Da ieri, il terzino sinistro Ivan Fatic, arrivato nelle ultime battute di calciomercato in prestito da Chievo, è ufficialmente stato messo fuori rosa dalla dirigenza azzurra.

Un gesto, una situazione, davvero inuasuale dalle nostre parti che però ha voluto ben spiegare il DG azzurro Vitale:

 

Abbiamo preso questa decisione, tra l’altro non facendocene vanto, perchè crediamo sia la cosa migliore per il giocatore e per il gruppo. Non c’è una situazione particolare alla quale additiamo la nostra scelta, una serie di componenti, umane e professionali, che messe insieme ci hanno fatto capire che questa era la scelta da fare. Adesso poi con Gorzegno il reparto è a posto. Vedremo adesso come andare avanti fino a gennaio (difficile un movimento prima, ndr.), da li cercheremo di far tornare il giocatore al Chievo, sua società di appartenenza.”

 

Parole quindi che cercano di girare intorno ad un problema che c’è ed è sicuramente legato agli atteggiamente di un giocatore, un’eterna promessa del calcio, sempre sufficenti, un calciatore che pare non abbia mai legato con il resto dello spogliatoio con il quale anzi ci sono stati degli screzzi, visti anche in allenamento.

Già con Aglietti fu “vittima” di una situazione non simpatica che portò l’ex allenatore azzurro a mandarlo sotto la doccia anzi tempo.

 

Nessuna parola dal giocatore che si chiude per adesso in un ovvio “no comment”, anche se fonti vicine a lui ci confermano che l’integrazione non c’è mai stata e forse non c’è mai stata nemmeno la voglia di vestire la maglia azzurra.

Ovviamente saremo pronti a raccogliere eventualmente le dichiarizioni di Fatic, qualora volesse aggiungere qualcosa alla situazione creatasi.

 

Ricordiamo che il difensore nato a Pljevla il 21/08/1988 aveva esordito in azzurro nell’incontro perso a Brescia subentrando a Vinci. Dopo quel match partì titolare nell’amara trasferta di Crotone e per finire un breve scampo di gara contro la Reggina. Questo il suo score stagionale.

 

Al. Coc.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie A | Probabili formazioni 25-26 ottobre 2011
Articolo successivoL'Empoli verso la storia, grazie a Di Natale
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

17 Commenti

  1. Ho letto che sigarino ha ammesso di aver sbagliato con la gestione di Gorzegno, ok, ma quanti errori dobbiamo ancora subire da quest’uomo palesemente lontano da Empoli e dalla gente?

  2. Perchè si dovrebbe essere una società dilettantistica?? perchè si è messo fuori rosa uno che probabilmente è scarso e soprattutto non ha il comportamente di un professionista?!?..
    Secondo me giusto così , probabilmente ha fatto qualcosa che non doveva fare…

  3. Fatic non è vero che non va d’accordo con i giocatori…Fatic ha commesso vari errori che non sono perdonabili ad un professionista che guadagna tutti quei soldi…Roba molto grave…fidatevi…ho avuto queste notizie da fonti interne…quindi non c’entra niente il fatto che sia forte o no…poteva essere anche il miglior terzino della serie B…sarebbe cmq finito fuori rosa…se non lo avessero fatto saremmo stati veramente una società allo sbando…Quindi non criticate la società per questo gesto perchè ha fatto benissimo!

    • “Roba molto grave…fidatevi…ho avuto queste notizie da fonti interne”
      Scusami eh, ma come si fa a gettare il sasso e poi nascondere la mano in questo modo?
      Se sai qualcosa parla, magari fallo mettendo “anonimo” così che, se hai paura che si risalga Te, ciò non sia possibile.
      Altrimenti stattene zitto, scusa!
      Perché fare terrorismo inutile, non capisco davvero.
      A me di Fatic non me ne frega nulla, anzi mi sta pure antipatico.
      Ma la maldicenza fine a se stessa, SENZA dire da dove provengono le notizie (fonti interne, si ma quali?) e con dichiarazioni volutamente incomplete (roba grave, si ma cosa?), mi sembra davvero fuori luogo, oltre che inutile ora che Vitale ha già parlato.
      Mi sbaglio?
      Oppure mettiamoci tutti a fare i mitomani sul sito dicendo “questo è sicuro me l’ha detto una fonte attendibilissima”, “anche questo è vero fidatevi, me lo ha detto mio cugino…” e così via…
      Non siamo giornalisti, non abbiamo obblighi di riservatezza o di tacere le nostre fonti, ma ricordiamoci che mettiamo tutti quanto una mail prima di fare i nostri interventi e quindi siamo cmq responsabili di quello che diciamo e scriviamo…

      • Ok ma era un commento e non un comunicato stampa. Ognuno ha l’intelligenza per dare piú o meno peso a quello che legge (questo vale anche per i tuoi commenti o i miei).Qui si legge di tutto perfino commenti sulla ragazza di Tonelli o la suocera di Musacci!!!!Facciamoli scorrere e festa finita.Altrimenti diventiamo tutti moderatori cosí leggeremo solo i commenti dei commenti dei commenti…..
        Niente di personale.

        • Non era per fare il moderatore, ci mancherebbe altro.
          Solo che credimi odio la maldicenza gratuita, anche se fatta nei confronti di una persona che non conosco e che a pelle mi sta antipatico (Fatic) perchè la ritengo uno dei mali peggiori del nostro tempo.
          Però hai ragione, facciamo scorrere e festa finita
          🙂

      • Non sto tirando il sasso e nascondendo la mano…Ho promesso a chi me l’ha detto di non dirlo e non lo dico…non posso dire queste cose pubblicamente… siccome ho letto di un brutto rapporto con la squadra oppure di prestazioni nulle ho commentato dicendo che non è così…punto!
        Chi mi vuole credere mi creda se tu non lo vuoi fare pace…la notte dormo lo stesso!

  4. Se era una testa calda hanno fatto bene, ma questa società è arrivata al capolinea e non lo penso solo io. Aspetto ancora la presentazione della squadra. Forse in legapro si tornerà a fare davvero l’Empoli.

  5. Io in Legapro non ci voglio andare. E non dite che è meglio ripartire dal basso perchè sono solo caz..te. L’ultima volta che ci siamo stati abbiamo anche rischiato di andare in C2, altro che discorsi. Legapro? Toh!

    • Parole sante…
      Solo chi ha visto le partite di quegli anni, solo chi si ricorda le difficoltà di giocare col Baracca Lugo, col Carpi, con l’Alessandria o col Sora, per dirne solo alcune, sa che patrimonio sia la B per l’Empoli e gli empolesi.
      Quindi se c’è da criticare, critichiamo, ma basta coi menagrami…
      FORZA AZZURRO!

  6. Io ci sono cresciuto con la C1, bei ricordi, aneddotti, trasferte in pochi intimi e solide amicizie costruite con gli altri, si vedeva davvero chi ha a cuore gli azzurri……detto questo, peró, teniamoci stretta ‘sta cazzo di B!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here