Non essendoci alcuna partita imminente in programma, salta il consueto appuntamento con i classici “Più e Meno”. Vogliamo però rendere omaggio a questa prima parte stagionale degli azzurri – assolutamente fantastica – e sottolineare le dieci cose che, secondo noi, si sono dimostrate decisive. Chiaramente non c’è un ordine di importanza, visto che tutte hanno contribuito a rendere ottimo il cammino dell’Empoli.

 

1) L’INTELLIGENZA DI GIAMPAOLO NEL CALARSI NELL’AMBIENTE EMPOLI

empoli-carpi (16)Il Mister arrivava certamente con un curriculum poco rassicurante alle spalle e con un’eredità pesante. Sostituire Sarri non era facile, ma Giampaolo si è saputo calare nella realtà empolese a piccoli ma significativi passi. Ha saputo gestire un gruppo che aveva perso numerosi giocatori chiave e ripartiva quasi da zero.

 

2) LA SECONDA GIOVINEZZA DI MACCARONE

Nelle ultime vittorie conquistate c’è molto del suo: Massimo Maccarone sta vivendo una seconda giovinezza calcistica e sta risultando decisivo, con i suoi gol, alla “veneranda” età di 36 anni. Chiaro segnale che a volte la carta d’identità conta davvero poco: al contrario sono le ambizioni a essere decisive.

 

3) LA GRANDE SICUREZZA DI SKORUPSKI

Il portiere polacco era partito in sordina, commettendo qualche errore nelle prime giornate: si è poi ripreso alla grande, risultando pressoché decisivo in tutti i quattro match del filotto azzurro. Merito suo e di chi lo prepara giornalmente.

 

4) UN CENTROCAMPO CHE HA TROVATO LA GIUSTA QUADRATURA

Tanti centrocampisti per pochi posti, appena tre. E le scelte, ovviamente, sono state diverse. Negli ultimi tempi Giampaolo sembra aver trovato la quadratura, piazzando Paredes in cabina di regia e trovando in Zielinski e Buchel due pregevoli mezzali. Qualità e quantità al servizio della squadra.

 

5) L’AVER VINTO PARTITE “SPORCHE”

È forse il dato oggettivamente più incontrovertibile, l’Empoli ha vinto più partite cosiddette “sporche”: rispetto al passato la squadra ha portato a casa i tre punti anche in match in cui non ha fatto il gioco per tutti i 90′. Ma, al contrario, è passato in vantaggio e ha saputo difendere con le unghie il prezioso risultato.

 

6) UN MAGGIORE CINISMO SOTTOPORTA

Anche questo è un dato importante: l’Empoli non solo segna di più, ma è anche maggiore la sua percentuale di finalizzazione rispetto ai tiri tentati. Il che, tradotto, significa che l’Empoli è molto più cinico e deciso sottoporta rispetto al passato.

 

7) L’AVER VINTO MOLTI SCONTRI SALVEZZA, SOPRATTUTTO FUORICASA

Lontani dal Castellani gli azzurri hanno avuto uno splendido cammino: ben 14 punti, uno in più di quelli ottenuti in casa. Considerato che, inoltre, sono arrivate vittorie contro avversarie dirette (Udinese, Bologna, Hellas Verona e Palermo), il tutto è reso ancora più prezioso in chiave salvezza.

 

8) L’UNITÁ DI INTENTI DEL GRUPPO

A parte la disastrosa partita di Frosinone, il gruppo azzurro è sempre apparso concentrato e unito per l’obiettivo salvezza. L’importanza del collettivo viene ogni volta rimarcata da Giampaolo, che lo ritiene una condizione sine qua non per il raggiungimento dell’obiettivo finale.bologna empoli (19)

 

9) LA CONDIZIONE MENTALE DEI RAGAZZI

Agli allenamenti lo si nota come in partita: la mente degli azzurri è sgombra da pensieri e i calciatori danno sempre il massimo. E quando una squadra è libera mentalmente, può avere quella spinta ulteriore in più rispetto alle altre.

 

10) LA CLASSE DI RICCARDO SAPONARA

Sarà uno dei pezzi pregiati del prossimo calciomercato: ma quello che sta facendo a Empoli Riccardo Saponara è eccezionale, soprattutto se si pensa che il calciatore non ha espresso ancora tutto il suo potenziale e non è al 100% fisicamente.

 

Simone Galli

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe "figu" azzurre 2015-16
Articolo successivoLa Lega di serie a celebra l'Empoli
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

21 Commenti

  1. Una menzione a parte la meriterebbe secondo me Costa,che col tempo è diventato uno dei giocatori imprescindibili dell’11 azzurro,con le sue qualità professionali ed umane..ed una menzione particolare la meriterebbero pure gli ultras,che hanno fatto sentire il loro appoggio incondizionato al Mister fin dall’inizio,quando la maggior parte della tifoseria e dei mass media erano invece assai diffidenti..troppo facile ora chiedere un coro pro-Giampaolo..

  2. 11) le parole di Tonelli e Maccarone: molto importanti dopo la disfatta di Frosinone, in proporzione importanti quanto quelle di Buffon e Evra dopo Sassuolo-Juventus.
    12) Buchel: ve lo aspettavate cosí forte?
    13) l’assenza di Ricky per tre turni: non solo c’ha fatto scoprire Krunic, ma ha mostrato che Saponara è il valore aggiunto dell’Empoli, non la sua dipendenza.

    • 14) Ambiente Empoli: squadra, società e tifosi per un solo obiettivo senza perdere energie in inutili polemiche che non fanno bene a nessuno. Ambiente Empoli che rigenera chi è in cerca di rivincite e permette di consacrare le promesse!!!

  3. Per la redazione: avete saltato una notizia che ha del clamoroso.
    Si è svolto l’annuale referendum fra gli allenatori italiani circa il nome della squadra rivelazione di questo campionato.
    Ebbene abbiamo vinto noi: siamo la squadra rivelazione 2015, ma la NOTIZIA CLAMOROSA è che il sig. Sarri ha votato per il Sassuolo e non per l’Empoli. VERGOGNA MERCENARIO.
    Per favore Redazione, vorrei conferma o smentita alla notizia, accompagnata da un vostro dovoroso, anche se tardivo, commento.
    Grazie infinite e Buon Natale.
    Gianca.

    • Mi dimenticavo:
      Su TGR ho sentito il commento del sig. Sarri ad un premio ricevuto in questi giorni, fra l’altro ha detto:
      “Anche se sono andato a Napoli, il mio cuore è rimasto a Empoli”.
      E lo vedo! Il suo cuore è rimasto in banca a controllare quanto cresce il suo conto corrente, o pallino ma per chi ci pigli, non abbiamo mica il bubbolo al collo noi. Ora sarà difficile ricrearti una verginità presso di noi, a Empoli abbiamo buona memoria e non perdoniamo chi ci ha offeso, al massimo l’ignoriamo come quando sei venuto qui col Napoli.
      Dunque oltre che mercenario il sig. Sarri è anche un viscido falso, ma questo l’avevamo già capito da un pezzo. Ora sappiamo anche che è un MEZZUOMO.
      Gianca

  4. Sarri e’ un grande allenatore ed un grande professionista ed a Empoli ha lo ha dimostrato.punto. Poi se cercavate un marito o un amante dovevate rivolvervi fuori dal mondo del calcio

  5. Che emozione vedere Saponara esultare cosi. Complimenti a Giampaolo che ha creato un bel gruppo. Good Luck a sarri ci ha fatto vivere 3 anni fantastici, e’ finita e basta chiuso! Buon natale a tutti da Düsseldorf

  6. ….personalmente lo conosco per vie che non sto certo a spiegare a certi mocciosetti, il Sig. Sarri e’ una bravissima persona, intelligente e costruitosi con i suoi mezzi non dopo 6 mesi di corso a Coverciano e sono felice per i successi che sta avendo…ricordate che ci ha fatto passare momenti esaltanti….forse vi hanno lasciato ricordi ben piu’ forti certi allenato ri tipo Perotti, Aglietti, Carboni, Campilongo i vari Baldini bis….

    • …te, mi sa, saresti capace di prendere le difese di uno come Simoni……o dell’ex (che vergogna averlo avuta tra le nostre fila) numero 5.

  7. Chi parla male di Sarri è un emerito ignorante, colpito da quel brutto vizio italiano che è quello di avere scarsa cultura sportiva (meglio dire civica).

  8. Gianca, questa volta l’hai calciata fuori, come si dice in gergo. Guarda che non è facile per uno che allena a Napoli dire quello che ha detto: i napoletani un’affermazione così non la gradiscono, vogliono che tutti siano napoletani, tanto più l’allenatore. Che Sarri qui a Empoli abbia fatto soldi….mah! ci credo poco, ma proprio poco. Cmq buon Natale a te.

  9. Giovanni scusami, io rispetto tutte le idee, per l’amor di Dio, ma leggere che SARRI ha votato per il Sassuolo e non per l’Empoli, mi ha confermato che uomo sia e mi ha fatto male.
    Io la penso così e ciascuno è libero di pensare come vuole.
    Ma, cavolo…., un po’ d’amore per l’Empoli nutritelo, se non è inutile chiamarsi tifosi.
    Buon Natale.
    Gianca

    • Andre Concordo, non avevo pensato a codesto aspetto.
      Mi meraviglio di PE che non ha speso una parola sull’avvenimento.
      Ma sai c’è sempre chi sta su due staffe……
      Auguri da Gianca.

  10. Avete prove certe o commentate per sentito dire.
    E se anche fosse, non credete che abbia detto Sassuolo per evitare di autocelebrarsi?…

  11. Non c’ entra autocelebrarsi.
    Sarebbe stato cosi se il voto era relativo a tutto il 2015 ma invece e’ relativo solo a questo campionato.
    Probabilmente gli tira il culo che giampaolo lo stia demolendo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here