All’indomani del pari strappato (con merito) sull’ultima azione del match di Varese, ha parlato il Presidente Fabrizio Corsi.

Ha raccolto il suo pensiero il collega de “La Nazione” Carlo Salvadori, nell’intervista che vi riportiamo tratta dall’odierna edizione del quotidiano fiorentino.

 

Dopo otto giornate del campionato cadetto il suo Empoli è l’unica squadra a non aver ancora vinto una gara, cosa non ha funzionato ?
«Siamo tutti consapevoli — dice il massimo dirigente azzurro — che ci sono dei problemi da risolvere. Il più evidente è quello della fragilità difensiva visto che abbiamo la retroguardia più battuta della serie B».

.
Come si può rimediare a questa lacuna?
«La ricetta è semplice. Per incassare meno reti, occorrono altri progressi sia sul piano individuale che su quello collettivo nel reparto arretrato».

.
Il cambio di modulo coi tre centrali renderà la vostra difesa più solida?
«E’ una mossa interessante anche se la nuova disposizione tattica non può produrre subito i suoi frutti. Infatti, nella sfida di sabato coi biancorossi di Castori, siamo incappati nelle solite sbavature che, in sostanza, ci sono costate due gol. Farne altrettanti in trasferta e raccogliere un solo punto non è piacevole».

.
I due pari ottenuti con le formazioni lombarde hanno rinsaldato la panchina di Sarri?
«Il mister gode della nostra fiducia più ampia e non è in discussione. Ma è pure vero che dobbiamo cogliere una vittoria al più presto per abbandonare il penultimo posto in graduatoria».

.
Sente, comunque, la riscossa vicina?
«Sì, sono certo che ci riprenderemo in fretta. Del resto, abbiamo in ‘rosa’ calciatori bravi e duttili. Inoltre qualche pedina chiave sta tornando a esprimersi ai suoi livelli».

.
Si riferisce a Valdifiori e Maccarone?
«Non mi piace fare dei nomi, ma è sotto gli occhi di tutti che alcuni giocatori hanno quasi smaltito la scarsa preparazione e risolto i rispettivi guai fisici».

.
Però la lista degli infortunati rimane lunga…
«E’ vero, ma il nostro staff medico sta compiendo un ottimo lavoro per riconsegnare a Sarri gli elementi che non hanno finora disputato una gara intera».

.
Intanto è rientrato Tavano, il vostro goleador della passata stagione…
«Rivederlo in campo mi ha dato una gioia. Speriamo che torni presto a segnare».

.
Domenica ospiterete l’Ascoli: quali sono i lati positivi dei marchigiani?
«Al di là del valore dei giocatori, sanno proteggere la difesa. Impariamo da loro».

CONDIVIDI
Articolo precedenteEmpoli Fc – domani la ripresa
Articolo successivoPunti di svista – "Adesso conta solo vincere"
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

4 Commenti

  1. Mhmmmm “è pure vero che dobbiamo cogliere una vittoria al più presto…” mi sa di ultimatum a Sarri. Della serie: o vinci domenica o avanti il prossimo! Beh c’è da dire che il Mister fino ad ora ha avuto delle attenuanti negli infortuni e nelle traverse, ma diciamo che non ci ha fatto vedere un grande gioco. Soprattutto direi che la spaventosa fragilità difensiva, mi sembra figlia di una certa approssimazione tattica, che si palesa in una squadra sfilacciata, spesso disordinata nel mantenere le distanze tra i reparti, ma soprattutto in un gioco privo di idee.
    Mi sembra giusto arrivati alla nona girnata pretendere un po’ di più da un Empoli non certo stellare ma forse nemmeno così al di sotto di tante altre compagini di B.

    • Giova io credo che quando una difesa prende tanti goals,qualcosa che non va bene c’è per forza,ma penso che la fragilita’ difensiva quest’anno sia da imputare per la maggior parte agli errori soprattutto dei singoli,perchè le cappellate fatte sono prepotentemente piu’ grandi della fragilita’ difensiva..poi magari c’è anche quella.Non sottovaluterei anche il fatto che alcuni goals sono stati davvero imparabili,ma certo non si puo’ dimenticare che l’anno scorso Dossena,parava anche l’imparabile e credo che soprattutto da quando entro’ al posto di Pelagotti,dette a tutta la difesa una notevole sicurezza e tranquillita’…che quest’anno PER ORA non ha certo dato!

      • Si Daniele, è vero che se i singoli fanno degli errori madornali in campo, non è certo colpa di Sarri. Ma è anche vero, su questo sarai concorde, che l’Empoli fino ad ora non ha dato l’idea di una squadra compatta, ben collegata tra i reparti, aggressiva e con una propria idea di gioco.
        In una squadra che manca di individualità di rilievo, si può sopperire alle lacune tecniche e di esperienza, con un sistema di gioco ben definito, in modo che tutti sappiano sempre cosa fare e non siano costretti ad improvvisare quando si trovano in difficoltà.
        Spesso gli errori individuali nascono dalla poca tranqullità e dalla scarsa lucidità che ne consegue. Per uscire fuori da una situazione così delicata come quella attuale dell’Empoli, ci vuole l’impegno di tutti i giocatori (come dice il Corsi), ma anche che il Mister sia capace di dare certezze alla squadra attraverso idee e schemi di gioco semplici e ben attuabili, adatti ai calciatori al momento disponibili. Ma soprattutto Sarri deve trasmettere un po’di grinta e cattiveria (sportiva) in più. Spesso a centrocampo ci facciamo saltare come birilli e non proviamo mai a fare un fallo tattico (come invece fanno sempre i nostri avversari). I nostri giocatori vengono picchiati spesso in maniera intimidatoria e poi si fanno ammonire per bischerate da principianti. Un po’ di decisione in certe situazione sarebbe indispensabile.
        Spero comunque che il pari di Sabato ridia un minimo di slancio ai ragazzi eche domenica si possa vedere un po’ di sano agonismo in più!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here