Gigliotti Guillaume (Empoli 2012/13)

Di Gabriele Guastella

 

Guillaume Gigliottì questo pomeriggio era al Castellani, ha già salutato i compagni di squadra, da oggi non è più ufficialmente un calciatore dell’Empoli FC, e domani mercoledi 4 settembre all’ora di pranzo si metterà in viaggio per la sua nuova destinazione: la Spagna. Il francese ieri ha firmato un contratto che lo legherà al Badalona FC, formazione che rappresenta una città di oltre 200mila abitanti in provincia di Barcellona, anzi nell’hinterland della città dove la prossima stagione Messi e Neymar giocheranno insieme: nel Barça; e chissà che Gigliottì, magari in un’amichevole durante la settimana, non si ritrovi a marcare proprio uno di questi due fenomeni. Magari, l’amico Andrea Cattoli, procuratore del calciatore (e che sicuramente ci sta leggendo, ndr) prontamente ci farà avere in tal caso uno scatto con l’ormai ex Empoli e qualche blaugrana di “lusso”.

 

Gigliotti Guillaume (Empoli 2012/13)Di passaggio al Castellani abbiamo scambiato due battute veloci, giusto il tempo per un “in bocca al lupo” ed una stretta di mano. “Lascio una città dove si fa calcio, e una squadra che prima di tutto è un gruppo vero. – queste le prime parole di Guillaume. – Nelle ultime ore si è concretizzata la possibilità di giocare in Spagna, un paese ed un calcio che mi hanno sempre affascinato. Mi sento pronto per questa nuova esperienza”. 

 

DOV’E’ BADALONA? – Forse in molti si ricorderanno di Pineda de Mar, Arenys de Mar, Premia de Mar o meglio ancora di Lloret de Mar, dove tra l’altro c’è anche un locale dove potete sorseggiare un caffè accompagnato dalle bustine di zucchero firmate PianetaEmpoli (c’è il famoso Meeting Pub versione spagnolo che ha aperto i battenti giusto ad aprile scorso, ndr), località turistiche mete preferite degli italiani. Ecco che, dirigendosi verso Barcellona, poco prima si entra in Badalona, una città dove Empoli ci entra quasi quattro volte ma che calcisticamente è forse, anzi sicuramente, soffocato dalla presenza di Espanyol e soprattutto Barcellona.

 

QUALCOSA SUL BADALONA FC – E’ già stato detto qualcosa ieri in diretta sul live del calciomercato, ma nel frattempo abbiamo scoperto qualcosa in più. Il Badalona è stato fondato nel 1903, proprio quest’anno ha festeggiato 110 anni di vita. La sua storia parla di tantissimi campionati regionali, molti dei quali vissuti da protagonista. A livello nazionale però il club vanta solo 14 presenze nella Segunda Division, la Serie B iberica, e nessun torneo nella Primera Division, meglio conosciuta e battezzata come Liga.

 

Quest’anno il Badalona FC è impegnato nel campionato di Segunda Division “B” che corrisponde in pratica alla nostra Lega Pro 1, cioè l’ex Serie C1. La Segunda Division “B” è diviso in quattro gironi. Il Badalona è inserito nel Gruppo 3. Nel suo campionato ci sono le formazioni “B” di El Che, Espanyol, Villarreal, Valencia e Levante. Tra le altre, in tutto 20 squadre, ci sono Lleida e Huracan con una recente storia importante tra Segunda Division (serie B spagnola) e Liga. Attualmente è tredicesimo in classifica: dopo due giornate e due pareggi, l’ultimo dei quali ottenuto in trasferta pareggiando 0-0 sul campo dell’Espanyol “B”. La prossima partita è in programma domenica 8 settembre (ore 17), in casa, contro il Sant Andreu. 

 

FERREIRA TITOLARE NELL’OLHANENSE – Approfittiamo per segnalarvi che un altro ex azzurro, il difensore Ferreira che la scorsa stagione arrivò dal Milan in prestito e che è poi tornato ai rossoneri a giugno scorso, durante la sessione di calciomercato è tornato in Portogallo. La sua esperienza empolese è stata davvero sfortunata con l’infortunio durante la partita con la Virtus Lanciano, proprio quella partita che per l’Empoli è stato il trampolino di lancio per la propria stagione e per quella di Vasco Regini che, guardacaso, ha preso proprio il posto di Ferreira.

Ora Ferreira sta diventando un punto fermo dell’Olhanense, club che milita nella Serie A lusitana. 

4 Commenti

  1. in pratica alla fine dei conti si e’ dimostrato che
    nel famoso scambio con lazzari si e’ preso in quel
    posto da tutte e due la parti..
    lazzari e’ diventato un punto di forza del novara e
    un ottimo gicatore per la cadetteria e Gigliotti
    dopo un’annata molto anonima se n’e’ andato quasi regalato..

  2. Ecco se proprio devo fare un appunto a Carli è quello dello scambio Lazzari- Gigliotti. Non si sono mai conosciute le cifre , se cifre ci sono state, e il senso dello scambio. Se qualcuno sa , compreso Cocchi, come sono andate le cose lo dica perché nessuno lo a mai capito!!.

  3. lazzari voleva più soldi, l’empoli non poteva darli specie in quel periodo, lazzari andava in scadenza l’anno dopo quindi non rinnovarlo avrebbe significato perderlo poi a parametro zero, inoltre lazzari avrebbe duellato con saponara per il posto magari chiudendo l’esplosione di Riccardo (questo nella testa di carli).. allora hanno pensato tentiamo la carta scambio, e loro ci hanno rifilato lùfenom’n Gigliottì

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here