Campionato Giovanissimi Nazionali

Girone E – 9° giornata andata

13 novembre 2011

EMPOLI  –  Cesena   2 – 1



Da Monteboro – Fabrizio Fioravanti

EMPOLI

Micheli, Rubino, Pennucci, Leone, Meroni, Bruni, Capuano, Picchi, Copia, Pacifico, Cassata

A disposizione: Di Franco, Borghini, Borri, Galeotti A.,Conforti, Galeotti M, Cini

Allenatore: Simone BOMBARDIERI

Sostituzioni (tutte nel 2° tempo)

6’ entra Galeotti M. esce Capuano
10’ entra Borghini esce Rubino
11’ entra Conforti esce Pacifico
29’ entra Galeotti A. esce Picchi
35’+4 entra Borri esce Copia

CESENA

Magnani, Magrini, Fagioli, Dati, Borghini, Succu, Dal Monte, Gasparri, Canini, Boschetti, Severini

A disposizione: Sassi, Dosio, Giunchetti, Vaccarini, Ugolini, Nicoletti, Pecci

Allenatore: CECCARELLI

Sostituzioni (tutte nel 2° tempo)

22’ entra Vaccarini esce Boschetti
24’ entra Giunchetti esce Succi
27’ entra Ugolini esce Severini
entra Nicoletti esce Canini

Arbitro: Sig. Calvani (Empoli)

GOL

3’ Pacifico (E) – 40’ rig. Dal monte (G) – 52’ Galeotti M.

AMMONITI

26’ Dati (C) – 70’+2 Copia (E)

ESPULSI

nessuno

LA GARA

L’Empoli fa suo lo scontro al vertice con il Cesena (fino ad oggi seconda nella classifica del girone E) e si riconferma primo della classe in coabitazione con la Fiorentina. Va detto subito che squadra di mister Bombardieri non ha disputato oggi una delle sue migliore partite a Monteboro: molta imprecisione nei passaggi, qualche incertezza difensiva di troppo, troppi i momenti di gioco confuso, palla lunga e pedalare quando invece questa è una squadra che ha i suoi ritmi, gioca sempre palla a terra e non butta mai via un pallone. Oggi, è vero, di fronte c’era un coriaceo Cesena che ha dimostrato di meritare il secondo posto, più per l’intensità che per la qualità del suo gioco, più per il suo coraggio che per quanto in campo ha saputo far vedere. I bianconeri hanno lottato con grande determinazione, dobbiamo dargliene atto, ma se gli azzurri avessero fatto almeno un terzo dei gol che hanno mancato la gara si sarebbe chiusa ben prima del 52’. L’Empoli è stato superiore nei singoli e come complesso di squadra, con davanti un Cassata ispiratissimo (specie nel secondo tempo) ed imprendibile che ha fatto la differenza e con una retroguardia dove i due centrali sono stati quasi una muraglia e a destra Rubino si è fatto apprezzare per le sue volate sulla fascia. Qualcosa non ha funzionato invece nel centrocampo che dove abbiamo visto imprecisioni in fase di costruzione e di rifinitura alle quali non siamo abituati. Capita. Non è mancata invece mai la determinazione e la grinta e questo è un buon segnale perché non sempre si può giocare bene e se quando questo non accade si riesce a vincere vuol dire che nella squadra ci sono coesione e gruppo, voglia di darsi una mano e capacità di sacrificio, qualità queste che possono sempre tornare buone.

L’inizio degli azzurri è folgorante e già dopo 3’ vanno in gol quando Rubino scende sulla fascia e supera in velocità un paio di avversari per arrivare sulla linea di fondo e rimettere alto al centro a pochi centimetri dalla linea di porta dove a Pacifico non resta altro che appoggiare in gol. Occasionissime azzurre per il raddoppio sui piedi di Copia, oggi non molto preciso. All’8’ quando, lanciato da Pacifico si presenta davanti a Magnani ma si fa respingere il rasoterra ed ancora al 16’ quando manda a lato, sempre su assist smarcante di Pacifico. Cesena vicino al gol al 18’ con Boschetti che, lasciato solo soletto a pochi metri da Micheli, riceve un traversone dalla tre quarti di Gasperri ma di testa manda fuori. Il Cesena ci crede e continua a fare gioco, anche se confuso e spesso inconcludente come al 23’ quando Gasparri va via a sinistra e rimette a centro area dell’Empoli dove non trova nessun compagno per la conclusione a rete. Conclusione che invece trova Dati al 29’ con un preciso rasoterra dal limite dell’area azzurra che si infila imparabilmente nell’angolino alla sinistra di Micheli: peccato però che sulla traiettoria del tiro, proprio davanti al portiere empolese, ci sia Canini. Gol annullato tra le proteste. L’Empoli non sta a guardare ed al 34’ potrebbe raddoppiare se Picchi, dopo un bel triangolo con Pacifico, non mandasse sulla traversa un suo tentativo di pallonetto a pochi metri dal portiere bianconero. Ripresa e Cesena in gol. L’arbitro (un incerto Calvani) vede un atterramento di Boschetti ad opera di un difensore azzurro in area (era un metro abbondante fuori) e decreta il rigore per il Cesena. Sul dichetto va Dal monte e pareggia. L’Empoli non ci sta ed ha una reazione veemente. Inizia il Cassata-show. L’ala azzurra al 7’ rimette al centro un preciso cross sul quale Copia va di testa a mandare a lato anticipando il meglio piazzato Pacifico. Al 12’ è ancora cassata che va a battere una punizione dal limite mandando la palla non lontana dall’incrocio dei pali. Ecco ora il neo entrato Galeotti M.  (bella prova la sua, non solo per i gol) che sfiora il palo con un rasoterra al 13’ ed ancora al 16’. Il gol è nell’aria ed arriva un minuto dopo, ancora con Galeotti M. che riceve in area, spalle alla porta, un pallone arrivato dalla sinistra da Cassata, stoppa la palla e si volta per il tiro a rete: rasoterra e gol. Molto bello. Il Cesena cerca di reagire ma l’Empoli controlla bene la gara…almeno fino al 4’ minuto di recupero quando concede a Dal monte la palla del pareggio: è la bravura di Micheli che respinge il diagonale dell’attaccante cesenate a pochi metri dalla porta e dà i tre punti all’Empoli. Punti meritati.

3 Commenti

  1. le assenze di diusse e fantacci si sono sentite a centrocampo dove oggi l’empoli ha sofferto ma di fronte il cesena squadra organzzata e competitiva ma meno pronta grandi individualità negli azzurri con cassata e capuano ragazzi con grande margine di miglioramento il primo grande corsa e intensità il secondo due piedi di alta qualità molto tecnico e buona corsa nel primo gol l’azione parte da lui poi un’azione solitaria dove ha superato 5 avversari e tentato il pallonetto che meritava il gol.il muro di difesa sempre attento ed invalicabile con i due esterni maratoneti a destabilizzare i quadri tattici degli avversari cosa dire di più squadra importante e poliedrica gruppo di 20 ragazzi intercambiabili allenatore vero .proseguono nel loro cammino primi alla pari con i viola domenica a siena altro banco di prova forza ragazzi forza empoli

  2. Ieri ero a vedere questi ragazzi alla prova del visto i commenti precedentemente pubblicati ho visto una squadra che voleva vincere se pur non giocando una bella gara che ha fatto soffrire il centrocampo zona di filtro tra attacco e difesa forse modulo inadatto visto l avversario, l attacco solo propensi alla fase offensiva pesano sui due di centrocampo che devono sfiancarsi a rincorrere a dx e sx (crampi 4e8) forse era meglio un 4 4 2.
    Comunque sia senza entrare nello specifico grande gruppo il primo tempo doveva finire 3-0.
    I due che mancavano non so chi siano e cmq la squadra c e elogio ai presenti.

  3. ho visto la partita e ho sudato a guardarli raramente si vede quell’intensità di gioco,pressing asfissiante mi sono davvero divertito.per quanto riguarda i centrocampisti leone e picchi gran lavoro di quantita il perchè dei crampi l’attacco di grandi prospettive forse come dice andrea un 442 sarebbe stato l’ideale e domenica a siena

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here