E’ la quarta volta che il Vicenza arriva ad Empoli nell’anno solare 2012, ma la gara di domani avrà un sapore completamente diverso da quelle giocate in precedenza, soprattutto  rispetto a quella dell’8 giugno scorso che ha scritto un pezzo di storia azzurra. Vediamo le ultime in vista del match di domani.

 

In casa azzurra l’unico nodo da sciogliere resta quello legato alle condizioni di Pratali che oggi in rifinitura ha provato ma non ha poi terminato la stessa. Domani mattina verrà fatto un ultimo test, il giocatore è convocato ma ad oggi pare poco probabile il suo impiego. Ed allora agirà Tonelli sulla linea difensiva dei quattro con poi il resto dell’undici, nel solito 4-3-1-2, che sarà il medesimo di quello visto a Cesena. Stanno bene Moro, Saponara e Maccarone che ad inizio settimana avevano lamentato alcuni problemi ma poi ampiamente superati. Migliora anche la condizione di Dossena che però anche domani dovrebbe andare in tribuna. Restano molte le indisponibilità per mister Sarri che domani non potrà contare sui vari Levan, Shekiladze, Mori, Accardi, Coralli, Ferreira, Camillucci e Boniperti.

Con molta probabilità la panchina dovrebbe essere composta dal portiere Pelagotti con Pecorini, Romeo (Pratali), Signorelli, Spinazzola, Cori, Pucciarelli.

Sarà una prova importante quella di domani, questo quanto detto dal tecnico azzurro in sede di presentazione. Un mister Sarri che teme la squadra veneta capace di imbrigliare bene il gioco e rendere difficile la manovra: sarà questo, sempre a detta del tecnico, un crocevia importante per testare la squadra dal punto di vista mentale.

 

Per quanto riguarda il Vicenza di mister Breda c’è da dire che Alex Pinardi non ce la fa a recuperare e difficilmente verrà a questo punto convocato. Cosa invece diversa per Malonga che partirà per Empoli anche se difficilmente verrà impiegato dal primo minuto nel 3-5-2 che il tecnico biancorosso ha messo in piedi. Non prenderanno parte alla spedizione in Toscana nemmeno i lungodegenti che sono Gavazzi, Rigoni e Gentili. Come detto sarà un centrocampo molto corposo quello creato da Breda, un centrocampo che si affiderà molto alle ripartenza di Semioli e Di Matteo. Davanti agiranno Giacomelli e Plasmati.

Breda non nasconde i timori della vigilia rappresentati dal dover affrontare la squadra più in forma del momento, ma la buona prova sciorinata contro il Livorno dovrà fare da trampolino per continuare a mettere punti in cascina per la lotta salvezza.

 

Vediamo quelle che dovrebbero essere le probabili formazioni

 

 BASSI  PINSOGLIO
 LAURINI  MARTINELLI
 TONELLI  PISANO
 REGINI  BRIGHENTI
 HYSAJ  SEMIOLI
 MORO  MUSTACCHIO
 VALDIFIORI  CASTIGLIA
 CROCE  MAIORINO
 SAPONARA  DI MATTEO
 TAVANO  PLASMATI
 MACCARONE  GIACOMELLI

 

 

Al. Coc. 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa posta di PE | "Ridateci le tribune del Sussidiario"
Articolo successivoEcco i teloni al Castellani
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. Una squadra che infila 3 goal al Livorno è temibile per forza, a prescindere dai nomi dei giocatori messi in campo.
    Certo la mancanza di Gavazzi non mi dispiace, ancora me lo ricordo veloce e temibile nelle sfide al Castellani dell’anno scorso, sia in campionato (1-1) che nei play out (3-2)

  2. Speriamo che dietro rientri il pampa, anche se Tonelli mi sembra che abbia preso sicurezza e le ultime giornate le ha giocate abbastanza bene,Pratali darebbe quella esperienza che serve ad una difesa parecchio giovane…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here