A Radio Crc nel corso di “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto l’AD azzurro, Ghelfi.

Periodo negativo, ma siamo ad un punto dalla salvezza. Continuiamo col nostro allenatore. Come va? Potrebbe andare meglio, se vediamo il bicchiere mezzo pieno, siamo ad un punto dalla salvezza. Abbiamo l’attacco meno prolifico di tutti i campionati europei, le statistiche dicono che a Napoli difficilmente andremo oltre lo 0-0 perché se ci fanno un gol siamo già messi male. In questi momenti difficili bisogna solo lavorare, non ci sono altre ricette. Qualcosa sbagliamo perché segniamo poco, creiamo poco quindi c’è qualche problema indubbiamente. Ci sono dei periodi in cui gli attaccanti non trovano la porta, ma ad oggi non si può cambiare nulla e dobbiamo prendere il meglio di questa rosa. Non mi sottraggo alle responsabilità, abbiamo sbagliato anche noi della società, ma pur andando male siamo ad un punto dalla salvezza. Cambiare l’allenatore? Non ci pensiamo nemmeno, non lo abbiamo mai fatto. Abbiamo sopportato, tra virgolette, anche Sarri che all’inizio ad Empoli fece molto male quindi prima di cambiare allenatore ce ne vuole

1 commento

  1. La situazione rispetto al primo periodo di Sarri, non sono minimamente confrontabili. Con Sarri la svolta arrivò alla 9a giornata e se non fosse arrivata sarebbe scattato l’esonero. In quel caso il buon Maurizio fu indirizzato verso il 4312 da un assurdo 4411. Oggi siamo alla 9a, nessun gioco e nessun gol. Ma che si aspetta a mandarlo via? La 20a giornata che poi non serve più a niente? Non è che si vuol retrocedere per tirarsi indietro nel fare lo stadio?

    • Secondo me non lo mandano via neanche alla 20a giornata.
      Siamo destinati ad andare ogni domenica allo stadio in un clima angosciante. E’ veramente assurdo.

    • noi non siamo la juve o altre squadre blasonate, non credo sia possibile trovare un’altro che viene in questa situazione e che deve fare il solito gioco di sarri, e compagnia bella, ormai dobbiamo rassegnarci a questo allenatore e questi giocatori fino alla fine, detto anche da Carli. Io comunque continuo a dire che il problema è stata la preparazione atletica e poi hanno pensato più a fare allenamenti per la difesa che per l’attacco, se notate quando calciano, sembra abbiano una tonnellata di mattoni, da tirare, non ce la fanno a spingere un pallone, questo un’altro allenatore non lo può togliere, speriamo bene, ma sono sicuro che non si cambia niente.

  2. Già si fa pena, speriamo in una goleada con conseguente figura di merda contro Roma e Napoli! !! Già siamo lo zimbello d’Italia, il Crotone e il Palermo nella loro mediocrità hanno fatto meglio!

  3. Riccardo, confessa! Mi hai rubato l’idea: se retrocediamo ai tifosi danno lo stadio (ai tifosi, ma soprattutto a se stessi). Ghelfi, è un problema di estetica: ci metta una foto in cui non ride, o non ci metta nulla. Cmq per consolarmi io guardo la moglie di….. Figo (appunto).

    • Parole sante, questa è la verità che è stata poi spacciata per altro (pazienza e lungimiranza?).
      Del resto, anche ora, “non pensano nemmeno” all’esonero xchè dove lo ritroverebbero un soldatino che mette sempre 4312, facendo giocare sempre quello che devono essere venduti?

  4. Sembrerà strano ma sono banalmente d’accordo con Ghelfi, anch’io aspetterei (..non molto….ormai dopo Napoli…) le dimissioni di Martuscello,che con questo atto si renderebbe ancora più credibile come uomo di quello che è effettivamente,cioè x non fraintendersi “molto credibile” e lo dico senza ironia, perchè da questo punto di vista guai a chi tocca Martuscello come persona.
    Giovanni va giuducato esclusivamente come allenatore e come tale deve prendersi sia le critiche che gli elogi, al momento sono le prime che prevalgono……parlano i fatti purtroppo!!.
    Io penso che qualunque Empolese vorrebbe gridare ” …bravo mister..” ma la principale tesi x cui si voleva andare avanti con Martuscello era quella della continuità di gioco, gioco palla a terra, fitta rete di passaggi e verticalizzazioni, cose ormai scomparse totalmente da quello che stiamo vedendo,la partita di ieri ne è una prova lampante. Allora dico io, se la scelta era quella della continuità,la continuità non si vede, i risultati latitano, di gioco nemmeno a parlarne e le famose occasioni che nelle prine 3-4 partite si era viste sono d’incanto sparite anche quelle, come se più ci si mette mano, peggio si fà.
    Allora tornando all’inizio del discorso, con le dimissioni toglieresti un peso alla società e avresti l’onore delle armi e penso anche del pubblico Empolese che capirebbe che la tua scelta di assumerti la responsabilità della guida della tua squadra del cuore è stata una scelta dettata dal desiderio di contribuire alle fortune della società e della squadra in prima persona, desiderio che si è andato a sbattere con il primo impatto nella massima categoria, cosa avvenuta a giocatori con più “petigre” di te,tanto x citarne alcuni Inzaghi, Ferrara, Gattuso, il primo Mancini, e altri che qui non mi sovvengono. Ripartire da categorie più facili non deve essere una bocciatura a vita, ma una rincorsa x tornare casomai a guidare la tua squadra del cuore con più esperienza e determinazione.

  5. IL COLPEVOLE E’ IL PREPARATORE ATLETICO, NON CORRONO E QUANDO CALCIANO, LA PALLA NON VA, SEMBRA CHE ABBIANO LE GAMBE PESANTI COME SE GIOCASERO A RALLENTATORE, QUESTO E’ UN PROBLEMA DI PREPARAZIONE. E’ IMPOSSIBILE CHE GIOCATORI COME MACCARANO GILARDINO LO STESSO SAPONARA TUTTO DI UN COLPO SIANO DIVENTATI DEI BIDONI, QUINDI RIPETO, NESSUNO NE POARLA, MA C’E’ UN PROBLEMA ATLETICO E DI ALLENAMENTO NON PREPARATO A DOVERE PER AFFRONTARE QUESTO INIZIO DI CAMPIONATO, SPERIAMO CHE SIA UNA FASE DI POCO TEMPO, MA MI SEMBRA DURI DA MOLTO TEMPO, SEMBRA DI AVERE AK POSTO DEL PALLONE UNA TONNELLATA DI MATTONI DA CALCIARE.

  6. Giocare con la sorte non ti può andare sempre bene, non capisco come si possa essere cosi fuori condizione vanno tutti il doppio di noi , per il resto io speravo che si poteva far meglio col Chievo si doveva vincere in qualche maniera
    si rischia di fare come il Verona non segnava , io proverei a cambiare gli esterni proverei da una parte puccia , e da l’altra marilungo e giocherei con macca e gilardino davanti con sapo dietro

  7. Oh Ghelfi gli empolesi non hanno mica l’anello al naso? Credete veramente che crediamo a tutte le puttanate che dite? Svegliatevi e spendete per gente che vale veramente e non allenatori riciclati Dalli staff.

  8. secondo me a napoli e in casa con la roma dobbiamo provare a fare le barricate perche a giocarcela a viso aperto rischiamo di fare delle figuracce…non siamo nella condizione mentale nemmeno per provarci ma sarebbe veramente di ottimo auspicio non perdere le due sfide anche solo facendo 0-0…sono convinto che a pescara si farebbe una grande partita se solo il morale tornasse quel minimo in su…

  9. In estate ci avete riempito la testa che l’Empoli fosse una società moderna, stadio di proprietà e progetto a lungo termine …. Ora invece si scopre che c’era tutta una bufala!!! Ma va? E abbiamo pure fatto l’abbonamenti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here