Gli azzurri sono scesi in campo nel pomeriggio per la penultima seduta di allenamento prima della partenza per Padova, dove martedi si giocherà la gara valevole per la 6a di andata.

 

Dopo la mattinata di ieri, dove i reduci dal match con la Ternana avevano sostenuto soltanto un defaticante, oggi mister Sarri ha lavorato nuovamente con la squadra al completo, indisponibili a parte.

E’ stata una seduta prevalentemente tattica dalla quale però non sono emerse particolarità di un cambio di rotta da parte del tecnico azzurro che, giustamente, va avanti con il suo credo ed ha provato anche oggi il 4-4-1-1. Il tecnico ha fatto capire che a Padova non si andrà per prendere un punticino che in questo momento potrebbe anche far morale. C’è la voglia di cogliere il primo successo e magari un successo che faccia anche rumore come quello che sarebbe nell’espugnare l’Euganeo; ecco perchè anche oggi è stata chiesta tanta intensità e tanto pressing, quello visto e ben fatto nei primi minuti di venerdi sera.

 

Qualche variazione però a Padova la dovremmo vedere a partire dalla posizione di Maccarone che dovrebbe andare a fare la prima punta supportato alle spalle da Pucciarelli. Dovrebbe ritrovare la maglia da titolare anche Valdifiori che andrà con Moro a ricomporre la coppia di centrali di centrocampo. Gli esterni saranno invece quasi certamente quelli messi in campo con la Ternana. C’era qualche apprensione per Saponara che invece ha retto bene anche al post partita e (con tutti gli scongiuri del caso) sta bene: quindi andrà in campo.

La difesa sembra invece il rebus maggiore, anche perchè è proprio qui che si annidano i maggiori problemi della squadra azzurra.

Partiamo col dire che il nuovo arrivato, Accardi, si è allenato e potrebbe anche candidarsi per partire dall’inizio. L’idea potrebbe essere quella di metterlo a fare il terzino sinistro spostando Regini centralmente, ma il mister oggi ha puntato molto anche su Romeo che, nel tentativo anche di recuperare punti con il suo mentore, ha fatto un buon allenamento e potrebbe candidarsi ad affiancare Pratali; in questo caso sarebbe l’ex Foggia ad andare a sinistra. Laurini sicuro a destra.

 

Si è allenato anche Tavano che però, nel momento di fare la partitella e quindi di provare qualcosa per la gara di martedi, si è fatto a parte, anche se Ciccio ha confermato di star bene e di avere una gran voglia: potrebbe essere tra i convocati per il Brescia.

Out invece gli altri lungodegenti anche se, in ordine di recupero, Boniperti e Croce, sono sulla buona strada. E’ tornato Levan che però non è in condizione e non sarà tra i convocati per la trasferta veneta.

 

Per domani mattina è prevista la rifinitura seguita dalla conferenza stampa di mister Sarri.

 

Al. Coc.

3 Commenti

  1. Con tutto Il rispetto’ se Ferriera non si vede un motivo ci sarà , segno evidente che non è in grado di partire come titolare … sembra che Ferriera sia un fenomeno, non ha mai giocato nei professionisti e qui sembra che si tenga fuori un fenomeno …

  2. DIFESA:
    DUE POSSIBILITA’
    1) Laurini.Pratali.Accardi.Regini
    2) Laurini.Romeo.Pratali.Accardi
    A me soddisfa sola la prima (1).
    Non penso che Accardi ce la faccia
    a fare il terzino alla Sarri.

    Altro Argomento:
    Per il modulo se non è un 4-4-1-1 si può cambiare poco.
    o 4-2-3-1 e si può verticalizzare a sx. a dx. al centro.
    Oppure 4-4-2 in quel caso si starà sulle fasce e solo da ultimo si impegneranno gli attaccanti.
    Tra Scekil. Cori e Pucciarelli. A questo punto accanto a Macca mi sembra giusto tenerci Pucciarelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here