Riflettori puntati su Vincenzo Montella e sulla sua Fiorentina, bellissime parole di Matteo Marani: “cresciuto a Empoli, scuola di vita e di calcio”

 

Di Gabriele Guastella

 

Vincenzo Montella con la maglia dell'EmpoliI lettori più attenti e, soprattutto, gli amanti dello storico ed insostituibile Guerin Sportivo avranno notato leggendo le pagine dell’ultimo numero (quello in edicola da lunedi scorso 12 novembre 2012, ndr) che sono presenti molti riferimenti legati all’Empoli.

 

Si comincia alla grande con le parole dell’amico e collega Matteo Marani, direttore responsabile della testata, che nel suo seguitissimo editoriale descrive così, tra le righe, l’Empoli calcio parlando di Vincenzo Montella a cui giustamente viene dedicata la pagina scritta più importante: “cresciuto alla scuola della vita e del calcio”… una frase che ci rende orgogliosi di aver premiato Marani e il Guerino nel maggio del 2011, in occasione del 9° Premio “Leone d’Argento”.

 

Scorrendo le pagine si arriva ad uno speciale dedicato alla Roma, con la redazione del GS che si inventa una speciale classifica dei Top100 della storia giallorossa. Tra questi due ex Empoli: in 86ima posizione troviamo Max Tonetto, 61 presenze e 4 reti in serie A tra le due stagioni 1997/98 e 1998/99, prima di andare proprio alla Roma; e poi ritroviamo Montella, 13imo, che alla società capitolina ci è arrivato passando da Genoa e Sampdoria.

 

A pagina 72 poi speciale sui giovani talenti della nuova serie B. E qui l’Empoli piazza Vasco Regini tra i difensori e Riccardo Saponara, tra i fantasisti, cui il GS dedica grandissime parole di elogio.

Poi si parla della LegaPro con un accattivante articolo dedicato alla sorpresa Virtus Entella. Il capitano di questa squadra, che solo cinque anni fa disputava il torneo di Eccellenza ligure, è Ighli Vannucchi che il GS descrive semplicemente così: …”questa carica di giovanissimi è guidata da una chioccia con moltissima esperienza tra A e B, Ighli Vannucchi, 35 anni, fantasista-bandiera dell’Empoli…”.

 

4 Commenti

  1. X Gabriele: Ho appena letto l’articolo. Marani è sempre molto attento alle vicende Empolesi. Non è nuovo ad articoli che evidenziano, i successi azzurri. E’ un tifoso Azzurro “ad Honorem”. Manderò una mail di ringraziamento.

  2. Dobbiamo essere orgogliosi di chi ha guidato l’Empoli calcio fin dalla nascita della società.Non si arriva al centro dell’attenzione in pochi anni ma costruendo anno per anno la propria dimensione. Il merito di tutti questi anni in A e B va non solo ai giocatori ed allenatori ma anche e soprattutto ai dirigenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here