All’indomani della beffarda sconfitta con la Lazio, il Presidente Corsi ha analizzato la situazione azzurra a 360 gradi. Vi proponiamo le parole del numero uno di Monteboro pubblicate questa mattina attraverso l’edizione locale de “La Nazione”

Io credo che la squadra, a Roma, abbia fatto un’ottima gara. Giocavamo contro una squadra ambiziosa e nel secondo tempo il loro pubblico li ha fischiati. Sicuramente dobbiamo lavorare ancora su certi particolari, ma quello che ho visto nel secondo tempo di ieri mi è piaciuto. Sapevamo che il nostro processo di crescita non sarebbe stato immediato e che avremmo dovuto superare anche delle problematiche, ma i ragazzi stanno trovando la loro fisionomia. L’allenatore ha capito dove intervenire e sta lavorando in questo senso. Dobbiamo cercare di esprimere la nostra idea di calcio, ma questo richiede un po’ di tempo. Sono convinto che strada facendo possa arrivare anche qualche punto che magari potrà aiutarci. Sarei preoccupato se la squadra non creasse occasioni, invece i dati ci dicono che in queste prime sei giornate abbiamo avuto almeno quattro palle gol di media da dentro l’area di rigore. Domenica ci attende una partita importante ma penso che alla viglia saranno più preoccupati loro di noi, perchè sono loro che devono dimostrare la loro forza.”

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews da Torino… anzi da Zagabria
Articolo successivoLadies | Diventa socio sostenitore
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. per me ha ragione !!!!
    Le palle gol le creiamo, due anni fa era la stessa musica, magari eravamo un po’ più belli, ma non segnavamo e poi venivamo dalla B e c’era entusiasmo.
    Ora sembra che si sia partiti per vincere lo scudetto !!!! Tutti a criticare Martusciello, tutti a mugugnare. Piuttosto, mi preoccupa la situazione di Saponara che è in calando, speriamo si riprenda presto, non possiamo fare senza di lui.

  2. Desolante vederci la in fondo, con il possesso palla non si fanno i punti e non è vero che più ne hai meglio è! Speriamo tu abbia ragione mio presidente!

    • Desolante dirlo, ma non è il Crotone siamo le peggiori squadre della A ….. Poco sopra Cagliari, Pescara, Palermo e Sampdoria. … Giampaolo non mangia il panettone!

  3. «ma penso che alla viglia saranno più preoccupati loro di noi»
    Tutto vero, è ufficiale: stasera a Zagabria Allegri schiererà la primavera, in vista dell’impegno proibitivo di domenica ad Empoli…
    🙂
    Bravo Corsi, bella battuta… ma d’altronde, se non si scherza un pò, la vita è così monotona

  4. la Juve sta tremando??? ma presidente lei mi sembra gia rassegnato più di me… che non ci credo gia quasi più a questa salvezza…. non ci credi perche martuscello proprio non mi piace. non è capace di motivare la squadra, questo è palese ed è la cosa più grave… che errore metterlo li quest anno… pian pian stiamo crescendo, ricordo che siamo ancora alla ricerca del primo gol degli attaccanti,mentre noi piano piano siamo gia felici per aver giocato benino domaenica, le altre SCAPPANO.. presidente l errore lo avete fatto, non prendeteci in giro

  5. Presidente, siamo tutti scontenti. Se avesse comprato un paio di attaccanti nel corso degli anni non staremmo a mugugnare. Mah! Abbiamo segnato solo coi difensori, per questo siamo bravi: gli altri segnano con l’attyacco. Ho parlato con Dybala che mi ha detto di essere in ansia per l’incontro con noi…l’ho rassicurato.

  6. Dopo un bel pò di tempo mi sono registrato (anche se la cosa non mi piace), però, anche se quest’anno è TUTTO PEGGIORATO (prezzi degli abbonamenti, speaker, questo sito in cui la partecipazione sarà il 5% rispetto a prima, MAGLIE DELL’ANAS INGUARDABILI …), cerchiamo di trovare il lato positivo:
    Delle partite giocate secondo me ne abbiamo sbagliate solo due (Samp e Udine – dove abbiamo avuto anche molta sfortuna). Purtroppo abbiamo un calendario che ci fa affrontare tante squadre forti all’inizio.
    L’unica cosa che mi preoccupa veramente è Saponara; l’unico modo secondo me è trovare il verso di cambiare modulo, o verso un 4-4-2 oppure verso un 4-2-3-1.
    Lavorare, lavorare, lavorare (sul campo).
    Anche secondo me (come per molti) dare la guida a Martusciello è stato un grosso azzardo. Un grosso errore sarebbe però mandarlo via dopo una (probabile) sconfitta con la Juve.
    Sempre FORZA EMPOLI (Martusciello in primis)

  7. Condivido molte delle critiche fatte ma lancio un appello: nessuno dica nulla su Martusciello, che è un grande mito intoccabile. Le colpe, eventualmente, sono della società che lo ha mandato allo sbaraglio. Dalla mia bocca non uscirà mai una critica verso chi mi ha fatto vivere la più bella giornata calcistica della mia vita

  8. Sarri: 3 punti nelle prime 9 partite
    Giampaolo: 4 punti, fuori dalla Coppa Italia e 2 sconfitte in casa su 3
    Perchè non dare fiducia a Martusciello? Anche solo guardando agli anni passati….

    • Il problema è che se fai i confronti con gli anni passati vedi che comunque gli attaccanti segnavano di più. O non lo vedi che non si combina nulla per questo? Inoltre: la squadra è rinnovata, sia in difesa che a centrocampo. Ovvio che ci siano problemi e che non basta attaccare l’allenatore e incolparlo di tutto. Solo che l’attacco non va. E dillo una buona volta anche tu, anche perché così dai l’impressione di vedere le partite, scusa. E poi, questa lode sperticata sempre alla società: ma ci sono squadre che combattono, pur piccole, per salire e restare in serie A. Mi chiedo: ma perché l’Empoli deve avere un pubblico che si accontenta sempre aurocommiserandosi: noi siamo piccoli, quello che ci capita è tutto trovato, noi non facciamo neanche provincia (le pv non ci sono più, ma pazienza), e noi poverini…E allora il Chievo, l’Udinese, il Pescara non combattono sempre a tutto spiano per la serie A? E il Chievo e l’Udinese ottengono anche buoni risultati. Il Pescara anche, e poi ci metterei il Cesena. Almeno si impegnano.
      (((Ma non ci saranno mica dei paraculi in giuro? questo naturalmente non lo dico in particolare a nessuno, solo ai piagnoni)))

      • Il paragone con l’ anno scorso ci può stare dal lato delle prestazioni…ricordo le polemiche dopo il 1-3 con il Chievo alla prima…oppure la doppia sconfitta con Atalanta e Frosinone con infortunio di Croce e squalifica di Saponara…in quel momento pochi non parlavano di serie B.

        Il problema è che quest’ anno la guida tecnica è priva anche di quel minimo di esperienza e personalità per gestire ed uscire da una situazione difficile. Se poi ci mettiamo un calendario rognoso e un paio di cardini della squadra che sono spesso fuori della partita, il panorama è desolante.

        Sul calendario c’ è poco da fare…ma sulla guida tecnica e sulla formazione siamo ancora in tempo x intervenire…ma se si tergiversa anche solo altre 3 giornate si rischia il game over.

  9. Non si può criticare Martusciello, è la società che si è assunta il rischio.
    Pur dimostrando tutti massimo impegno e professionalità, al momento non c’è sintonia tra tecnico e giocatori, e temo che non ci sarà.
    Di questo passo lotteremo con il Crotone…… per il penultimo posto.

  10. mi rivolgo alla Società, quest’anno come sempre da quando frequentiamo la serie A è il più difficile da incontrare, lo sapevamo tutti in primis voi, forse è stato fatta una scelta sbagliata, nel cercare di risparmiare con l’allenatore e spendere qualcosa in più con alcuni giocatori, che hanno solo il nome un po famosi, ma si parla sempre di vecchietti, io avrei puntato invece su un allenatore giovane ma di avvenire, e con qualche giovane da lanciare, comunque apparte questa parentesi, magari avete ragione voi, e ne sarei più che contento, però abbiamo di fronte un campionato con squadre molto più rafforzate rispetto all’anno scorso, quindi cercherei di fare quadrato parlando di come uscirne fori meglio possibile, prima che sia troppo tardi, se si intende restare questi da allenatore a giocatori, dobbiamo guardarsi negli occhi e capire bene, chi ha le palle per giocare in categoria, anche se non ha il nome, basta che in campo dia tutto, poi se non riusciamo a fare goal, proviamo altri moduli, insomma non ci si può fissare su un modulo, solo perchè è andato bene uno due anni, se quest’anno non va, dobbiamo cambiare. Altra cosa, è vero che Saponara non da il massimo, ma anche lui non potrebbe diventare una specie di mezzala tipo alla Candreva, non capisco, perchè non provare varie soluzioni, e ostinarsi solo con un modulo, hai anche un Gilardino che non è in grado di stare con questo modulo, possiamo e dobbiamo trovare altre soluzioni, perchè il problema è tirare in porta e buttarla dentro, nel calcio c’è solo questo o no!!!….

  11. Il problema non è l’allenatore, che anzi comincia a far giocare benino la squadra e cerca di pretendere da essa una mentalità aggressiva e propositiva e mai quella di subire.
    Se in campo poi non succede è colpa dei limiti tecnici dei giocatori.
    Basta vedere la quantità industriale di passaggi e appoggi sbagliati durante le partite o ai tiri che sembrano “caccoline” e che fanno sembrano il pallone come fosse di “piombo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here