha decisamente fatto un paio di passi indietro.

Ieri hanno convito poco anche i cambi, soprattutto il secondo (Martusciello nel post gara da la sua motivazione), che non hanno dato praticamente niente con poi un ultimo cambio a disposizione lasciato li e non sfruttato ma quest’anno dalla panchina difficilmente si assiste ad un cambio di passo e di gioco a gara in corso. Purtroppo il risultato ci ha condannato ed ieri era forse la cosa più importante da riportare dopo le tre sconfitte consecutive contro le tre big che avevano pero’ dato qualche speranza in termini di atteggiamento e prestazione. Ma come detto non è solo quello e la squadra dovrà lavorare sodo per tornare a dare una svolta a questa stagione, una stagione strana dove si esulta per il vantaggio del Torino sul Palermo e dove sempre più c’è una presa di coscienza di come questa salvezza stia arrivando per i demeriti altrui e non per nostre positività. Ci sono ancora undici gare, niente è ancora scritto in maniera definitiva, c’è ancora il tempo per dare quella svolta, c’è ancora il tempo per far peggio di cosi e non potersi più nemmeno aggrappare al vantaggio di sette punti che oggi non deve essere l’ancora per fermarsi a guardare ma deve essere vento in poppa per navigare.

78 Commenti

  1. Bella disamina, finalmente obiettiva. Lamanna senza voto perché non ha dovuto nemmeno fare una parata, il risultato è un dettaglio, perché il giudizio non sarebbe stato diverso neanche se fosse finita in parità. Martusciello ha sconfessato se stesso Buchel doveda essere un regista e ha giocato da interno, Krunic un interno e ha giocato nel “suo” ruolo da trequartista. … che confusione!!!! Questo è il modo per allontanare la gente dallo stadio

        • La “nuova” trasmissione pare una messa in effetti…e si sente la mancanza di un Fioravanti che parli di settore giovanile con cognizione di causa.

          • Visto che avete toccato l’argomento mettiamo nella deblacle stagionale anche la trasmissione di antenna5 alla quale manca solo il Lippi per essere perfetta. Non voglio offendere nessuno ma c’è gente inadeguata per parlare di calcio, ridateci penalty please!

  2. I punti da commentare sono vari:
    1) E’ inutile continuare a dire che “la squadra si smarrisce come se avesse dimenticato quello che negli anni ha fatto”. La squadra attuale NON C’ENTRA NIENTE con quella dei recenti anni passati, né come uomini, né come (presunto gioco)
    2) El Kaddouri: Poveraccio!!! Si pretende che sia lui a INVENTARE (sì, perché solo questo può fare) il gioco. Ma cosa deve fare??? Nessuno si propone, nessuno si muove … persino quando giocavo negli amatori alcune piccole cose si facevano, dette dall’allenatore …
    3) Atteggiamento negativo: anche ieri, su un angolo NOSTRO, si rimaneva con TRE o QUATTRO difensori / centrocampisti a “badare” UN UOMO del Genoa nel cerchio di centrocampo. In questo modo UN GOL NON SI FA NEANCHE PER SBAGLIO!!!
    4) Atteggiamento negativo 2: alcuni calciatori sono l’ombra di loro stessi; a mio parere sono anche scoraggiati e svogliati per non sapere cosa fare … tanto anche se non fanno niente nessuno glielo potrà imputare.
    5, 6, 7 … Inutile dire altro … criticare i singoli mi sembra inutile: DIUOSSE’ è buono solo a ridare la palla a chi gliel’ha passata (9 volte su 10 difensori), Pasqual fa qualcosa ogni tanto (ma perché ieri non far giocare DIMARCO?), PUCCIA è irriconoscibile, MACCA andrebbe gestito alla Totti …
    BISOGNA CAMBIARE IL MANICOOOOOOOOO
    SEMPRE FORZA EMPOLI

    • Il punto 3 è quello che notavo anch’io. È da inizio campionato che vedo una cosa dep genere.
      Magari il mister ce la spiegasse (certo se nessun giornalista glielo chiede e fanno sempre domande scontate…)

  3. Discreta disamina e finalmente non prettamente filosocietaria come spesso capita nonostante la semre lucidità nel fare queste analisi. El kaddouri deve fare qualcosa in piu ma il problema, evidenziato da Cocchi, sono i movimenti senza palla. Cambiare l’allenatore non é la soluzione adesso, ora c’è da arrivare in fodo e poi dovranno essere prese serie decisini, tornando ad essere umili ed a fare il ritiro a casa nostra come si è sempre fatto

  4. Mi chiedo come abbiano fatto Carli Corsi e Martuscello a non capire che il problema stà nell’avere un’altro attaccante che sappia giocare in profondità
    e vedere la porta e tirare in porta
    con il muso rivolto verso la porta
    come fa ne più ne meno Levan.
    Considerando orma Big Mac Pucciarelli e Marilungo attaccanti di solo movimento ecco perche non si segna mai…i numeri poi ci confermano il tutto.
    Premesso che cambiare manico mi dispiacerebbe affettivamente parlando
    o si cambia atteggiamento E SI CAPISCONO I MADORNALI ERRORI o si cambia gioco o si compra un’altra punta di profondità.
    O senno ve lo faccio sentire dalla maratona la prossima in casa…state tranquilli…e vediamo se ci si allena due volte al giorno invece di fare i famosi “tiri a ghiaccio e partitella”

  5. Direi che l’analisi della partita debba partire non dal giorno dopo,ma gia dalle interviste del dopo partita,dove le dichiarazioni di Martusciello alle domande del Cocchi sono state davvero allucinanti e dette da una persona che alla squadra non può inculcare altro che la sua “confusione”!E’ qui caro COCCHI ti tiro le orecchie,perchè farsi rispondere che i fischi erano stati “elargiti” per il non gioco del Genoa e per la sua immeritata vittoria e che hanno vinto per un mezzo tiro in porta,vuol dire prendere per il cu.o e non solo te,Alessio,ma anche tutti i tifosi.Nessuno nega che forse questa squadra di più non può dare,ma siamo proprio certi che si debba vedere in campo un gioco tanto scadente e giocatori che rendono la metà di quello che valgono?Perchè non si è affrontato la partita con la voglia di vincere e giocando in velocità come era giusto fare?Non è da ora che dico che per me la squadra è forse inferiore agli altri anni,ma comunque di buona qualità e che quello che manca è il manico…..Poche le colpe dell’allenatore,perchè sicuramente ci mette il massimo in quello che fa,tante quelle della società che continuano a dargli fiducia solo per il vantaggio sulle tre che ci stanno sotto in classifica.Vantaggio che sembra abbondante ma che con le prossime 6 partite di campionato potrebbe assottigliarsi e di parecchio,se non sparire del tutto,visto non solo il modo come stiamo giocando,ma anche per il fatto che andremo ad incontrare dopo Chievo(lì son punti sicuri?)Napoli,Roma,Fiorentina e Milan,con nel mezzo la partita casalinga contro il Pescara forse(ormai tutte le certezze mi stanno svanendo giorno dopo giorno)la sola dove potrebbero esser certi i 3 punti!

  6. Credo che analizzare una situazione che non è destinata a mutare abbia poco senso. La salvezza, che verrà propagandata come un evento storico, sarà usata per mettere a tacere qualsiasi critica: ripartirà la solita cantilena sulla Serie A che è un lusso, che bisogna fare l’Empoli e pure i tifosi devono fare la propria parte. Insomma, ricomincerà la solita presa per i fondelli del tifoso azzurro dotato di testa pensante.

  7. cambiare allenatore? a me Martuscello non è mai piaciuto più di tanto ma siamo obbiettivi, i giocatori sono questi, cambiare modulo nell’ambiente empolese sembra una eresia quindi se abbiamo fortuna, alcuni giocatori con la primavera in arrivo daranno di più ci salviamo altrimenti è serie B. poi sono sempre un rompiscatole uno come Più ossa o non ossa lo potevamo tenere a empoli, o altrimenti un qualsiasi giocatore di serie B pote fare a caso nostro.Quistione fischi, a Tonelli fecero benissimo. forza Empoli.

  8. io comincerei col realizzare che i punti di vantaggio sono 4 e non 7, sennò ci si fa ancora più male.
    Perchè se questa squadra va a palermo all’ultima giornata con 3 punti di vantaggio (e un 1-0 del’andata) si retrocede di sicuro ma garantito proprio.

    O ci vai con almeno 4, o se ci vai con 0/1/2/3 fa lo stesso

  9. Concordo con Stefano qui sopra
    Questo allenatore e questa società non capiscono c’è il rischio concreto di retrocessione e questi punticini di margine con questo andazzo saranno ininfluenti..

  10. Io credo che siate ingenerosi con la squadra.
    Noi tutti sappiamo bene che ci manca l’attacco, e per inciso dovevano saperlo pure Carli & C., ma detto questo, dobbiamo riconoscere che i giocatori si si sempre impegnati, tant’è che spessissimo sono usciti con i crampi e con noie muscolari, da quanto corrono, guardate Doussie che detiene il record dei chilometri percorsi a partita, quindi per me l’impegno c’è stato ed è stata la fortuna che è mancata, riconosciamo che è difficilissimo giocare con squadre che fanno il catenaccio senza avere attaccanti che sbloccano le partite con un guizzo, è per questo che un pareggio sarebbe stato d’oro e anche voi siete d’accordo, leggetevi i commenti fatti prima della partita, molti auspicavano addirittura un “biscottone”, è perciò che a metà del secondo tempo Martusciello ha inserito un mediano tosto in più per cercare di portare a casa almeno il pareggio che sarebbe stato prezioso, sia per la classifica che per il morale.
    Ma la sfortuna si è accanita contro di noi facendoci subire un goal fortunoso che se quel giocatore ci riprova cento volte non fa lo fa mai. Il secondo goal non fa testo, era la fine della partita ed eravamo sotto di un goal perciò tutti in avanti alla ricerca del pareggio.
    Il mio accorato appello è questo: anch’io sento tanta amarezza tant’è che non ci ho dormito, ma da vecchissimo tifoso (ho calcato sia il terreno del vecchio Castellani di via Masini, dove ci ho lasciato il anche il mio ginocchio destro, sia da spettatore sulle sue tribune), vi dico che fischiare e contestare non serve che a far disamorare la squadra che si sente di aver dato tutto quello che poteva dare, (è inutile cercare il sangue in una rapa, tanto il sangue non c’è, cavolo, allora è il momento da tifosi seri di rimanere uniti, di non destabilizzare l’ambiente, di spronare e d’incitare la squadra e la dirigenza, poi a fine campionato scateniamoci pure, ma non copiamo le nane, mi raccomando se no siamo come loro. Ricordiamoci da dove veniamo e chi siamo, io ho visto l’Empoli giocare con il Cecina, con la Fermana e con il Calangianus, ricordiamocelo che senza il Corsi ci ritorniamo velocemente, meditate gente, meditate.
    Invece ……. incitare, incitare, incitare, incitare dobbiamo essere il tredicesimo giocatore in campo. Mi raccomando datemi retta, ne ho viste di peggio in tanti anni, abbiamo sette punti di vantaggio a sole undici gare, niente è ancora scritto in maniera definitiva, ma c’è ancora il tempo per non retrocedere, il che è il nostro obiettivo massimo e storico.
    Non sprechiamo quanto di buono abbiamo fatto fino ad oggi, non buttiamo via una retrocessione solo per un comprensibile momento di rabbia e di frustazione, a mente fredda ora vragioniamo.
    Forza azzurri, siempre.
    Gianca.

    • Un discorso penoso.Non si può replicare perché sembra fatto in buona fede. Quindi noi avremmo avuto sfortuna? (la pozzaaaaaa! ricordati della pozza!!!!!). e ricordati che se non tiri non segni. E’ una legge inventata tanti anni fa nel calcio, prima che tu nascessi, ed è ancora in vigore. Informati!

    • Premesso che i tifosi non sono assolutamente ingenerosi nei confronti della squadra anzi, casomai è vero l’incontrario, e che la mancanza di un attacco non può e non deve essere la giustificazione per le tante sconfitte, ti faccio presente che:
      1) i crampi dei giocatori non sono dovuti al troppo correre (vanno tutti o quasi al rallentatore) ma ad una mancanza di allenamento e ad una preparazione sbagliata e carente.
      2) se non abbiamo un attaccante valido è solo dovuto ad una mancanza della Dirigenza che avrebbe dovuto provvedere.
      3) basta parlare di sfortuna, anzi….visti i risultati delle tre squadre dietro di noi direi che possiamo ritenerci molto fortunati.
      4) è da agosto che sproniamo e supportiamo la squadra, se permetti anche la pazienza ha un limite
      5) Alcuni giocatori hanno subito una involuzione preoccupante.
      6) L’allenatore, bravissima persona ma, mi spiace dirlo, non è all’altezza della serie A né tecnicamente né caratterialmente.
      7) si ricordiamoci chi siamo e da dove veniamo ma ricordiamoci anche dove siamo e ricordiamoci che abbiamo una maglia da onorare e RISPETTARE, cosa che qualcuno (giocatori in primis) a volte si dimentica.

      • 8) in 7000 paghiamo un abbonamento che il corsi quest’anno ha pure aumentato in modo vergognoso. Il minimo che possa fare è lamentarmi. E poi basta con questo atteggiamento provinciale. Negli ultimi 20 anni siamo diventati tra le 15-20 squadre più forti d’italia e abbiamo un settore giovanile tra i primi 10 in Italia. Se vogliamo crescere ancora le critiche servono se sono costruttive e se chi le riceve è intelligente. Dire che va tutto bene quando invece va tutto male non serve a niente. Se fossi il corsi darei una scossa alla squadra cambiando allenatore. Subito.

    • sfortuna? l’attaccante?non serve fischiare?… cominciamo ( chi può invece) con una bella contestazione fin da oggi alla ripresa degli allenamenti al sussidiario … e magari facciamoci spiegare da Carli che sicuramente sarà presente cosa intende fare….una società con le palle almeno mandava la squadra in ritiro punitivo ..a guardarsi negli occhi , la sfortuna? ..ma !!!… a me da anche l’idea che Bellusci sul tiro del genoano si sposti per far passare la palla ..se rimaneva fermo gli picchiava addosso… in quanto all’attaccante puoi averci anche Belotti davanti ma se giochi così i goal non li fa ne Pucciarelli, ne Belotti ne Messì… senza gioco , senza idee , senza un centrocampo da categoria vai da poche parti

  11. sensazione di impotenza.
    io a differenza di molti ho visto mettere impegno all’interno della partita…il problema è che l’impegno senza soluzioni/alternative di gioco è fine a se stesso.
    Non si può pensare di vincere le partite senza tirare in porta; il possesso palla sterile non porta punti.
    Quest’anno serviva un allenatore in grado di fornire delle alternative a questo sistema di gioco,nel momento in cui questo si è rivelato inefficace, e invece ci ritroviamo con un esordiente monomodulo. Oltre tutto ciò c’è anche il secondario aspetto comunicativo: eravamo abituati a 2 grandi oratori come Sarri e Giampaolo e ci troviamo un’analfabeta che a volte sembra proprio voler provocare maggiore nervosismo tra la gente piuttosto che prendersi le proprie responsabilità.
    La colpa di tutto ciò va alla società, che va ringraziata a prescindere per averci portato in questa categoria, ma che quest’anno ha commesso troppi errori.

  12. La retrocessione mi sembra più che probabile. Questa squadra senza Levan al massimo può fare tre/quattro pareggi. L’allenatore dopo le ultime dichiarazioni (io ho sentito anche quelle a radio rai ) é in uno stato di confusione mentale non in grado di gestire nemmeno un gruppo di scout.

  13. Mi trovo d’accordo con la lettura che da Alessio Cocchi, unica cosa bisognerebbe (visto che si permette di prenderti in giro in faccia) che tu iniziassi a parlare un po’ di questo allenatore mettendo in risalto i suoi limiti e il suo non essere pronto per fare questo mestiere che nel 2017 non è solo quello di organizzare gli allenamenti

  14. A posto di El kaddouri o Saponara ci puoi mettere pure messi ma non riuscirebbe ad incidere lo stesso! Se giochi con gli esterni di centrocampo che non fanno inserimenti senza palla e con gli attaccanti che non incrociano e si allargano sulle bandierine cosa dovrebbe fare il trequartista? La rosa è qualitativamente scarsa ma è pure vero che dalla cintola in su NON C’È UNA PARVENZA DI IDEA DI GIOCO!!!

  15. Uno dei grossi limiti che abbiamo è che il gioco si sviluppa quasi costantemente sulla sinistra. Ok che Croce è il più in palla ma non si può insistere a dare palla a lui arrivare sul fondo e poi ci si perde. Laurini ha oltrepassato il centro campo 5 volte. Sui nostri calci d’angolo avevamo sempre 3 difensori a badare uno del genoa. Qui è il manico che non ha soluzioni da dare. Si insiste sempre sullo stesso modo di giocare ma abbiamo visto che non è prolifico. A questo punto, avendo fallito il discorso della continuità di gioco e di pensiero con gli anni precedenti, sarebbe opportuno quanto meno un cambio di modulo. Pucciarelli che rincorre tutto e tutti non si può più vedere. Dousse che prende palla per ridarla a chi gliel’ha passata nemmeno. Il passato è passato. Cerchiamo almeno di salvare il salvabile. Gli errori della società ci sono stati nei 2 mercati, hanno allestito una squadra non all’altezza. L’allenatore esordiente ha i suoi limiti e lo si vede nei cambi, uno per tutti Buchel: o è il vice Dousse o il vice Croce. A me sembra che il mister sia in confusione totale. E poi se hai 3 cambi usali… mettiamo una barricata davanti alla porta per portare a casa almeno uno scialbo 0-0. Molto deluso!

  16. Mi dispiace x Giovanni …ma in questo momento deve abbandonare il passato e portare il LESSO a casa (SALVEZZA)cambiare modulo senza centravanti ..Senza punto di riferimento x gli avversari un bel 433 e lottare …Chi non è in grado ..deve andare in tribuna senza guardare in faccia nessuno .ricordiamoci ANCONA noi arriveremo a Palermo con 2/3 punti di vantaggio. .fate voi!!!a noi queste cose ci riescono bene!!

  17. Volevo anche aggiungere che il “presidentissimo Corsi”….non ha confermato Giampaolo,dopo che nonostante un girone di ritorno non proprio brillantissimo,aveva comunque portato l’Empoli a raggiungere il 10 posto e una salvezza pressoché certa dopo il solo girone di andata…..Evidentemente pensava che un esordiente,scimmiottatore di un gioco che comunque non si è mai visto,fosse l’arma giusta per l’ennesima salvezza.Credo che alla fine Giampaolo si sia dimostrato un vero signore elogiando comunque il “sistema” Empoli,senza fare una minima polemica….E’ VERO LUI DEVE ANCHE RINGRAZIARE L’EMPOLI PER AVERLO SCELTO E RILANCIATO NEL GIRO DELLA SERIE A,ma è stato trattato a pesci in faccia…e sicuramente non da Carli che lo aveva voluto,ma da un presidente che sta facendo di tutto per sciupare il giocattolo Empoli e che l’unica cosa che ha saputo fare con i soldi della cessione di Tonelli e quella di non rinforzare minimamente la squadra nell’unico reparto dove da anni anche un CIECO si è reso conto che ce ne era bisogno.(Oltre a continuare a tenere un allenatore che ad Empoli sarebbe rimasto volentieri….ma si sa magari un “rinforzino” di paga Giampaolo lo meritava anche in considerazione del decimo posto che aveva portato diversi milioncini in più…….ma mettendoci Martusciello….il suo braccino corto….si è sentito sollevato e contento!)

  18. Io non ho capito cosa volevano fare, il gioco di Sarri con questi giocatori?
    Innanzitutto bisogna saper palleggiare ci vuole tecnica (incominciando dalla difesa) poi bisogna farlo a mille all ora poi ci vuole personalità o qualcuno che la possa trasmettere .Tutto questo non c’èinoltre siamo lenti prevedibili non ci si muove senza palla non si sa’ tirare in porta ecc ecc..Ma come si fa ‘ ad arrivare a questo punto della stagione e non essersi accorti di tutto questi difetti che ci accompagnano dall inizio di campionato.Questa squadra e questo allenatore non possono migliorare si può soli sperare nella mediocrità degli avversari ma mi sa’ che non basta perché qualcuno che lotta per la salvezza almeno la grinta ce la mette noi non abbiamo nemmeno quella

  19. Magari Carli e company mi diranno che Martusciello si sta dimostrando un allenatore valido perché si vede dagli allenamenti e nei particolari che cura in maniera minuziosa….io purtroppo la sua bravura la vedo la domenica….

  20. Mork ha centrato il punto.Quest’anno il presidente si è sentito troppo bravo ed ha giocato troppo d’azzardo.Mettere un allenatore ben voluto dalla piazza per il passato da giocatore,che mai aveva avuto la responsabilità di gestire da solo neanche una formazione Primavera o Lega Pro.Investendo poi sul mercato zero euro o quasi.Nessuno voleva Messi ma giova ricordare che tra diritti TV, botteghino,sponsor e cessioni varie ,una quarantina di milioni di ricavi sono stati messi a bilancio.Non stiamo sempre alla solita tiritera “siamo l’Empoli,piccini e bla bla “.Nessuno chiede al presidente di tirarli fuori di tasca ma se vuoi stare in A qualche investimento va fatto.Anche su di un allenatore che abbia già un po’ di esperienza alle spalle.

    • Tocchi il tasto giusto: la volontà di investire…che non c’è più! Non serve comprare giocatori fatti e finiti (Zambelli, Pasqual, Gilardino…) o tenere al pascolo gli scarti delle altre di A in cambio di qualche mancetta per il disturbo, ma puntare su giovani di prospettiva tirati su dalla Primavera o pescati in LegaPro/Serie B. Già…ma per prenderli sti giocatori bisognerebbe ci fosse qualcuno che li cerca, ed il capo degli osservatori non esiste più a Empoli, o sbaglio?! Saremo mica caduti nel brutto vizio di affidarsi a una ristretta cerchia di procuratori???

      Il tifoso empolese non pretende la luna, è disponibile anche a sopportate momenti difficili se alla base c’è un progetto serio…a proposito di serietà e progetti, meglio stare zitti che mi viene in mente lo stadio.

  21. E finisco con il dire che se davvero l’allenatore non avesse colpe tecniche ma solo di troppa benevolenza per i giocatori e per il gioco che mettono in mostra(mi pare che le sue dichiarazione post-gara abbiano evidenziato che la squadra aveva fatto quello che doveva fare)uno come Spalletti invece li avrebbe presi uno ad uno e sbattuti contro il muro!7000 ABBONATI,ABBONAMENTI AUMENTATI SENZA UNA RAGIONE PLAUSIBILE E SOLO IN SETTORI DOVE CI SONO COMUNQUE PERSONE CHE VANNO A LAVORARE 8 ORE AL GIORNO E PER PAGHE DA OPERAI CHE MAGARI NON HANNO AVUTO LA POSSIBILITA’ DI ABBONARSI NELLA MARATONA INFERIORE PER MANCANZA DI POSTI.Via Corsi fine dell’Empoli calcio?Ma chi lo ha detto!Magari arriva un presidente che finalmente ci mette qualche soldo che esce dal suo portafoglio e non solo dalle cessioni come invece sta succedendo da più di 20 anni a questa parte!

  22. Leggo sempre con piacere l’analisi del giorno dopo di Cocchi ed oggi ho trovato che ci sia stata da parte sua una presa di coscienza maggiore rispetto ad altre situazioni analoghe in cui si cercava sempre di leggerla dalla parte della società, ma capisco e non ne faccio una colpa. Una frase su tutte è da sposare, ovvero che i centrocampisiti (Croce a parte ma lui non fa più nemmeno il centrocampista, fa tutti i ruoli ormai salvo quello del portiere) non vanno a rimorchio, quella è la chieve ed è per quello che gol si farà sempre con grande difficoltà. Siamo arrivati a dover pregare che si rimetta Levan, giocatore che a giugno era il quarto attaccante!!!!

  23. Il problema di questa squadra che gira a vuoto,non ha schemi per arrivare a tirare in porta,anche i giocatori devono rendersi conto che bisogna tirare da fuori area,pucciarelli è un giocatori da serie c,è un offesa al calcio farlo giocare in serie a,tutti allo stadio dicono si è vero ma pucciarelli corre,ma il calcio non è atletica leggere non serve solo correre,noi abbonati ormai da anni e con l’aumento di quest’anno siamo un po’ presi in giro,la fortuna del presidente Corsi e che le 3 di dietro le perdono tutte altrimenti eravamo già con un piede in B.presidente corsi invece di andare a tifare Juventus in tribuna con agnelli alla finale di coppa Italia contro il Milan,pensa a come è stata gestita la squadra quest’anno,con un allenatore senza esperienza e senza idee

  24. Siamo fermi come paletti, squadra triste che non diverte. Se a più 7 (visto che lo rimarcate con insistenza) la gente si è rotta le OO e lo stadio è sempre vuoto, spero ve ne siate accorti, c’è più di un perchè. E ridateci lo speaker, levate quel fiorentino obrobriso, non sono amico del Cocchi e lo bacchetto anche spesso ma lo speaker è lui, senza discorsi. State rovinando il giocattolo, la gente non ha l’anello al naso, voi fatevi gli abitini col maglioncino, rifate il logo, fate i negozini e tutto va bene… Per adesso… UMILTA’ CI VUOLE la paventate, la chiacchierate ma non la applicate. E per adesso sto zitto per il discorso stadio che dovrà rivenire fori prima o poi

  25. ….io ricordo molto bene che, a luglio, fu enfatizzato il fatto che, per l’inizio del raduno, era stata data a Martusciello una rosa completa. Non capisco cosa c’entri, dal momento che non è sinonimo di successo sicuro, probabilmente presi dalla foga hanno perso di vista la qualità vera e propria. Troppo sopravvalutati alcuni elementi, altri hanno fatto come gamberi. Se a una rosa già poco strutturata si mette alla guida uno limitato in fatto di esperienza, la frittata è fatta. Conclusione, e l’ho sempre pensato, quando qualcosa non gira, il 95% della colpa è di chi è a capo di tutto. E ricordo, per l’ennesima volta, che questo è il secondo “sfizio” che si leva il gran capo….direi che ha rotto le balls, visto che il primo ha “indirizzato” la stagione (e sappiamo tutti come finì), e ora………via sto zitto. Mi sembra appurato che non abbia vista di falco per queste cose.

  26. Salviamoci. Perché 2 vittorie e 2 pareggi da qui a fine maggio questa squadra li può comunque trovare. Poi a giugno andrà riesaminato tutto. 4 partite senza Levan e 4 sconfitte, ora confidiamo nel suo rientro. Anche ieri la squadra il suo punticino se l’era guadagnato, con un bel possesso-palla (65% a 35%) che però, senza una punta che dia profondità e faccia salire la squadra, è risultato alla fine inconcludente. Ma un mi venite a dire che i’Genoa ha meritato la vittoria.

    • Siamo seri Claudio, da Empolese posso dire che il Genoa non ha rubato nulla; aveva impostato la partita sulle ripartenze con un centrocampo folto e l’ha vinta come l’aveva preparata, il gol poteva arrivare anche prima … per me non è questione di risultato, 1 punto o zero fanno poca differenza, 1 o 3 punti facevano molta differenza. La verità disarmante è che puntiamo più sulle disgrazie altrui che sulle fortune nostre e lo ha capito anche il pubblico che ha esultato sul 2-1 del Torino. A questo punto inutile andare allo stadio.

    • Di certo non la meritava certo l’Empoli…..e ricordati che giocava in casa e contro una squadra che da dieci o undici turni,ora non ricordo bene,non vinceva e che di goals ne subiva a valanghe.Se guardi le occasioni ,goals compresi,ne avute di più il Genoa,quindi non vedo perché si possa dire che non ha vinto meritatamente….Solo perché ha segnato nel finale?POI SE SI VA A LEGGERE I NUMERI TUTTA STA SUPREMAZIA DI POSSESSO PALLA NON C’è DAVVERO STATA,E QUEL POCO DI POSSESSO PALLA IN PIU’ E’ STATO FATTO LENTAMENTE E SI E’ RIVELATO STUCCHEVOLE E SENZA LE GIUSTE VERTICALIZZAZIONI.Hai voglia a dire che Dioussè verticalizza poco…..NON C’E’ MAI UN UOMO CHE SI SMARCA!Pucciarelli?Mai visto un attaccante che non punta la porta….bè lui lo fa….pesticcia persticcia,appoggia indietro o torna indietro e non mi spiego come mai il più delle volte o gioca decentratissimo sulla fascia(e lì il pallone non glielo daranno mai se l’azione si svolge dalla parte opposta)o va fino alla linea dei centrocampisti(sempre dando il pallone indietro)invece di stazionare all’attacco dove dovrebbe stare.In diverse occasioni pasqual,Croce,Pucciarelli(o El Kaddouri) vicinissimi tra loro sulla fascia sinistra per un cross poi di Pasqual che vedeva in area il solo Maccarone contro 3 difensori…..Gia ….dimenticavo….schemi del mister….che poi diverse volte negli spogliatoi ha dichiarato che sotto porta bisogna essere più cinici e sfruttare le occasioni…..MA QUALI OCCASIONI SE SI TIRA 2 O 3 VOLTE IN PORTA IN OGNI PARTITA? E NON SEMPRE PERICOLOSAMENTE……Abbiamo FATTO 15 GOALS?Bè PER QUANTO SI E’TIRATO IN PORTA SONO ANCHE TANTI!

    • Certo che se l’è meritata. Riguardati bene le azioni da gol che ha avuto.
      Se tu fossi stato un tifoso del Genoa, a parti invertite avresti detto “vittoria meritata”

  27. Ma se Maccarone non butta dentro quelle occasioni come gli è capitata ad inizio partita ma di cosa stiamo parlando. La società ha sbagliato a non comprare una punta vera anche serie b ma non diamo alibi ai giocatori che hanno in campo. Diousse ieri migliore in campo come diverse partite a questa parte. Recupera tanti palloni si batte e si sbatte. Pucciarelli ieri inguardabile. Krunic e El Kaddouri che hanno un bel calcio non hanno mai provato da fuori eppure ci sono arrivati diverse volte palla al piede al limite dell’area! Croce anche ieri tra i migliori con l’unico tiro in porta nel primo tempo respinto da Lamanna. Il genoa nel secondo tempo, primi trenta minuti non ha mai superato il centrocampo, ha avuto un occasione prima del gol in contropiede.

  28. Analisi che furbescamente si allinea all’umore del pubblico quando fino ad ieri a leggere gli articoli sembrava andasse tutto bene. Ben venga ci mancherebbe un pò di obiettività ma una rondine non fa primavera. Speriamo sia l’avvio di una stagione diversa e meno allineata. Infatti non si può assistere a delle interviste dove l’allenatore in carica si arrampica sugli specchi o dice cialtronerie colossali e nessuno glielo fa notare. Il medico pietoso fa la piaga puzzolente e fino ad oggi presidente, DG, tifosi, giornalisti sono stati il medico compassionevole. Come viene detto nell’articolo, cambiare è ancora possibile, ma bisogna che ognuno torni a fare la propria parte…

  29. Caro Giovanni,
    rileggiti e capisci……… il mio discorso, ma che c’incastra la pozza col mio ragionamento?? Non ho detto che abbiamo avuto sfortuna in tutto il campionato, ho detto solo che IERI abbiamo avuto sfortuna, è ho premesso anche le note carenze della squadra e le colpe della dirigenza, ma che c’entra la squadra se l’Empoli non ha un attacco decente?? Me lo vuoi dire??.
    Si stava tranquillamente portando a casa un pareggio prezioso, quando quel giocatore ha indovinato “il gol della domenica” che il nostro portiere coperto, (altra sfortuna), alcune riprese tv lo mostrano, non ha potuto parare.
    Ecco io intendevo dire questo. Poi capisco anche che è un discorso da vecchio che i giovani irruenti possono non accettare e li capisco, ma vorrei invitarli oggi a mente fredda a riflettere per cercare di evitare la retrocessione, ricordati che l’unione fa la forza e sfido chiunque a controbattermi con argomenti seri e non con discorsi generici da partito preso.
    Poi…. se volete retrocedere continuate su questa strada e retrocedete pure, io non mi accodo e non voglio responsabilità morali.
    Comunque Giovanni rispetto la tua idea, ma non la condivido.
    Un caro saluto da tifoso a tifoso azzurro.
    Gianca.

    • «IERI abbiamo avuto sfortuna», «Si stava tranquillamente portando a casa un pareggio prezioso, quando quel giocatore ha indovinato “il gol della domenica” che il nostro portiere coperto, (altra sfortuna), alcune riprese tv lo mostrano, non ha potuto parare»

      Tu pensi alla fortuna/sfortuna… io invece Ti parlo e Ti oppongo FATTI: il giocatore del Genoa ha segnato quel goal, trovando il tiro della domenica, perché l’ha “CERCATO”.
      L’Empoli di ieri era talmente penoso che mai avrebbe potuto avere la fortuna di cui parli Tu, perché non l’avrebbe mai potuta meritare: con quali tiri in porta avrebbe mai potuto “trovare il tiro della domenica” una squadra che in 90 minuti + recupero non ha mai tirato verso Donnarumma se si eccettua una punizione/cross di ElKaduri?
      Ridurre la sconfitta di ieri dell’Empoli a mera “sfortuna “significare fare del male all’ambiente, perché gli si fa credere che sia il fato a determinare le vittorie e le sconfitte e non il mercato, l’allenatore, i giocatori, i dirigenti, gli schemi, i tiri, la grinta, la volontà, la forza, la determinazione, l’esperienza… e mi fermo qui.
      La fortuna, caro Gian Carlo Brogi, nonostante quel che si dica comunemente, non è cieca, ma ci vede benissimo. E ieri ha scelto volontariamente di voltare le spalle alla squadra più mediocre e senza palle mai vista al Castellani dai tempi di Gigi Simoni. Meno male non l’ha fatto anche nella gara col Torino, altrimenti saremmo qui a parlare di un’altra sconfitta in più.
      Continuare a dire che se si va in B è colpa dei tifosi, che non sarebbero abbastanza uniti, è un’offesa indegna al popolo empolese: questa squadra non ha mai entusiasmato, né ha mai fatto niente per farsi ben volere. Non parlo di risultati, parlo di atteggiamenti e volontà in campo.
      E poi, come puoi chiedere attaccamento ad un allenatore che, giusto per dirne due, prima della partita con la Juve si inalbera ad ogni domanda e dice “giocherà Skorupski + altri 10” o che ieri, a fine partita, invece di ammettere i propri errori e cospargersi la testa di cenere, ci prende tutti per il cul0 dicendo che “i fischi erano per il Genoa”…
      Ma via, su, siamo seri: chi crede alla fortuna, si compri un gratta e vinci, invece di venire allo stadio!

      • Grandissimile Usualemi.Quotone al 1000%.Non esiste sfortuna o fortuna nel lungo periodo.Anche quando abbiamo vinto con l’Udinese e Palermo sono state partite soporifere.Solo che l’episodio ti è girato a favore e allora giù lodi a non finire sulla squadra cinica,sulla difesa impenetrabile ed iperboli fuori luogo.

  30. Parlerei anche del mal di schiena del Giorgiano visto che sembra che la sua schiena non abbia niente ma il problema sembra essere un altro……..!

  31. come mai nessuno dice che sul tiro di tcham bellusci ha fatto “il velo” scansandosi ,ma che ci aveva paura della palla?poi quello che preoccupa per il futuro è proprio il non gioco di qui alla fine si farenno sette otto punti?

    • Io l’ho gia commentato questo fatto e aggiungo che un eventuale deviazione,con palla comunque indirizzata in porta,avrebbe mandato la palla verso dove era posizionato Skorupski,che a quel punto quel pallone lo avrebbe preso senza nessun problema…..

  32. Martusciello non ha idee.
    Diousse che nelle ultime 2 partite non ha neanche giocato male si limita solamente a passarla a 3 metri oppure all’indietro; secondo me è il tempo di cambiare a centrocampo.
    Come mediano proviamo buchel o jose mauri che non è detto facciano meglio ma almeno proviamoli perche diousse non verticalizza mai.
    Tanti parlano di sfortuna ma la partita di ieri è stata la stessa di quella con il palermo e con l’ udinese.
    Li con un episodio casuale abbiamo vinto mentre ieri perso

  33. Difesa buona.
    Centrocampo nella media delle squadre di mezza classifica.
    Attacco inesistente.
    Allenatore inesperto e intimorito.
    Ma ndo si vo’ anda’?

  34. Premetto che alla base della situazione attuale ci sono errori fatti a Giugno, i più gravi dei quali sono stati prendere una figurina invece di un attaccante vero e illudersi fin da ultimo di riprendere Paredes a gratis per poi dover ripiegare frettolosamente su J. Mauri che non è un regista, ma un interno/trequartista.
    Detto questo credo che adesso però da parte della società, ci voglia la lucidità necessaria per andare oltre la riconoscenza e l'”amicizia” nei confronti di Martuscello e correre ai ripari il più velocemente possibile!!!
    La gara di ieri ha denotato tre problemi urgenti:
    Il primo è che la squadra non corre! Questo è da imputare alla scarsa intensità degli allenamenti…. c’è bisogno di ritrovare morale, grinta ma anche una forma fisica indispensabile per aggredire le partite che mancano alla fine del campionato. Non sono ammissibili i ritmi blandi e l’atteggiamento quasi “svogliato” con cui i giocatori si allenano durante la settimana. E’ evidente che l’allenatore non riesce più ad incidere adeguatamente nella testa dei suoi calciatori!
    Il secondo è che dall’inizio del campionato molti giocatori sembrano aver subito un involuzione preoccupante! E qui credo che al di la degli errori di mercato, ci sia da imputare a Martusciello il fatto di non essere riuscito minimamente a “SVILUPPARE” nessun giocatore, cosa che invece i suoi precedessori avevano fatto egregiamente (vedi i vari Hysaj, Tonelli, M.Rui, Valdifiori, Paredes, Zielinski etc. etc).
    Il terzo e credo sia il più preoccupante, è la povertà di idee e di gioco che ormai accompagna le prove dell’Empoli dall’inizio del campionato. Se la squadra ha segnato solo 15 reti, il motivo è da ricercare soprattutto nella pochezza di schemi e movimenti senza palla! Il fatto che manchi un centravanti di ruolo non è una scusante sufficiente. Altre squadre in passato e il Napoli nel presente, hanno ovviato e ovviano a tale mancanza con il gioco e con le idee chiare su cosa fare in ogni zona del campo. A volte non dare un punto di riferimento preciso alle difese avversarie può essere un vantaggio! Ma se dopo la gara di ieri nell’intervista del Cocchi sento Martusciello lamentarsi dell’atteggiamento del Genoa e dire che aveva provato a far decentrare El Kaddouri (l’uomo forse più pericoloso che abbiamo) per fare spazio all’inserimento dei centrali (Croce non la butta mai dentro e Krunic idem) mi viene da pensare che veramente in questo momento il mister sia in piena confusione e non abbia minimamente idea di come uscire da questa situazione. Ci vorrebbe un cambio di modulo (appare ovvio che non abbiamo gli uomini per insitere con 4-3-1-2), dovremmo cercare maggiormente la conclusione da fuori (vedi ieri il primo gol del Genoa e la rete di Krunic contro la Lazio), ma soprattutto avremmo bisogno di verticalizzazioni immediate e movimenti senza palla ad aggredire lo spazio, anzichè insistere con il palleggio lento, prevedibile e sterile a centrocampo! Possibile che quando recuperiamo palla nella nostra metà campo Diussè la passi sempre o all’indietro o orizzontalmente?
    La prossima gara contro il Chievo è fondamentale per la nostra salvezza (dopo il calendario è proibitivo), forse sarebbe il caso di correre subito ai ripari anzichè aspettare l’ennesimo e preannunciato flop a Verona

    • Guarda….ti posso dire solo bravo,perchè hai centrato e riunito tutte le problematiche che più o meno hanno scritto,singolarmente,altri tifosi elencando questo o quel problema.Speriamo che Martusciello legga il tuo commento perché in effetti se metti in campo delle idee giuste….anche un falso “nueve” la può buttare dentro.E qui si ritorna al discorso che tanti vedono una rosa non buona e forse scadente….io invece vorrei vedere allenata questa squadra da Sarri da Giampaolo o da un allenatore che comunque sa quel che fa….poi vediamo se davvero è una rosa attrezzata male e l’attacco così scadente!Voglio dire….che se anche gli attaccanti avessero dei limiti….possibile che Marilungo non riesca a tirare mai in porta,Pucciarelli idem,El Kaddouri lo stesso…..un centrocampista una volta ogni morte di Papa?Maccarone non è più centravanti di movimento….si vede benissimo che non può più ricoprire quel ruolo,perchè ormai in velocità non salta più nessuno…l’età purtroppo è l’età….fallo giocare più in profondità,ma soprattutto smettiamo di far fare agli attaccanti i primi difensori e teniamoli più alti a preoccupare chi li bada e ad essere più lucidi e presenti in zona goals…..A me del Pucciarelli maratoneta me ne importa un bel fico secco….Le punte devono anche aiutare sì….ma soprattutto DEVONO FARE LE PUNTE….senno è giusto giocare senza e mettere in campo falsi “nueve” a volontà!

  35. C’ avevamo Giampaolo… ve ne rendete conto????!!!! Sbaglio clamoroso del Corsi! Tutto il resto son discorsi…

  36. Aggiungo….mi e’ arrivata voce che il problema di LEVAN xche non gioca non e’ la schiena ma riguarderebbe la questione di un presunto futuro contratto…..ripeto e’ solo una voce….Forse!!!!

      • Ah guarda Mork di sicuro, con la fiducia che abbiamo ora, nulla ci puo sorprendere, poi se qualcuno se lo prende non sarei altro che felice per lui.

        • Anche lì….se davvero son vere le offerte per lui di questa estate….li voglio vedere gli 8-10 milioni di euro per il suo cartellino alla fine di questo campionato!UNA DECINA LI HAI PERSI PER LA NON CESSIONE AL Napoli DI SAPONARA SOLO PERCHE’ LA SOCIETA’ CHISSA’ QUANTO PENSAVA DI INCASSARE L’ANNO DOPO…..MINIMO ALTRI 5 O 6 CE LI RIMETTI CON PUCCIARELLI….Poi dimmi te la rosa di quest’anno quanto si è rivalutata in più dello scorso anno….L’unico da cui prendere diversi milioni di euro alla fine è il solo Dioussè che magari non è proprio adatto a giocara ion un centrocampo a 3 come playmaker,ma che statene sicuri come centrocampista arriverà a giocare in squadre di grande rango.Ci sarebbe un altro giocatore che sulla carta potremmo vendere a non meno di 30 milioni di euro….ma c’è un piccolo problema…..si chiama Croce e purtroppo ha 35 anni!Ma è uomo e giocatore da prendere ad esempio per tutti…..giovani calciatori e meno giovani… e i tifosi devono essere orgogliosi di quello che ha fatto in tutti questi anni con la maglia azzurra…..Domandina?Perchè lui ha 35 anni e corre sodo e per 90 minuti e gli altri no?A volte se non ci metti il cuore e la voglia di vincere(e lui ce l’ha! sempre)corri meno anche per quello….e arrivi dopo sul pallone!

  37. Concordo con te! Croce un esempio per tutti. L’unico a metterci impegno e grinta dal primo al novantesimo minuto

  38. Basta difendere la difesa.
    La guida della difesa è un certo Bellusci, che anche quando ha la copertura di un compagno non fa altro che arretrare trovandosi a chiudere a limite area oppure peggio in area. Caso aclatante la punizione dal limite concessa nel primo tempo, dove si è beccato l’ennesima ammonizione. Barba forse meno forte su l’uomo nazionale con mentalità più coraggiosa a tenere la difesa alta. Squadra più corta si corre di meno per recuperare e poi ci vuole la cattiveria di voler creare la superiorità saltando gli uomini davanti.

  39. TIFOSI CON IL FIATO SOSPESO FINO ALL’ULTIMA GIORNATA PER FAR CREDERE CHE LA SQUADRA E DIRIGENZA HANNO FATTO DI TUTTO PER RIMANERE NELLA MASSIMA SERIE…POI COME UN FILM GIÀ VISTO SARÀ SERIE B DOPO LA TRASFERTA DI PALERMO…SIGNORI ORAMAI IL CALCIO È UN BUSINESS…I QUASI 20 MILIONI DI EURO RICEVUTI DALLA FEDERAZIONE PER LA RETROCESSIONE DOPO IL TERZO ANNO DI SERIE A SONO SEMPRE 20 MILIONI DI EURO…E QUANDO CI RICAPITA!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here