Silvio Baldini segue dalla panchina il match con il MantovaPartiamo dagli allenatori. Sono tre i tecnici che nel 2008 hanno “guidato” la formazione azzurra: Alberto Malesani, poi Gigi Cagni, quindi l’attuale tecnico Silvio Baldini. E adesso immergiamoci nel caotico mondo dei numeri. Il 2008 è iniziato con l’anticipo di sabato 12 gennaio (già, sabato, come se fosse stata un predizione del futuro…) Empoli-Reggina che finì 1-1 con rigore trasformato (ed uno fallito) da Luca Saudati. Siamo nell’era Malesani che si era aperta nel novembre dell’anno precedente. Gli azzurri hanno disputato 21 gare di serie A (6 vittorie, 3 pareggi e 12 sconfitte, con 15 reti fatte e ben 28 subite), con la vittoria più larga ottenuta al San Paolo di Napoli per 3-1 e la sconfitta più pesante quella di Bergamo: 1-4 dall’Atalanta. Gli azzurri, a causa soprattutto del cammino poco redditizio tra le mura amiche, sono scesi in serie B, e a nulla sono dunque valsi i 3 gol a testa realizzati da Giovinco e Vannucchi, e i due gol ciascuno di Budel, Pozzi, Saudati e Buscè, oltre al gol vittoria di Abate al Ferraris contro il Genoa.

Prima di parlare di serie B, apriamo una parentesi sulle gare di Coppa Italia. L’Empoli nel 2008, prima di giocare le gare di questa stagione, aveva disputato la gara di ritorno degli Ottavi di Finale della scorsa edizione perdendo 5-3 a Torino con la Juventus in una gara bella, emozionante ed equilibrata, uscendo a testa alta dalla manifestazione. In questa stagione invece gli azzurri si sono imposti in tre gare su quattro superando in serie Ancona, Cittadella e Siena, subendo la sconfitta, fatale ai fini dell’eliminazione, ancora agli Ottavi e questa volta ad opera della Sampdoria. Nicola Pozzi in azione contro il MantovaIn Coppa Italia nel complesso sono dunque cinque le gare disputate con tre vittorie e due sconfitte, e con 9 gol fatti e 7 subiti. I marcatori azzurri in coppa sono i seguenti: 5 reti Lodi, sempre a segno nelle gare di questa stagione, 2 Pozzi (entrambe alla Juve!, ndr), quindi con una rete ciascuno Antonini e Negrini. Bilancio che in Coppa Italia è pertanto positivo.

 

Si scende dunque in serie B. Gli azzurri hanno fin qui disputato 19 gare, vincendone 9, pareggiandone 5 e perdendone 5. I gol fatti per il momento sono 25 a fronte di 19 gol subiti. Come per la Coppa Italia il goleador azzurro è Lodi con 10 reti (noi abbiamo voluto assegnare a Lodi il gol da tutti attribuito come autorete a Rickler del Piacenza, ndr), quindi Buscè e Vannucchi con 4, Corvia e Pozzi con 2, Pasquato, Saudati e Coralli con una rete.

Sommando tutte le partite disputate nell’anno solare 2008 viene fuori che gli azzurri hanno conquistato 53 punti (15 vittorie, 8 pareggi e 17 sconfitte), con 40 gol fatti e 47 subiti. Il goleador è sempre Lodi, seguito da Vannucchi con 7, Buscè con 6 e Pozzi con 4. Un dato assolutamente eccezionale arriva dalle vittorie in trasferta. Pensate che delle 15 vittorie ottenute ben 8 (Napoli, Torino, Genoa, Rimini, Cittadella, Salernitana, Sassuolo e Frosinone) sono state ottenute lontano dal Castellani. Questo a riprova del fatto che, come lo scorso anno lo scarso rendimento in casa è forse costata la retrocessione in B, quest’anno gran parte delle chance di promozione passano dai successi casalinghi. Successi casalinghi che in questo scorcio iniziale di campionato sono sempre inferiori rispetto a quelli ottenuti lontano dal terreno amico.

 

Se vogliamo raggiungere l’obiettivo prefissato l’estate scorsa, il ritorno in serie A, i numeri del 2009 dovranno essere ben diversi da quelli dell’anno che si sta per chiudere.

 

 

Gabriele Guastella

(gabrieleguastella@hotmail.com)

 

 

 

(www.gabrieleguastella.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here