Grazie alla gentile collaborazione dell’ufficio stampa del Sassuolo calcio, abbiamo raggiunto il tecnico neroverde, Angelo Gregucci, al quale abbiamo fatto alcune domande sulla sua squadra e sul match di sabato che ci vedrà opposti.

 

Mister buongiorno, intanto le faccio la domanda che immagino tutti le stiano facendo. Che succede a questo Sassuolo?

Il buffo è che una risposta a questa domanda io non ce l’ho. Lavoriamo bene tutta la settimana, c’è uno bello spogliatoio unito e armonioso, c’è la qualità dei giocatori, ma evidentemente non riusciamo nei novanti minuti ufficiali a trasformare tutte queste componenti in un successo e nei tre punti. La rimonta che facemmo al Siena, che per molti rimane una sbandata della squadra bianconera, a me non ha sorpreso perchè quello è il Sassuolo. C’è comunque la consapevolezza dei nostri mezzi e siamo sicuri che questo momento passerà.”

 

Il tecnico del Sassuolo, GregucciAnche perchè mister non è un mistero che la sua società avesse per questa stagione i playoff come obbiettivo minimo:

La società dopo aver sfiorato la promozione nella passata stagione ha ovviamente rafforzato la rosa per provare a raggiungere quel sogno. La rosa è indiscutibilmente di primo ordine, abbiamo giocatori che potrebbero dal mio punto di vista fare la serie A. Adesso è chiaro che il discorso playoff non viene menzionato, sarebbe solo illusorio, dobbiamo tirarci fuori da questa situazione e magari vedere tra un paio di mesi come sarà la classifica.”

 

Mister mi duole farle la domanda più scottante. Il campionato è lungo ma lei pensa di sentirsi tranquillo anche se le cose non cambieranno da subito?

Premesso che io ho piena fiducia nella società, sapranno gestire al meglio ogni situazione, è chiaro che la pazienza non è eterna da parte di nessuno. Noi allenatori siamo costantemente in discussione, fa parte del nostro mestiere e se non lo accettiamo possiamo fare altro.”

 

Veniamo alla partita di sabato, quali sono le sue impressioni e cosa pensa dell’Empoli?

Sarà una gara difficile, credo di poter dire che sarà una bella partita tra due squadre che non si vorranno accontentare di un solo punto. Speravo che gli azzurri passassero indenni anche la scorsa giornata, adesso la formazione di Aglietti, uno dei tecnici più bravi della categoria, vorrà farsi perdonare la sconfitta davanti al proprio pubblico. Noi stiamo preparando la partita come sempre, abbiamo due giocatori in forse, Fusani e Bruno, cercheremo di attacare gli spazi come sappiamo fare provando a contenere le ottime ripartenze che gli esterni dell’Empoli sanno fare. Cosa penso dell’Empoli? Penso che sia un’ottima formazione, ci sono dei bravissimi giocatori un mix di esperienza e di voglia di emergere. Vedendo le cassette delle partite ci si rende conto di come questa squadra sia tutta coesa, la loro forza sta nel gruppo, non ci sono protagonismi.”

 

La chiave del match quale sarà?

Difficile da individuare perchè come già detto le due squadre non si accontenteranno del pareggio, sarà un match a viso aperto. Prendere metri a centrocampo sarà fondamentale, come fondamentale per noi sarebbe passare in vantaggio, poi a quel punto potremmo provare a gestire il risultato.”

 

Al. Coc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here