Marco-Giampaolo-Empoli1-690x454La vittoria di ieri sera ha di fatto certificato (se mai ce ne fosse stato bisogno) la seconda salvezza consecutiva. Risultato questo non certo scontato perché, al di la di quelle che potevano essere le difficoltà di questa stagione, soltanto in una circostanza l’Empoli è riuscito a fare tre campionati di serie A consecutivi con la seconda salvezza che in quel caso (2006/07) valse la qualificazione Uefa.

E con la salvezza di fatto in tasca, manca ora davvero soltanto l’ultimo punto, l’obbiettivo da prefiggerci potrebbe essere quello di eguagliare il record storico di punti fatto con Gigi Cagni in panchina.

 

Non sarà semplice perché per fare cio’ dovremmo vincere le prossime quattro partite, infatti proprio nella stagione sopra indicata arrivarono 54 punti, dodici in più di quelli che abbiamo adesso con di fatto dodici punti a disposizione. Obbiettivo forse impossibile, ma puo’ essere bello provarci a credere anche per tenere vivo l’interesse verso un finale di stagione che di fatto potrebbe essere privo di emozioni se non neper la festa dell’aritmetica salvezza.

Di fatto però, giusto sottolinearlo, la squadra di Giampaolo ha fatto ieri gli stessi punti fatti da Sarri nello scorso campionato e con quattro giornate ancora da giocare, dire che il nuovo mister ha fatto meglio rispetto a colui che poteva sembrare insostituibile, è dire cosa buona e giusta. In attesa di capire quale sarà il futuro del tecnico di Bellinzona, dobbiamo dire che la scommessa è stata vinta e tutti gli scettici della scorsa estate (chi scrive, su tutti) sono stati messi piacevolmente a tacere.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteI numeri del match (Empoli/H.Verona)
Articolo successivoInfo biglietti per Modena (Carpi)
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

28 Commenti

  1. Anch’io ero contro la scelta Giampaolo! E mi ricordo come Carli si stizzì col cocchi quando quest’ultimo gli manifestò più o meno velatamente le sue perplessità su questa scelta! Io rimango sempre dubbioso perché ritengo che il vero Giampaolo sia quello del girone di ritorno

    • Claudio, ci avevi promesso che avresti svelato l’arcano su Lapadula: dicci tutto, purchè non sia qualcosa che già si vocifera, tipo Saponara alla Juve in cambio di Lapadula e Caprari. Una notizia la do io: complicazioni potrebbero sorgere per il trasferimento di Tonelli per le sue condizioni fisiche

  2. Ottimo lavoro del Mister. Straordinario fino a Febbraio, sufficiente poi. Anch’io però credo sia meglio che le nostre strade si dividano.

    • Vanno benissimo, se c’è una contropartita!
      Si potrebbe optare per Paredes ancora in azzurro un altro anno (ancora non è pronto per la Roma), sempre se torna sui suoi livelli. Ma è anche vero che è giovane ed ha ancora tutto da dimostrare, se gli vengono dati gli stimoli giusti. Per esempio rimanere in un Empoli che potrebbe davvero giocarsela fino all’ultimo per un posto UEFA.
      Non sono sogni e dobbiamo mantenere il nostro profilo ma ciò non vuol dire che non dobbiamo avere dei traguardi da raggiungere per trovare gli stimoli giusti.
      Altre contropartite della Roma non ne conosco, qualcuno avrebbe qualche idea??

  3. Allora ragazzi, visto che mi state evocando da tutte le parti….vi dirò solo una cosa, ma chiara: C’è solo una squadra che potrebbe romperci le scatole per Lapadula. Ed è nientemeno che il Real Madrid. Si, avete capito bene: Le merengues. Se infatti pretenderanno dalla Juve il ritorno di Morata e considerando che i bianconeri vogliono sempre avere 4 attaccanti di razza in rosa, potrebbero trattenere il folletto pescarese invece di darlo in prestito in A. Prestito sul quale Carli e Paratici (ds dei gobbi) sono in parola da fine gennaio. La Juve sarà antipatica quanto volete, ma se dà la parola un torna mai indietro. Ergo: Preghiamo che il real non rivoglia Morata. Solo così potremo davvero cominciare a sognare di avere (per un solo anno, vista la caratura del ragazzo) Lapadula a Empoli.

    Tanto dovevo.

    E adesso potete credere a queste mie parole o cestinarle direttamente.

    • Cladudio,spero che quello che tu dici sia vero.Certamente è plausibile e corrisponde ad altrettanta verità il fatto che la Juve sia una società di parola ( e poi ci sono rapporti molto buoni cementati anche dalla correttezza dell’Empoli,che in molti reputarono arrendevolezza,sulla valutazione della seconda metà del cartellino di Rugani ).Penso però che Lapadula non possa passare direttamente dalla B alla Champions e a sostituire un nazionale spagnolo come Morata.Ergo,da quel punto di vista li sarei abbastanza fiducioso.

  4. La rinascita sportiva di giampaolo è una vittoria esclusiva di maccarone e carli, gli unici due che ci hanno puntato veramente anche quando il buonsenso (e i malumori corsiani) indirizzava altrove. Inutile salire sul carro adesso, rendiamo merito (pure io ero fra gli scettici), a chi lo ha spinto fin dall’inizio.

  5. Eppure conoscete la storia dell’Empoli, non ha mai preso giocatori già affermati ma da valorizzare. Poi oh, un mi parrebbe i’vero arrivassero

  6. LA STRATEGIA DI MAROTTA Una volta acquisita la punta, invece, la Juventus “inoltrerebbe” Lapadula a un club amico, anche per agevolare eventuali altre trattative: all’Empoli (con o senza Gianluca Caprari, pure lui bloccato da Marotta e sondato dal Genoa) perché i toscani liberino Riccardo Saponara, oppure al solito Sassuolo nell’affare Berardi, o ancora al Chievo.

    http://www.tuttosport.com/news/calcio/calciomercato/2016/04/20-10714987/lapadula_juve_ricorda_verratti/?cookieAccept

  7. Mr Giampaolo ha avuto il compito più difficile e cioè mantenere alto l’entusiasmo (sia nello spogliatoio che fra i tifosi) dopo la fine del ciclo Sarri.
    Ha fatto un capolavoro e questa salvezza va intestata a lui, prima di tutto.

    In ogni caso, anche se Giampaolo dovesse lasciarci, chi lo seguirà avrà un compito più agevole di lui perché oramai l’incantesimo del ciclo Sarri è stato spezzato ed Empoli ha saputo dimostrare (come sempre) di saper ripartire a prescindere da tutto.

    Giampaolo sta dimostrando serietà nel non volersi sbilanciare sul suo futuro. Sta mantenendo la stessa linea che ha tenuto dall’inizio.

    È giusto che ai tifosi venga risparmiato quell’ignobile teatrino che fece Sarri l’anno scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here