Il Presidente azzurro, Fabrizio Corsi, ha parlato attraverso le colonne de “Il Tirreno” per fare il punto della situazione in casa azzurra dopo l’ennesima sconfitta immeritata della stagione:

Bisogna crederci perché i segnali che manda la squadra ci dicono questo. Inutile perdere tempo a pensare ai pali, alla sfortuna, a quello che è stato. Dobbiamo continuare a testa bassa, puntando anche su un ambiente, il nostro, che può e deve fare la differenza. Qui si può migliorare, lo dice la nostra storia, è continuando così miglioreremo. È una situazione difficile da decifrare. Contro la Roma, ad esempio, sicuramente sul piano del gioco abbiamo fatto tutto bene, tutto giusto. Credo che manchi… la scintilla. Quella partita che ti fa svoltare. Ricordo, ad esempio, quando con Sarri battemmo la Lazio, o la vittoria sul Sassuolo con Giampaolo. Gare in cui avevamo prodotto molto meno di quanto non facciamo adesso, ma che poi ci hanno lanciato. Per riuscirci, però, non possiamo che continuare a esprimerci al meglio. Non dobbiamo perdere fiducia, vedo squadre peggiori della nostra che, in un modo o in un altro, riescono a vincere due partite di fila. Quindi può capitare anche a noi. Anzi, deve capitare e dobbiamo fare di tutto perché capiti al più presto. Ora dobbiamo sfruttare la sosta per prepararci al meglio a una partita, quella di Frosinone, che già diventa importantissima. Però, attenzione, a noi è capitato anche di buttare via una salvezza che sembrava in cassaforte, e non c’è bisogno di ricordare a quale stagione mi riferisco, quindi mai dire mai. In ogni caso . Capisco che è quasi impossibile, ma per fare le cose giuste ora dovremmo non guardarla proprio quella classifica. Quindi cerchiamo almeno di farlo il meno possibile. Prendiamoci quello che di buono abbiamo fatto anche con la Roma, che non è poco. Perché la partita è stata preparata benissimo dall’allenatore e dal suo staff e interpretata allo stesso modo dai ragazzi. E da qui ripartiamo per continuare a crescere. Sperando magari di poterlo fare con il gruppo al completo. Perché ad esempio le assenze dei terzini, al netto dell’encomiabile ed esemplare generosità di Veseli, qualcosa ci hanno tolto di sicuro. Ciccio Caputo è il nostro valore aggiunto senza se e senza ma. Contro la Roma ha giocato una partita superba e se ha sbagliato le occasioni, il rigore e non solo, è proprio per la generosità con cui ha affrontato la partita

64 Commenti

  1. perché nessuno gli domanda ; perché hai ceduto Donnarumma ???? con donnarumma in rosa eravamo a metà classifica , la rosa è perfetta manca solo un attaccante all’altezza da affiancare a Caputo è quello era Donnarumma e chi ha portato la gumina ad Empoli per 9 mln dovrebbe dimettersi all’istante

  2. e ha ragione popolo azzurro. Inanzitutto dei 3 tenori ce ne fosse uno che parla, uno che dice qualcosa. E allora la domanda (mai fatta da nessun giornalista alle conferenze stampa o interviste al presidente) è piu’ che legittima. Che poi a dire senza Caputo Doannarumma non segna, pem 7 gol. Ma non è da seire a. Non mi interessa, prima di cominciare nemmeno Di Lorenzo era da serie a, nemmeno Zaic era da serie A, nemmeno Capezzi era da serie A ( e forse non lo sono ancora) ma che significa. Da piccola squadra ci si affaccia alla serie a come ultimi e con le ns armi si prova a salvarci. Una delle ns armi era la coppia Caputo-Donnarumma che si trovavano in campo ed erano amici. Altra cosa, se il biondi no lo desideravi cosi tanto da spesnedere 9 milioni (o forse lo desiderava la juve) sicocme oltre Caputo non hai altro ci stavano bene tuti e due in rosa, e giocavano un po’ per uno, avolte poteva uscire anche Caputo. Quindi per noi anche se non è Ronaldo era troppo importante x questi motivi, Tutti s’è detto ma poi ogni tanto vogliano per forza farsi dare di bischero come si dice a Empoli.

  3. Quando le storie d’amore finiscono (e noi tutti amavamo Castagnetti e Donnarumma) bisogna guardà avanti. Un serve a nulla stà continuamente a frignà. E’ finita. Stop. Per ora è così e è lampante: campagna acquisti/cessioni forse sbagliata. Ma siamo ai primi di ottobre. E la stagione finisce a metà maggio!!! Nonostante questi errori, senza pali e senza infortuni, saremmo a pari se non sopra le altre…..senza contare il gioco. Da tutti considerato uno dei più belli della A.

  4. Volevate dimostrare di essere fenomeni.
    L’anno scorso v’era sembrato di esserlo.
    Ma non sempre si può avere la “fortuna” di prendere un allenatore che giocava a fare il nonno e ritrovarsi un mago.
    Volevate dimostrare che voi siete più forti dei giocatori che avevate, delle intese in campo che c’erano, degli schemi, delle tattiche.
    Volevate dimostrare che voi siete i più forti… e chi non vi sta simpatico deve togliersi dai maroni…
    Volevate dimostrare di sapere scegliere i giocatori giovani,strappandoli a suon di milioni d’euro agli altri. Perché quei giocatori ve li ha consigliati il “messia”, colui che ha scoperto Mbappè…
    MA QUESTO NON E’ L’EMPOLI.
    NON LO E’ MAI STATO!.
    Ed Ecco, adesso si può dire:
    NON SIETE FENOMENI.
    Siete umani ed avete fatto una marea di errori!
    Quindi: siate i primi a cospargervi la testa di cenere,poi se ne ragiona.
    Il Parma aveva una squadra ridicola per la A e doveva rifondare: lo ha fatto, facendolo bene. E viene premiata anche dalla fortuna. Perché se si vince quando non si merita, significa che le alchimie di squadra comunque sono esatte. Tant’è che poi, quando capita “anche” di giocare bene, si ottengono “anche” vittorie meritando!
    Quando invece si perde meritando i punti… significa che è m4iala!
    Noi avevamo una squadra pronta per la A e l’abbiamo distrutta.
    Anzi:
    l’avete distrutta!

    • E se poi a Maggio va diversamente chiedi scusa vero?
      Perché questo è un discorso che si può fare a Maggio dopo una retrocessione; farla alla 7 giornata mi sembra assolutamente prematuro e irrispettoso.

      Perché ovviamente se azzecchi le scelte è fortuna, se le sbagli è incompetenza…numero 1!

      • A chi a te chiedo scusa?
        Io sono un tifoso,faccio quello che voglio.
        Loro guadagnano milioni di euro.Nei limiti perché ad empoli prendono meno che altrove.
        Se avessi fatto nel mio lavoro gli sbagli di quest’anno della dirigenza dell’Empoli sarei già stato licenziato.
        Io sono libero di giudicare alla 7°, all 15°, alla fine all’inizio.QUando voglio.
        Sono libero di salire sui carri dei vincitori e di criticare.
        L’unica cosa che non farò mai è dire falsità.
        Purtroppo quello che ho scritto è VERO e per questo fa male.ANche a me.
        E non sono l’unico che pensa che è stata rovinata una squadra.
        Lo stesso Corsi,che quest’anno si è scelto gente accanto che si credeva un fenomeno,ha già capito tutto.Lui stesso dice “Capisco che è quasi impossibile”.CAro Sauro, hai letto? “quasi impossibile” e lo dice il presidente dopo 7 giornate. Che fai, adesso, dall’alto della tua “modestia” chiedi anche a lui di chiedere scusa?

        • Più che altro sei libero di aprire bocca e sparare a raffica su tutti. Boh contento te, a me non sembrano discorsi da tifosi attaccati ai colori ma più di comari del paesino che invidiano

        • Veramente il Presidente dice un’altra cosa !
          Quello che per il Corsi “è quasi impossibile” è non guardare la nostra classifica.

        • Scusa Mario ma non travisare l’intervista: il Corsi dice “capisco che è quasi impossibile” riferendosi al fatto di non leggere la classifica, non al fatto di salvarsi.

          “Capisco che è quasi impossibile, ma per fare le cose giuste ora dovremmo non guardarla proprio quella classifica. ”

          Per il resto in parte concordo con te

        • Non c’hai capito un cazzo Mario, il Corsi ha detto che è quasi impossibile non guardare la classifica…ma vai a letto e copriti invece di sputare veleno e minchiate

        • veramente il C0rsi ha detto “quasi impossibile” riferendosi al fatto di non guardare la classifica, non di salvarsi.

          non tr4visare i discorsi.

      • Sauro rilevo un errore in cio’ che dici, qua non si giudica “cosa hai fatto” ma “come l’hai fatto”, e i risultati che ne sono conseguiti appaiono la logica delle conseguenze.

        Come si puo’ pensare di salvarsi giocando benissimo e non segnando mai?
        Se ci salveremo sarà per merito di Andreazzoli che cambiando modulo e giocando in verticale è sulla strada giusta, perchè ormai ha capito di avere una squadra diversa per uomini e caratteristiche.

        E non c’è da prendersela con i giocatori, tutti fanno quel che possono.

        Ha ragione l’utente Mario, volevano fare i FENOMENI…altro che’….

        Il grazie o l’applauso va a chi è in campo, che si mostra vero per quello che è di fatto, è piu’ di 40 anni che pago l’abbonamento, ma non mi sento un cliente che deve ringraziare, ma un tifoso neutro che sostiene quando è giusto, e se vedo l’ingiusto te lo ricordo piu’ che volentieri, pur non avendo la bacchetta magica, ma un briciolo di intuizione.

        Abbiamo fatto molte volte i complimenti al presidente, ma ora a molti non piacciono le sue scelte, per nulla, e questo conta molto, stà a lui dire scusate abbiamo sbagliato…scendi su questo terreno già è un passo per migliorare.

    • Bravo Sauro siamo tifosi e ne parliamo quanto ci pare anche se non siamo d’accordo con la maggioranza che non accetta pareri dissenzienti dalla societa’.

  5. Con questa questione di Castagnetti e donnarumma dobbiamo fermarci…sia i favorevoli che i contrari..stiamo solo facendo male alla squadra….ora basta, davvero basta… ormai, giuste o sbagliate, le scelte sono state fatte e non si può comunque tornare indietro. Chiediamo semmai rinforzi per gennaio, ma ora incoraggiamo i giocatori che ci sono.

  6. Quando finiremo con questa storia “l’avevo detto” o “io ho ragione e te no”.
    Le parole del Presidente mi trovano concorde, è anche vero che la società si è parzialmente allontanata dalla sua gente, magari si sarebbe dovuto spiegare certe scelte per almeno chetare le malelingue.
    La squadra è viva, bello il gesto di Ciccio a fine partita sotto la Maratona a chiedere scusa: grande uomo, mi è piaciuto nonostante i tanti errori commessi in partita.
    Bisogna compattarci, divisi non andiamo da nessuna parte …. errori? può essere, ma ammettendoli i punti rimangono sempre 5, i gol fatti 5 e quelli subiti 10 …. non cambia NIENTE!!!!
    Ora prepariamo la fondamentale partita di Frosinone, potrebbe essere quella la famosa “molla” positiva, sperando di poter disporre di un terzino sinistro, per noi più importante della punta!!!!!
    CORAGGIO EMPOLI, RIALZATI E COMBATTI!!!!!

  7. D’accordo col Presidente.
    Detto questo la domanda gli andava posta lo stesso.
    In questo modo avremmo capito dalla diretta voce di uno dei responsabili il perché della cessione.
    Ci siamo già passati due anni fa con questo giornalismo “timido”.
    O il giornalista ci dice che non ha avuto “il coraggio” di chiederglielo temendo ritorsioni, oppure ci dice che ha provato, ma ha ricevuto un diniego.

  8. Quando dice “a noi è successo di buttare via una salvezza già in cassaforte” secondo voi a quale cassaforte si riferisce?

  9. Se i palloni non t’arrivano tu ci puoi mettere anche tutte le punte che tu vuoi……ma il sassuolo non ci potrebbe dare MAnganelli l’ho visto giocare con il napoli e sarebbe proprio il ce trocampista che ci manca….

  10. Donnarumma aveva diritto all’aumento dell’ingaggio a 27 anni con la gavetta che ha fatto.
    Un Presidente,che si intende comunque di calcio, capisce che per una stagione ci può stare.
    Dai talenti non si prescinde nel calcio.

  11. si viene a noia con Donnaruma e Castagnetti che poi se andiamo a vedere i commenti i primi mesi Castagnetti non era proprio amato da tutti. per me La gumina è uqello che ci potrà fare il salto di qualità.

  12. Avete rotto i c…..ni con Donnarumma e Castagnetti. Anche per i soldi spesi per Nino. Fino a pochi mesi fa tutti a dire “Corsi spendi e non metterti i soldi in tasca”. Adesso “Corsi hai speso troppo”. Abbiamo una squadra con una identita’ di gioco, i giocatori corrono e danno l’anima fino al termine, certo non abbiamo Messi o CR7 ma abbiamo giocato alla pari con Lazio, Milan e Roma. Se continuiamo cosi avremo grosse soddisfazioni alla faccia dei rosiconi.

  13. Caro Presidente è mai possibile che i tifosi non siano informati sugli infortuni dei giocatori, ma una persona alle relazioni pubbliche non lo potete mettere, che male c’è informare la gente che ha pagato con l’abbonamento, o con il biglietto per lo stadio.Avete paura che dicano la sua, ricordatevi che chi non fà non falla, chi fà può sbagliare, poi ognuno si tiene le proprie convinzioni, basta non offendere.
    Qualche notizia sulle cessioni non è possibile.
    Avanti con fiducia che ci salviamo sicuramente.

  14. cara mascherina..
    ..non pensare di prenderci per il kulo come 2 anni fa perché tu hai fatto male i calcoli..li hai fatti male parecchio..
    tira fuori un po dei soldi che ti sei intascato in tutti questi anni e poni rimedio allo scempio che avete fatto. non avete azzeccato un giocatore

    chiacchiera meno e spendi meglio

  15. Mi piacerebbe che il Corsi si levasse dalle palle. Nell’arco di 3 anni l’Empoli si trova a giocare col Fucecchio e tutti gli amici del Pianeta Empoli torneranno a tifare le loro vere squadre, Juve, Inter Milan Fiorentina….

  16. Non è questione di pro o contro. Tutti siamo per l’Empoli e x Empoli. Detto questo La Gumina può svoltare e diventare da nazionale, la squadra è ottima e gioca bene.
    Se c’era Alfredo era meglio. E la cessione è stata sbagliata. Dunque è vero che si va avanti, è vero che sono state commesse bischerate. È vero l’una e l’altra

  17. Presidente, la fine del campionato di due anni fa, con la retrocessione, era meglio non rammentarla. Per il resto credo che Lei avrebbe dovuto dire qualche parola sul lavoro di Andreazzoli, che a noi tutti piace perché è proprio bravo! Io sono arciconvinto che a restare in A ce la faremo, e come! Caputo è un valore indiscutibile. I rigori si possono anche sbagliare, sarebbe meglio di no ma a volte si sbagaliano: vedi Baggio al mondiale ecc.ecc.

  18. Quando si gioca bene e si perde vuole dire che ci sono dei limiti,speriamo che i nonno s inventi qualcosa che faccia maturare in fretta tutte le mele acerbe che gli hanno consegnato.Diversamente è un gran casino .Se ripenso alla squadra che avevamo l anno scorso e che avevano tre mesi di anticipo per poterla migliorare e che invece hanno disfatto …
    Ci sarebbe da attaccagli i ciondolo

  19. Leggo molti commenti e conitnuo a pensare che non siano ancora stati fatti i conti con quanto successo due stagioni fa. L’anno scorso troppo entusiasmo, sembrava che la promozione bastasse per cancellare lo scempio, ma in realtà eravamo solo tornati dove dovevamo essere rimiasti. Senza però avere affrontato le cause di quanto successo e preso provvedimenti verso i responsabili che anzi sono stati promossi mentre sono stati cacciati coloro che potevano assicurare un futuro all’Empoli, gente con la maglia cucita addosso e il carisma necessario per unire gocatori e tifosi. Ricordatevi che in questa squadra non c’è nemmeno un decimo del carisma e della personalità di altre squadre dell’Empoli in serie A

    • Come sempre quello che scrivi è chiaro e puntuale, oltre che, per quanto mi riguarda, condivisibile in pieno.
      Un ragionamento molto da psichiatra: superato il problema senza aver analizzato (ed eliminati) le cause, con il rischio che certe questioni possano riproporsi.
      In molti su questo forum si sono dimenticati di essersi svegliati “tardi”, due anni fa, quando era lampante lo scempio che veniva fatto dal presidente & C.
      Ed anche oggi troppi tifosi pensano che… “siccome l’anno scorso le abbiamo azzeccate tutte, succederà anche quest’anno”.
      Siamo l’empoli. Abbiamo fatto un mercato da squadra ambiziosa, come dice gandalf smantellando il cuore e l’attaccamento alla maglia.
      Sveglia presidente! Scrollati di dosso il messia e la sua corte , prima che sia troppo tardi!

  20. Serie A, la classifica riscritta dalle statistiche: Milan avanti all’Inter, Atalanta ed Empoli da Europa League
    I dati sulla qualità del gioco e sui punti previsti premiano i rossoneri di Gattuso in vista del derby. Juve, il dominio è totale. Gasperini e Andreazzoli, altro che crisi!

    Se fosse possibile riscrivere la classifica della Serie A tenendo conto delle statistiche sulla qualità del gioco offensivo e difensivo, le sorprese non mancherebbero. Perché i punti non sono sempre l’espressione fedele di quello che succede in campo. Ne sanno qualcosa Atalanta ed Empoli, che dalla zona retrocessione si ritroverebbero a ridosso dell’Europa League. Arrivati alla seconda sosta per le nazionali e dopo otto turni giocati, abbiamo dati a sufficienza per cercare di produrre un’analisi su questa prima parte di campionato. E allora è lecito chiedersi: ci sono squadre che hanno ottenuto di più o di meno rispetto a quanto hanno prodotto?

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/08-10-2018/seriea-classifica-statistiche-milan-inter-300511367929.shtml

  21. Si gli amicini parmigianoreggiani pero’ a differenza nostra hanno messo gli uomini giusti nel posto giusto x il loro gioco mediocre vedi gervigno noi l uomo sbagliato x il nostro gioco spumeggiante nel quale caputo se continua cosi a natale e belle bollito….pensate forse che se era lucido avrebbe messo la palla in curva con la roma ?

  22. Dai presidente bisogna crederci, si tanto vada come vada il paracadute c’è l’hai già sulle spalle, quello che è successo due anni fa non mi va giù, senza parlare del mercato stranissimo che è stato fatto. Un saluto a tutti i suoi appassionati ammiratori.

  23. A me di ieri.. di ieri l altro e dell’anno scorso sinceramente un me ne fxxte piu’ niente, figuriamoci se penso ai passato per vivere i presente e guardare ai futuro…so solo che se quelle 3/4 occasioni da goal pulite e nitide, che puntualmente creiamo a ogni partita (sia con grandi che con piccole )..nonostante le mancanze suddette, si trasformano in reti al posto di pali e errori clamorosi (finiranno eh)…CI RIALZIAMO A MANI BASSE. A QUESTO VOGLIO PENSARE..BASTA CHI UN C’E’ PIU (DONNARUMMA E CASTAGNETTI..SIGNOR GIOCATORI) E PENSIAMO A CHI C’E’ E A SOSTENERLI.

    ALLA FACCIA DI CHI CI VUOLE MALE

  24. io dico con rammarico che a frosinone si rischia di perdere all’80%squadra senza spina dorsale con giocatori che non fanno la differenza in a tipo krunic che da meno della metà del suo potenziale e un centrocampo dato in mano ad un giocatore impalpabile come capezzi già qualche volta messo in dubbio da rasmussen il che è tutto dire.il mister poveraccio non sa piu’ che pesci prendere,siamo pieni di infortuni,su la gumina non dico nulla perche è come sparare sulla croce rossa,e la piu’ grande paura è che alla fine facciano pagare gli errori grossolani d’agosto al nonno,speriamo mi sbagli ma caro corsi appellarsi a un culo futuro non mi sembra corretto e poco professionale,la squadra deve giocare operaia basta con questa cagate del giochicchio ,e un rende questanno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.