Inizia una settima di mercato molto importante, ovvero quella della risoluzioni delle comproprietà.

 

In quest’ottica l’Empoli ha molte situazioni attive che dovrà monitorare e sulle quali poi dovrà fare determinate valutazioni e ce n’è una in particolare, che potremmo anche definire insperata, cioè quella di Eder, giocatore che girato la scorsa estate al Brescia che avrebbe potuto riscattarlo con un costo predefinito di 2,2 milioni di euro, cosa che al 99% non farà.

Abbiamo già abbondantemente spiegato la situazione e le difficoltà delle rondinelle nel recuperare il danaro per suo Eder e cederlo a terzi creando un guadagno. Il guadagno però, come detto insperato fino a poco tempo fa, lo realizzerà invece l’Empoli che rimpossessandosi del giocatore lo potrà girare al miglior offerente per una cifra, da quelle che sono le indiscrezioni giunte, non inferiore ai 3 milioni.

 

Entro venerdi sapremo la verità sulla situazione, nel frattempo siamo riusciti ad avere un breve contatto con il giocatore che ha la situazione sotto controlli ma sulla quale si definisce sereno:

 

Ho un contratto con l’Empoli e con il Brescia e so che in ogni modo vada io mi posso definire tranquillo. So che il Brescia ha delle difficoltà e che sarà difficile che mi riscatti come so che ancor più difficilmente giocherò con la maglia dei lombardi il prossimo anno. Il mio procuratore mi ha detto che ci sono alcune squadre che stanno prendendo informazioni e questo mi fa piacere anche perché si tratta di club importanti.”

 

Eder sembra anche molto meno spaventato di quanto non avessimo supposto noi riguardo l’ipotesi di giocare in serie B:

Mi hanno detto che sono richiesto anche in serie B, so di Torino ma soprattutto della Sampdoria. Non sarebbe un problema giocare in serie B in una grande squadra come quelle appena citate. Sarei bugiardo però se dicessi che mi piacerebbe continuare a calcare i campi del massimo campionato. Soprattutto il Cesena so che mi vorrebbe, il club mi piace e so che vuole allestire una squadra competitiva, valuterei positivamente il discorso.  Come dissi anche lo scorso anno sarei pronto anche per un’esperienza all’estero.”

 

Come noto sul giocatore c’è un pressing importante di Cesena e Samp, con Atalanta e Torino alla finestra. Tutte stanno già bussando alla porta dell’Empoli, società che da venerdì potrebbe tornare unica titolare dell’ex capocannoniere di B.

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteEcco la nuova serie B dopo le ultime due promozioni
Articolo successivoBassi, nella trattativa col Napoli si inserisce il Varese
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

2 Commenti

  1. caro eder… se la serie b non ti spaventa davvero come dici te e saresti disposto a dimostrare per l’ennesima volta che sei un campione da serie A dimostralo davvero… riprenditi l’empoli… con te, tavano, coralli e mchedlidze… trascinalo in serie A con i tuoi colpi di classe e i tuoi straordinari gol… allora vedrai che a bussare alla tua porta non verrà il cesena… ma un’altra squadra bianconera… molto ben più quotata… ciao

  2. Infatti,secondo me non gli fa paura la B,ma un contratto a “solo” 200.000,00 € l’anno.D’altra parte,niente moralismi,lo faremmo tutti;se ti offrono 700/800 mila euro anche 200 sembran pochi.
    Ma a Gorzegno l’offerta è stata fatta o no?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here