di Alessio Cocchi

 

Ieri sera, inutile dirlo, è stato vissuto qualcosa di increbile, di magico. Si fa davvero fatica, anche all’indomani, a rendersi conto che tutto questo è stato solo per la salvezza in B, perchè ieri, e non crediamo di dire eresie, le emozioni provate non sono state inferiori da quelle che possono aver sentito quelli del Chelsea nell’ alzare la Coppa Campioni.

Abbiamo avuto la fortuna di poter correre, al fischio finale, sotto la maratona assieme ai calciatori, ecco, quella sarà un immagine che difficilmente le nostre menti potranno cancellare. Per uno come me, ma come tutto lo staff di PE, che dalla maratona viene, poter vedere questo muro azzurro, in festa, con sotto tutta la squadra in lacrime, è stato un qualcosa di un’emozione unica.

Da lunedi o martedi, con calma e razionalità analizzaremo bene la stagione che se n’è appena andata, ma adesso, ancora un po’ ce la vogliamo godere, tenendoci ben strette le cose che ieri sera abbiamo vissuto, a partire dalla grande, grandissima risposta della gente di Empoli, che si è fatta sentire e senza mai perdersi d’animo ha trascinato la squadra verso un qualcosa che ad un certo punto pareva impossibile Una maratona che non ha mai mollato, e sotto 2-0, a differenza di qualcuno che se n’è andato per driblare possibili strascichi, ha sostenuto a viso aperto l’Empoli. E credete che se chi scrive, vi dice che al secondo gol di Paolucci le lacrime stavano scendendo dagli occhi come ad un bimbo quando perde il suo più prezioso giocattolo.

Per quanto successo ieri, va detto un grazie ragazzi, squadra e pubblico e vi vogliamo mostrare alcune foto, significative, della grande gioia esplosa al termine del match, in questa breve carrellata realizzata dal nostro Massimiliamo Ciabattini.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Settore Giovanile: il "tesoro" di casa Empoli FC
Articolo successivoTV | Le interviste post partita di Empoli-Vicenza
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. di solito commento sempre ma veramente oggi non ho parole…vi scrivero’ come l’abbiamo vissuta noi.. dico solo per adesso che l’immagine del presidente corsi sotto la maratona e sullo sfondo la maratona con la bandiera dei cannoli ripaga di tutti gli sforzi economici e delle lotte quotidiane da noi siculo-empolesi in questi anni…
    che si tengano le grandi squadre le sfigate..

    EMPOLI UNICO AMORE

  2. Le sovrapposizioni di Buscè a quell’età ? Vogliamo parlarne ? Grande Antonio. Grande ragazzo. La volontà e generosità di Stovini ? Grande capitano. Davide Moro ? Ha cantato e portato la croce nonostante un po di alti e bassi. Uomo affidabile. Di Maccarone e Tavano inutile parlare. Bravissimi. Adesso a lavoro per il futuro. C’è tanto da lavorare. Dimenticavo. Grande prestazione della Città. Era ora.

  3. IO SONO EMPOLESE “ADOTTATO”, MA IERI SERA HO PROVATO EMOZIONI CALCISTICHE CHE NEMMENO LA NAZIONALE MI HA MAI SAPUTO DARE. GRANDI !!!

  4. ROBA DA CIUCCHI… Dopo Istanbul 2005 pensavo che non esistesse qualcosa di più emozionante…nemmeno l’Empoli in Coppa uefa, l’Italia campione del mondo nel 2006 o la retrocessione in Serie B possono avvicinarsi a quello che è successo ieri sera a Empoli, al Castellani di Empoli…l’8 giugno 2012, una data indelebile, un ricordo incancellabile per chi c’era, per chi ha vissuto lo 0-2 e poi il 2-2, passando per il rigore parato e per finire in quel “QUADRUPLO FISCHIO” al minuto 94 che ha fissato il risultato sul 3-2 per gli Azzurri, ha sancito la fine del “patire” e l’inizio della gioia, una gioia ovattata quasi irreale….ROBA DA CIUCCHI…. Empoli e l’Empoli non dimentichino mai la mitologica battaglia dell’8 giugno 2012…. Oggi come ieri (sopratutto come ieri) ORGOGLIOSI DI ESSERE EMPOLESI!!!

    • Non si puo’ negare che Cagni abbia fatto anche lui la storia dell’Empoli,ma senza dubbio da quando è andato via le sue parole hanno avuto il sopravvento sui fatti!Voglio dire…tante chiacchere e fatti pochi!Da quando è andato via da Empoli solo esoneri…e questo l’ho detto anche in tempi non sospetti….tra l’altro l’ultimo anno ad Empoli ha snobbato la coppa uefa ,togliendo la soddisfazione a chi l’aveva conquistata di poterla giocare…e 3 o 4 partite(tanto al massimo sarebbero state quelle)non avrebbero certo potute essere deleterie per il campionato che ci attendeva….anzi siamo poi retrocessi lo stesso e propio per questo forse un po’ di entusiasmo in alcuni giocatori è andato a mancare!Sulle parole poi del presidente nei suoi confronti non si puo’ che essere daccordo…il Vicenza nei 180 minuti non avrebbe meritato davvero di salvarsi come invece ha dichiarato Cagni….magari avrebbe dovuto dire….”Da come si era messa la partita…etc.”

      • Daniele hai sicuramente ragione, nelle due gare l’Empoli ha meritato di più, ma era sicuramente signorile non infierire sullo sconfitto …. Così si fa nello sport, quello “vero”!! Giusto invece lo sfogo del Corsi contro i gufi di Empoli e contro chi vuole male!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here